Nuovo fango su Trump: maxi evasione fiscale nell'eredità

Secondo il New York Times parte dei 413 milioni di dollari che Trump ricevette dai genitori sarebbe stata frutto di evasione fiscale

Nuove grane per Trump. Il dipartimento Tasse e finanze dello Stato di New York sta indagando su una sua presunta evasione fiscale, dopo la pubblicazione da parte del New York Times di alcune informazioni secondo cui il tycoon avrebbe ricevuto oltre 400 milioni di dollari dai genitori, in parte grazie a manovre di evasione fiscale. Dopo la pubblicazione dell'inchiesta il Fisco ha deciso di analizzare le accuse, "esplorando con determinazione tutte le piste", come ha dichiarato un portavoce del New York State Department of taxation and finance, James Gazzale. Un avvocato del presidente, Charles Harder, citato dal Nyt ha definito "al 100% false e altamente diffamatorie" le accuse di frode ed evasione fiscale. Anche la portavoce di Trump, Sarah Sanders, ha respinto le accuse al mittente.

Ma quali accuse contiene l'articolo del quotidiano della Grande mela? Prima di tutto si osserva che il tycoon non ha costruito la sua fortuna da solo, come spesso ha raccontato. Citando delle dichiarazioni dei redditi e documenti finanziari confidenziali, il quotidiano scrive che, da quando era giovane a oggi, il tycoon ha beneficiato, come i quattro fratelli e sorelle, dei ricavi dell’impero immobiliare del padre, Fred Trump (1905-1999). L’ammontare totale di questi ricavi equivale oggi a circa 413 milioni di dollari; dall’età di tre anni Donald Trump avrebbe ricevuto 200mila dollari all’anno, tanto che a otto anni era già milionario. Parte di questo denaro, però, secondo il Nyt sarebbe stata ricevuta grazie a evasione fiscale: il presidente e i suoi fratelli avrebbero creato una società-schermo con il solo obiettivo di coprire le donazioni dei genitori. Trump, inoltre, avrebbe aiutato il padre a trarre vantaggi non dovuti per milioni di dollari da deduzioni fiscali e a svalutare le sue proprietà immobiliari per ridurre le imposte da pagare al fisco al momento del loro trasferimento ai figli.

I figli di Fred Trump nel complesso avrebbero ricevuto dai genitori "una somma ben superiore a un miliardo di dollari". Per eredità e donazioni era in vigore un’aliquota del 55%: dunque avrebbero dovuto pagare 550 milioni di dollari, ma secondo il giornale i Trump hanno versato solo 52,2 milioni. Il Nyt afferma di avere analizzato riga per riga centinaia di dichiarazioni dei redditi di Fred Trump e delle sue società. Non ha potuto, però, spulciare quelle di Donald Trump, che non le ha mai volute pubblicare.

Commenti

ghorio

Mer, 03/10/2018 - 12:46

A me Trump non piace, come del resto la sua antagonista alle elezioni presidenziali signora Clinto, ma questa vicenda dl NYT mi ricorda la favola di Fedro del "lupo e l'agnello". Infatti se il padre è stato evasore, il figlio non mi pare abbia colpe.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 03/10/2018 - 13:25

Ammesso che sia vero, perché ad accusare i morti, i falsi accusatori hanno sempre ragione, la detassazione di Trump è una politica sacrosanta perchè i posti di lavoro sono aumentati e l'America sta molto molto meglio che non sotto il tassativo e crapulone Obama.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 03/10/2018 - 13:27

Ammesso che sia vero, perché ad accusare i morti, i falsi accusatori hanno sempre ragione, la detassazione di Trump è una politica sacrosanta perchè i posti di lavoro sono aumentati e l'America sta molto molto meglio che non sotto il tassativo, crapulone e bellicoso Obama.

cecco61

Mer, 03/10/2018 - 13:49

Soito fango di sinistrati falliti. Anche in Italia ci sono diversi metodi per cercare di limitare le imposte di successione. Normalmente, tra diverse opzioni, si sceglie quella che comporta il minor carico fiscale. In Gran Bretagna è obbligo dei dipendenti della corrsipondente Agenzia delle Entrate indicare al cittadino l'opzione meno onerosa. Altrove è perfettamente lecita se lo fanno i rossi mentre, se lo fanno gli avversari, diventa evasione fiscale o, come in Italia, elusione se non si sceglie sempre e comunque il sistema per pagare più tasse.

GPTalamo

Mer, 03/10/2018 - 14:42

A due anni dall'elezione, le persone di sinistra negli USA non si sono dati ancora pace, e continuano a tentare di tutto per screditarlo: hanno usato vari magistrati, avvocati come Avenatti (con le accuse della pornstar Stormy Daniels), molti psichiatri (per dichiararlo incompetente), l'ombra di Putin, e ora vanno con le tasse. La lotta qui negli USA tra democratici e repubblicani, cioe' tra sinistra e destra (in fondo, tra globalisti e nazionalisti) mi sembra abbia avuto toni piu' forti che tra i corrispettivi partiti in Italia.

ESILIATO

Mer, 03/10/2018 - 16:11

Che genio.....a tre anni di eta sapeva gia come evadere le tasse.....Se fosse Italiano gli farebbero un monumento.