Nuovi raid francesi su Raqqa. Nel mirino centri di comando dell'Isis

I caccia francesi tornano a colpire i jihadisti dell'Isis dopo gli attacchi a Parigi

Per il secondo giorno, dopo gli attacchi di Parigi, i caccia francesi sono entrati in azione in Siria, colpendo Raqqa, la capitale de facto del sedicente Stato islamico. Questa volta nel mirino, spiegano le forze armate di Parigi, un centro di comando e un centro di addestramento.

I caccia dell'Armée de l'air si sono alzati in volo dalla Giordania e dagli Emirati Arabi, colpendo gli obiettivi intorno all'1.30 di notte. Una missione condotta in coordinamento con le forze americane, che da ieri hanno annunciato un rapporto più stretto con i francesi, per condividere l'intelligence necessaria a colpire i jihadisti. Anche se il ministero della Difesa parla di obiettivi - almeno il secondo - "identificati durante missioni di ricognizione effettuate precedentemente dalla Francia".

Ad attaccare sono stati anche i russi. Secondo Le Monde avrebbero lanciato missili da crociera dalle navi di stanza nel Mediterraneo. Interfax, che cita il quotidiano francese, sostiene abbiano anche sorvolato lo spazio aereo russo.

Durante la notte sono continuate anche le operazioni della polizia in Francia. Centoventotto, secondo il ministero dell'Interno, le perquisizioni effettuate, mentre 115.000 gendarmi e militari si mobilitano in tutto il territorio nazionale.

Il primo ministro Manuel Valls spiega intanto che continuano le indagini per comprendere meglio la logistica degli attacchi di Parigi e come gli attentatori abbiano operato e annuncia che la Francia necessariamente sforerà il tetto europeo del deficit, a causa delle spese per la sicurezza. Un rischio che corre anche l'Italia, con Bruxelles che già parla di una manovra che non rispetta le regole, per i 120 milioni in più stanziati per la sicurezza.

"Dovremo convivere a lungo con questa minaccia - mette in guardia ancora Manuel Valls - Affrontiamo terroristi determinati e pronti a morire. Dobbiamo tutti essere consapevoli che potrebbero attaccare ancora".

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 17/11/2015 - 08:33

dovrebbero agire senza dire e spifferare sui media che azioni faranno. Devono prenderli di sorpresa. Se io sento alla radio che mandono l'esercito, li metti in allarme e mineranno i territori, se dici che li colpisci dall'alto, si prepareranno con la contraerea. DOVETE STARE ZITTI, PETTEGOLI!

oicul44

Mar, 17/11/2015 - 08:45

bravo Hoand uno che ha le palle

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 17/11/2015 - 08:47

Raqqa, Racqa, Rakka Racca. Ditemi chi di voi, legge questo nome, sappia come scriverlo senza averlo mai letto. Ora ho scritto una parola straniera ma ce ne sono anche in italiano...dalla serie rendiamoci la vita difficile. Come pure la guerra per la parola "qual è" o qual'è. Potrebbero dire gli illuminari della Crusca e la Treccani che si possa scrivere entrambi e la finiamo lì?

giovanni PERINCIOLO

Mar, 17/11/2015 - 08:48

I francesi posseggono un'arma micidiale che potrebbero impiegare da subito per proteggersi ma la sinistra non la giudica "politicamente corretta" perché perderebbe voti mentre la destra non ha le palle per farlo. Parlo della Legione Straniera che in un mese saprebbe sicuramente ripulire tutte le banlieu da tutto quella canaglia musulmana e non solo dedita al commercio della droga e al furto nonché ottimo serbatoio per reclutare jiadisti!

elio2

Mar, 17/11/2015 - 09:01

Premetto che hollande è il penultimo politico al mondo a cui darei il mio voto, l'ultimo è il guerrafondaio americano, ma dopo i casini e le leggerezze, (per essere buoni,)combinati dai suoi servizi di sicurezza, stà mostrando le palle, esattamente ciò che è sempre mancato ai nostri abusivi e incostituzionali governanti, che nessuno ha mai autorizzato a governare, che pensano solo a negare anche l'evidenza, pur di continuare a importare clandestini per il business delle loro cooperative e finte onlus che hanno messo in piedi ad uopo.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mar, 17/11/2015 - 09:21

Ma scherziamo? attende ordini dalla merkel e da Obama.... e sì, l'Italia c'è, dice lui......

