Ora Moavero zittisce Bachelet: "Infondate le critiche all'Italia"

Il ministro: "L'Italia ritiene infondati i rilievi sollevati" dalla Bachelet. "Impegno italiano nel Mediterraneo"

L'Italia, volente o nolente, negli ultimi anni è sempre stata al centro della questione migratoria. Per una questione geografica, innanzitutto. E poi perché gli ultimi governi, in particolare quello di Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, hanno aperto le porte a chiunque arrivasse sulle nostre coste. I numeri parlano chiaro: prima con Marco Minniti al ministero dell'Interno e poi con Matteo Salvini gli sbarchi sono diminuiti. E parecchio. Segno che bastava la volontà politica per trovare una soluzione a un problema che non è solo italiano, ma anche europeo.

Ora l'Italia ha, di fatto, chiuso i suoi porti. E questo per diversi Stati dell'Unione europea è un problema. Lo stesso Emmanuel Macron che pontificava contro il Belpaese e Salvini per la questione Aquarius, ha dovuto dire di no. E poi ha rincarato la dose, parlando di "crisi poltica tra l'Italia e l'Ue.L'Italia ha deciso di non rispettare le regole del diritto internazionale e in particolare del diritto marittimo e umanitario". Ed è forse questo il punto. L'Italia, con il governo di Giuseppe Conte, ha cambiato le regole del gioco e l'"arma" della questione umanitaria ora viene brandita per colpire le nuove politche di Roma.

Politiche che le Nazioni Unite, tramite il neo Alto commissario Onu per i diritti umani Michelle Bachelet, avevano giudicato inadeguate: "Il governo italiano ha negato l'ingresso di navi di soccorso delle Ong. Questo tipo di atteggiamento politico e di altri sviluppi recenti hanno conseguenze devastanti per molte persone già vulnerabili. Anche se il numero dei migranti che attraversano il Mediterraneo è diminuito, il tasso di mortalità per coloro che compiono la traversata è risultato nei primi sei mesi dell'anno ancora più elevato rispetto al passato". Parole che giustamente non sono piaciute all'Italia e, soprattutto, alla Farnesina.

L'incontro tra Moavero Milanesi e la Bachelet

Oggi, a margine dell'assemblea generale dell'Onu, il ministro degli Esteri italiano Enzo Moavero Milanesi ha potuto incontrare la Bachelet e chiarire la posizione di Roma: "C'è stato, di conseguenza, modo da una parte, di chiarire le ragioni per cui l'Italia ritiene infondati i rilievi sollevati e dall'altra, di condividete il riconoscere del notevole impegno italiano nel salvataggio e nell'assistenza ai migranti che attraversano il Mediterraneo".

Commenti
Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 26/09/2018 - 10:45

Onefirsttwo dice : La frittata può essere rigirata come si vuole STOP Ma la sostanza resta una STOP Senza il Onefirsttwo' 48-hours plane non si va da nessuna parte STOP E la colpa non è di questo o di quello , ma solo dell'Italia STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 26/09/2018 - 10:46

MA PERCHE`, a parte un autonomo gesto di gentilezza, CI DOVREMMO PREOCCUPARE DI CHE PENSA UNA NULLITA` STRANIERA RIGUARDO A COME RISOLVIAMO I PROBLEMI DI CASA NOSTRA?? SE E` VERO CHE L'ONU RAPPRESENTA TUTTO IL MONDO, CHE TROVI UNA PARTE DEL MONDO DISPOSTA A FARE QUELLO CHE, NON SOLO L'ITALIA, MA PURE L'AUSTRALIA HA DECISO DI NON FARE!!

VittorioMar

Mer, 26/09/2018 - 10:50

..però ne è passato di tempo per rispondere !!!...si apprezza SALVINI anche per l'IMMEDIATEZZA DELLE RISPOSTE !!!..PERFETTAMENTE POLITICAMENTE SCORRETTO è così che piace : SINCERO SCHIETTO IMMEDIATO !!

jenab

Mer, 26/09/2018 - 10:56

dite a questa Bachelet, di farsi un giro in africa o nei paesi mussulmani, li, di diritti violati, ne troverà in quantità...

cgf

Mer, 26/09/2018 - 11:08

Entrare in Chile, soprattutto quando c'era lei, invece è facilissimo, vero? Ogni giorno dal Perù, Bolivia, Paraguay, anche dal Venezuela vengono respinti migranti. Non è facile nemmeno per un turista, soprattutto in auto, il rischio di passare ore in dogana è alto, trovarsi la macchina da rimontare anche. Le guardie di frontiera più che cercare droga, ma soprattutto cibo e piante, pare più una scusa per tenersi occupati e salvaguardare il proprio posto di lavoro.

akamai66

Mer, 26/09/2018 - 11:23

Purtroppo vi sono ancora troppe cariche internazionali importanti a guida komunista, si perchè la signora in questione ha rappresentato tale ideologia in Cile, dove si chiamano socialisti ma sono marxisti-leninisti, insomma come da noi sarebbero quelli di Potere al popolo per cui anche un vecchio democristiano è un pericoloso fascista!

i-taglianibravagente

Mer, 26/09/2018 - 12:59

piano kalergy first.

petra

Mer, 26/09/2018 - 13:16

Ma perchè continuate a dire che l'Italia ha chiuso i suoi porti. La scorsa settimana sono sbarcati in 200 a Lampedusa che si ritrova con gli hot spot pieni e giornalmente in Sardegna arrivano coi barchini dalla Tunisia, giornalmente. Raccontatela giusta grazie.

maurizio50

Mer, 26/09/2018 - 13:22

La signora Bachelet vada ad occuparsi dei profughi che fuggono dal Venezuela, rovinati dalla dittatura comunista di un semi analfabeta che ha portato alla rovina economica uno dei Paesi più ricchi del Sud America!!!!

19gig50

Mer, 26/09/2018 - 13:35

Questa deve aver letto qualcosa lasciato nei cassetti dalla boldrina e deve esserne rimasta contagiata.

petra

Mer, 26/09/2018 - 14:42

Sulle morti in mare quelle di Bachelet sono bugie. Nel 2017 i morti nel Mediterraneo sono stati 3000, quest'anno 1480.

27Adriano

Mer, 26/09/2018 - 15:35

Scusate, ma questo alto?? commissario onu dal cognome francese, cosa vuole dall'Italia? Se ha dei problemi con sè stessa o con qualcun altro se li risolva per conto suo e non venga a violare i nostri diritti.. Forse non ha capito che renzi, gentiloni e quelli sempre "proni", non ci sono più.