Olanda: giallo sulla morte di 20mila uccelli marini

Più di 20mila uria sono morti tra le cose dell'Olanda, per gli scienziati è un giallo senza precedenti

Quello che sta succedendo in Olanda e al largo delle coste dei Paesi Bassi ha dell’incredibile. Sono stati trovati senza vita più di 20mila esemplari di uria, uccelli marini dal piumaggio bianco e dal becco corto. Il biologo Mardik Leopold che sta cercando di sciogliere il nodo della matassa non si spiega quanto accaduto.

Gli uria sono uccelli che solitamente vivono nel mar del Nord, dove passano la maggior parte del tempo in cerca di cibo. Prima dei corpi rinvenuti in Olanda, alcune carcasse sono cominciate ad affiorare in Nuova Zelanda con una media di un morto ogni chilometro. C’è chi dice che è colpa del maltempo ma l’ipotesi non convince gli scienziati. “Gli uccelli erano magri e con problemi digestivi. Avranno sicuramente patito la fame” spiega Leopold. Tra le possibili cause ci potrebbe essere il carico di 291 container scaricati in mare a causa di una tempesta che, lo scorso 2 gennaio, si è abbattuta nella parte settentrionale dell’Olanda. Se così fosse ci vorranno più di sei mesi per recuperare i container mancanti di proprietà, tra l’altro, della MSC. “Non sappiamo cosa ci fosse in quei container. Sicuramente plastica e prodotti chimici.” Nei prossimi 100 giorni alcuni esemplari verranno studiati per cercare di risolvere il mistero.

Commenti

cgf

Gio, 07/02/2019 - 09:01

il numero dei container persi si è scoperto essere oltre 350, cmq pare che alcuni fossero pieni di polistirolo e polietilene ad alta intensità. AUGURI, mi sa che fish&chips o bacalao guisado me li scordo per i decenni a venire.

Tobi

Gio, 07/02/2019 - 09:32

Gli uccelli muoiono a migliaia e molto stranamente TG e giornali restano muti di fronte agli esperimenti di geoingegneria che gli americani stanno facendo da diversi anni nei cieli di mezzo mondo (anche in Italia). Nessuno fa niente per tutte le irrorazioni di alluminio (neurotossico) ed altre sostanze pericolose nell'atmosfera. Non vedete quegli aerei che lasciano quelle strisciate persistenti che si allargano e si trasformano in una foschia lattiginosa che copre buona parte del cielo. Ma non vi accorgete che ormai l'azzurro del cielo non si vede ormai quasi più, sempre sbiadito da una coltre lattiginosa? Dobbiamo essere sottoposti a questo lento avvelenamento a causa dei demenziali esperimenti di geoingegneria degli americani?

Tobi

Gio, 07/02/2019 - 09:34

Vi invito alla visione di questo documentario sugli esperimenti di geoingegneria condotti nei cieli che stanno causando immani problemi all'ambiente ed alla salute. E' sottotitolato anche in italiano: https://www.youtube.com/watch?v=mEfJO0-cTis

Divoll

Gio, 07/02/2019 - 22:49

Poveretti! Quanto male si sta facendo alla Natura, al pianeta, alla vita...