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 17/11/2015 - 09:28

Tutto questo spiegamento aereo per colpire n.1 centro di comando e n. 1 centro di addestramento? Mah.

Holmert

Mar, 17/11/2015 - 09:36

Le incursioni aeree non risolvono nulla. Nessuna guerra è stata mai vinta con la sola aviazione. L'aviazione ha il compito di bombardare punti nevralgici o distruggere ponti e strade per ritardare l'avanzata nemica. L'esercito rimane, specie se come quello ISIS è invisibile e si confonde tra i civili. La Francia quando fu di C.Hebdo disse di non avere paura e cantò in corteo la marsigliese. Dopo alcuni mesi di nuovo ,la "farsa si ripete". Loro fanno i fatti, morti e feriti.Loro cantano e non hanno paura.Poi basta un petardo a piazza della repubblica, per creare panico e darsi a gambe levate come lepri. da una parte le chiacchiere ,dall'altra i fatti. Mandate in campo la legione straniera.Cosa la tenete a fare, a cambiare aria?

Oraculus

Mar, 17/11/2015 - 09:48

L'ennesima reazione di Golia contro Davide...altra strage di innocenti in nome di una rappresaglia iniqua e selvaggia quanto crudele.

Ritratto di drazen

drazen

Mar, 17/11/2015 - 10:09

A Bruxelles il covo dei terroristi e Bruxelles alza la voce sui soldi da spendere per la difesa! Pazzesco!

paolonardi

Mar, 17/11/2015 - 10:29

Questa e' una strategia perdente che non colpisce il cuore del problema. E' necessaria una risposta dura proporzionata all'offesa; non si puo' comattere col fioretto chi usa la clava, non si possono rispettare le convenzioni internazionali con chi colpisce alle spalle nascosto in mezzo alla folla.

Ritratto di echowindy

echowindy

Mar, 17/11/2015 - 10:52

ARMI CONVENZIONALI NON SI TOCCANO...SOLO ESPLOSIVI NUCLEARI.

mifra77

Mar, 17/11/2015 - 10:55

Mattarella farebbe bene a precisare che l'Italia non è in guerra contro nessuno e tanto meno al fianco di qualcuno. Che la nostra Italia, stia al suo posto e tenga equidistanti tutti; ricominciamo a sventolare il nostro tricolore e se ci va di cantare, cantiamo l'inno di mameli! troppa marsigliese si sente in questi giorni nelle nostre strade e piazze!

coccolino

Mar, 17/11/2015 - 11:49

E' SCANDALOSO CHE LA COSIDETTA europa NON FACCIA FRONTE COMUNE CON LA FRANCIA CONTRO L'ISIS.....NON MI SENTO europeo, VORREI ESSERE ITALIANO.....MA CI VUOLE UN ALTRO GOVERNO !!!!!

Doktorfaust

Mar, 17/11/2015 - 11:49

Se l'Italia non è in guerra contro nessuno deve uscire dalla NATO, altrimenti deve fornire supporto agli alleati attaccati dal nemico. Poi una cittadina italiana è stata assassinata e nessuno reagisce? Nazione di debosciati e furbastri.

roseg

Mar, 17/11/2015 - 12:13

Condivido, la legione straniera nelle vie di Parigi e nei quartieri come le banlieu dove vige l'illegalità e il proselitismo, saprebbe sistemare la questione in breve tempo...sinistra permettendo naturalmente.

coccolino

Mar, 17/11/2015 - 12:20

Doktorfaust, condivido.

