La Palestina entra all'Aia: ora accuserà Israele per crimini di guerra?

Nel mirino la guerra di Gaza, l’espansione delle colonie ebraiche e lo sfruttamento delle risorse nei Territori

La Palestina è entrata stamane formalmente a far parte dei 123 Paesi che aderiscono alla Corte penale internazionale dell’Aia. Al termine di una cerimonia di basso profilo, nella sede della Corte, è entrata in vigore l’adesione al Trattato istitutivo della Corte, già firmato dai palestinesi a gennaio scorso. Non è ancora chiaro quando e se presenterà accuse per crimini di guerra contro Israele. Il capo negoziatore dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp), Saeb Erekat, ha, però, fatto subito sapere che la Corte penale internazionale ha già avviato una prima indagine sui presunti crimini di guerra israeliani attuati contro i palestinesi e sulle attività di costruzione e di ampliamento degli insediamenti definiti "illegali". "I comitati tecnici - ha aggiunto Erekat - sono ancora a lavoro".

Da oggi lo "Stato di Palestina" fa ufficialmente parte della Corte penale internazionale dell'Aia. E potrà "cominciare a presentare la documentazione relativa a possibili crimini di guerra e contro l’umanità commessi nei Territori palestinesi". Appoggiata da tutte le fazioni politiche palestinesi, quella scelta ora consente la richiesta alla Cpi di indagare ufficialmente sui possibili crimini denunciati. Atti questi che sarebbero stati commessi dopo il 13 giugno 2014, data dell’inizio secondo il responsabile palestinese "dell’escalation militare israeliana" seguita al rapimento e all’uccisione di tre giovani ebrei in Cisgiordania. Dopo la denuncia palestinese, la Cpi ha già avviato lo scorso 16 gennaio un’indagine preliminare ed ora, ha detto il rappresentante palestinese, saranno subito sottoposte anche le "situazioni" riguardanti la guerra di Gaza, l’espansione delle colonie ebraiche e lo sfruttamento delle risorse nei Territori palestinesi occupati.

Le indagini della Corte, guidate dal procuratore generale Fatou Bensouda, potrebbero prendere in considerazione anche crimini commessi da fazioni palestinesi, come quella islamica di Hamas che opera nei Territori stessi.

Israele non ha sottoscritto lo Statuto di Roma e quindi non è membro della Cpi, ma la Corte ha giurisdizione per i presunti crimini commessi nel territorio di uno stato aderente. Non solo. La Corte non persegue le nazioni in quanto tali, bensì le persone in posizioni di comando a cui sono attribuiti i crimini commessi in un determinato territorio.

Commenti

Totonno58

Mer, 01/04/2015 - 11:18

Perchè no?

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Mer, 01/04/2015 - 11:22

E' un'arma a doppio taglio, che potrebbe ritorcersi contro cisgiordani e, soprattutto, contro i gaziani di Hamas, di recente additati persino da un rapporto di Amnesty International. Un tribunale statunitense ha persino definito terrorista Arafat. Questa la guerra della propaganda, solo che la guerra, quella vera in armi, non la si vince con la sola propaganda, ma con la forza delle armi con, in primis, la tecnologia. Sotto questo aspetto esiste un divario siderale, tanto che sembra che si vada verso un ribaltamento del concetto di "liberazione della Palestina" ora caratterizzantesi in chiave israeliana, nel senso di liberazione della "terra promessa" dagli usurpatori islamici. Più brutalmente oggi cominciano a trovare spazio quanti vorrebbero spianare la "spianata delle moschee" e ricostruire il "Tempio" sulle cui rovine "spianate" è stato edificato quello che gli islamici considerano il loro terzo luogo più sacro, dopo la Mecca e Medina.

Ritratto di depil

depil

Mer, 01/04/2015 - 12:46

che all'Aia ci fosse posto anche per i terroristi palestinesi è cosa ovvia visto che in quel luogo fa da giudice una terrorista togata svizzera amica del portatore di scatole di scarpe piene di soldi altrui.

Ritratto di depil

depil

Mer, 01/04/2015 - 12:49

a quando il processo storico a chi ordinò di sganciare le atomiche sulle città giapponesi?

emigrante48

Mer, 01/04/2015 - 13:11

Oramai per l´Occidente non c´é piú scampo se anche i terroristi e assassini palestinesi vengono riconosciuti a tutti i livelli. Spero solo che gli Israeliani con il loro primo ministro Netanyhau continuino nella lotta contro questo cancro sostenuto oggi anche dal negro mussulmano che comanda negli Usa!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 01/04/2015 - 13:12

certo che Israele è messo male. Autorizzazione all'arricchimento dell'uranio dell'Iran da una parte, ora che alla Palestina si dia consenso di sedersi al tavolo all'AIA e magari esaudendo le sue pretese, in pratica gli ebrei sono presi tra 2 fuochi.