Ritratto di vraie55

vraie55

Mar, 17/11/2015 - 12:22

Una volta tanto, certametne per errore .. o per proporre una variante al gioco interno .. Renzi ha detto la cosa giusta/ovvia/ la Francia (e non solo) vuole la IIIGM e noi dovremmo guerreggiare senza uno scopo ANZI CONTRO IL NOSTRO INTERESSE contro chi non c-entra niente e dista migliaia di km dal nostro confine. Il famoso passaporto era pure falso, il solito specchietto per le allodole.

agosvac

Mar, 17/11/2015 - 12:26

La Francia agisce "sotto coordinamento" dell'intelligence" Usa. Ma, c'è da chiedersi, che interesse hanno gli Usa che si colpiscano realmente gli obiettivi sensibili? Se lo avessero voluto fare, lo avrebbero già fatto. Gli Usa, non vogliono fare la bua ai loro amati ribelli contro Assad che, poi, sono nient'altro che l'isis, significherebbe riconoscere che finora hanno sbagliato. I francesi stanno spendendo soldi inutili, piuttosto dovrebbero coordinarsi con Putin che, lui sì, vuole sconfiggere l'isis.

tormalinaner

Mar, 17/11/2015 - 12:58

Concerti peace and love , candeline, lacrimucce...tutto tenerume sentimentale per dire "io c'ero in piazza e ho pianto anch'io"....moriremo tutti con la candelina in mano pieni di buoni propositi. Bisogna picchiare duro, bombardare senza pietà i paesi arabi che appoggiano il terrorismo senza riguardo per nessun civile, come l'ultima guerra contro i nazisti, terrorizzare la popolazione perchè ricordi che attaccare l'europa significa terrore e morte. Per vincerla abbiamo dovuto radere al suolo intere città e sganciare due atomiche. Voi pensate che con quattro raid aerei buoni per i rotocalchi fermeremo i nuovi barbari? Se pensate questo finiremo comi il tardo romano impero con i patrizi con la coppa di vino in mano travolti dai barbari. La storia si ripete sempre.

Iacobellig

Mar, 17/11/2015 - 13:24

NON FERMARSI SAREBBE DARE OSSIGENO ALL'ISIS E TORNARE INDIETRO!!! A QUESTO PUNTO AVANTI SEMPRE FINO A RADERE AL SUOLO LE CITTÀ OCCUPATE DALL'ISIS, PIU SI VEDRÀ!

VESPA50

Mar, 17/11/2015 - 13:27

@ oraculus. Hai ragione in fondo questi terroristi sono bravi ragazzi..bisognerebbe colpirli al massimo con cerbottane o pistole ad acqua. Il grande Totò le direbbe: "ma mi facci il piacere"

pagu

Mar, 17/11/2015 - 15:27

NON SERVE A NULLA!!! usate L'ATOMICA E CANCELLATELI DAL MAPPAMONDO è ora!

elio2

Mar, 17/11/2015 - 17:18

Caro oraculus, ora che ha espresso e difeso il pensiero unico vada a prendersi il suo biscottino ideologico, ma stia attento che i suoi amici, non guardano in faccia nessuno, neppure chi li difende.

Ritratto di east

east

Mar, 17/11/2015 - 17:20

Si potrà anche tentare di eliminare l'ISIS ma quello che non si riuscirà ad eliminare sarà il fondamentalismo islamico. Per sterminare quello nessuna arma è abbastanza potente. In futuro mi aspetto che ci siano altri califfati. Più si cercherà di sconfiggerli, più saranno feroci contro chiunque non sia sottomesso alla loro legge.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mar, 17/11/2015 - 18:14

L'ipocrisia non ha limiti!!! Gara a dimostrare chi l'ha piu lungo e grosso mentre invece ce l'hanno micro!!

ziobeppe1951

Mar, 17/11/2015 - 19:07

@east. 17.20....mi sto toccando le palle

Oraculus

Mer, 18/11/2015 - 17:24

Militarmente siamo i piu' forti , ma non numericamente...quindi invece di prendere delle distanze stiamo andando a ficcarci in una guerra improponibile secondo i piu' saggi. Possiamo , anzi gia' stiamo distruggendo mezzi Medio Oriente dimenticando che oltre 40 milioni di islamici vivono gia' in Europa...dimenticando che afroasiatici ed Estremo Oriente contano milioni di islamici , eppoi cinesi & indiani che col Pakistan posseggono le atomiche...fare i Golia a Raqqa e' facile e cosi' facendo non possiamo pensare che ammazzare islamici non inasprisca odi per l'occidentale incontrollabili, stiamo sbagliando...tutto!!...