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Mer, 01/04/2015 - 13:18

Per festeggiare, Israele radera` al suolo qualche km quadrato di abitazioni a Gaza uccidendo qualche migliaio di civili. Presto Netanyahu non potra` piu` viaggiare all'estero - Come si muove lo arrestano.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 01/04/2015 - 14:45

Nell'area del Medio Oriente gli UNICI CRIMINALI sono i Palestinesi e tutti coloro che, sfacciatamente, sostengono una setta di TERRORISTI che cercano di abbattere l'UNICA DEMOCRAZIA consolidata da quelle parti: ISRAELE.

marinaio

Mer, 01/04/2015 - 14:51

Tutti addosso ai Palestinesi(che hanno anche le loro colpe), ma ricordo che ci sono più di 120 risoluzioni ONU contro Israele MAI rispettate: (abbattere il muro, rientare dai territori occupati, non costruire nuovi insediamenti, non usare proiettili al fosforo, rendere libera la striscia di Gaza, ecc.)

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 01/04/2015 - 16:14

Kommissar, sarà molto più facile che i palestinesi, per festeggiare sta follia, lancino qualche mortaretto Kassam verso Israele.

blackbird

Mer, 01/04/2015 - 16:29

@ marinaio: Gaza era una città egiziana che, come Danzica prima e Trieste dopo, era collegata alla madrepatria da una striscia di territorio confinate con il mare. Non c'era nessuna porta a dividerla dal Sinei e dal resto dell'Egitto. Come mai adesso gli abitanti di Gaza non hanno più la libera circolazione nel territorio della loro patria? Cosa c'entra Israele con le beghe tra arabi?

emigrante48

Mer, 01/04/2015 - 16:32

Marinaio, ti sei mai chiesto perché gli israeliani hanno costruito il muro, hanno occupato i territori, usano proiettili al fosforo ecc. ecc.?Ti do una rinfrescata di idee: Da dove arrivano i terroristi che fanno saltare autobus o mercati? Chi há cominciato le guerre nel 48,67,73? Chi lancia missili su cittá e abitazioni civili proditoriamente? Purtroppo sono quelli come te che hanno permesso e permettono che terroristi e assassini compiano attentati infami, non solo in Israele ma in tutto il mondo!!!!! Ci vorrebbero cento Israele per combattere tutti gli assassini islamici ed i loro sostenitori!!!! Svegliati!!!!!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 01/04/2015 - 17:42

Ottimo, uno stato di terroristi all'Aia. Ci voleva.

Ritratto di komkill

komkill

Mer, 01/04/2015 - 18:37

Ci manderanno la boldrini a sostenerli a nostre spese.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mer, 01/04/2015 - 18:40

la Palestina dovrebbe denunciare per crimini e torture nelle carceri di Israele Israele.Un paese che laegalizza la tortura come Israele non si può ne definire civile ne democratico o dobbiamo dare ragione alla ISIS? Steno se non è la Italia piena di terroristi chi la è? Brigate rosse , brigate nere, e comunisti i quali li avete anche al governo.E molti altri

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mer, 01/04/2015 - 18:40

la Palestina dovrebbe denunciare per crimini e torture nelle carceri di Israele Israele.Un paese che laegalizza la tortura come Israele non si può ne definire civile ne democratico o dobbiamo dare ragione alla ISIS? Steno se non è la Italia piena di terroristi chi la è? Brigate rosse , brigate nere, e comunisti i quali li avete anche al governo.E molti altri...

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mer, 01/04/2015 - 18:42

questi casini succedono quando i lavori e le opere sono incompiute 70 anni fa non fecero in tempo a terminare la opera.

Ritratto di alex333al

alex333al

Gio, 02/04/2015 - 03:31

adesso all'Aia siederanno pure i terroristi, credo che Israele i raid aerei li deve estendere anche sull'Aia per difendersi.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 02/04/2015 - 13:34

Si continua a ipotizzare l'esistenza di una nazione che non esiste per dare fastidio a nazione che esiste. Ormai siamo all'assurdo giuridico internazionale. Non bastavano le azioni ineistenti adesso hanno fatto nascere pure le N-azioni inesistnti per di più dirette da terroristi veri.