Papa a Cuba: "Riconciliazione con gli Usa esempio per tutti"

Il Santo Padre oggi celebrerà la Messa in plaza de la revolucion, nota per il celebre ritratto murale di Che Guevara. Dubbi per l'incontro con Fidel

Nella seconda giornata della sua visita a Cuba, tappa iniziale del viaggio che lo porterà anche negli Stati Uniti, papa Francesco celebrerà alle 9.00 locali (le 15.00 in Italia) la messa nella Plaza de la Revolucion dell’Avana, nota per il celebre ritratto murale di Che Guevara, dove celebrarono anche papa Wojtyla nel 1998 e papa Ratzinger nel 2012. Al termine, come consuetudine, l’Angelus domenicale.

Nel pomeriggio, alle 16.00 (le 23.00 in Italia), la visita di cortesia al presidente Raul Castro nel Palazzo presidenziale, con il colloquio privato tra i due e quello bilaterale tra la delegazione vaticana con il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin e i rappresentanti del governo. Il programma della giornata prevede poi la celebrazione dei Vespri con il clero locale nella cattedrale dell’Avana, alle 17.15 (il Italia sarà già lunedì) e il saluto ai giovani nel Centro culturale padre Felix Varela alle 18.30.

Sempre oggi, anche se non è confermato ufficialmente, dovrebbe aver luogo un incontro di papa Francesco con l’anziano leader della rivoluzione cubana, Fidel Castro.

Non appena è arrivato a Cuba, il Santo Padre ha affermato: "La normalizzazione dei rapporti tra gli Stati Uniti e Cuba deve essere esempio di riconciliazione per il mondo intero in questa terza guerra mondiale a pezzi che stiamo vivendo". Come sua abitudine Papa Francesco unisce pastorale e diplomazia, proponendosi come interlocutore per risolvere i grandi problemi politici mondiali.

Commenti

macchiapam

Dom, 20/09/2015 - 11:37

Ma certo: la messa accanto al mural di Che Guevara. E poi cos'altro, magari la beatificazione di Moana Pozzi? o la nomina di Cicciolina ad assistente al Soglio?

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Dom, 20/09/2015 - 11:43

Hahahahaha! Esempio per tutti??? Hahahah! Anche le pietre sanno che è una mossa di disperazione da parte della administrazione del NEGRINHO, per salvarsi dall'isolamento effettuato dai paesi dell'america latina. Se li è bruciati tutti!! Il bello è che non funzionerà. E un ponte che non si errigerà piu!! Il papa da buon "argentino" dimostra il suo limite intelletivo proprio facendo da marionetta ai politici yankee e cubani!!

HappyFuture

Dom, 20/09/2015 - 12:01

Sono almeno 30 anni che in Italia si biasima l'inefficienza dello stato sociale e si loda la "libera" concorrenza, metodo per premiare il migliore! E il debole, il povero? Beh, a quelli diamo l'eutanasia e l'aborto, perchè dalla vecchiaia sentono il peso per se stessi e per gli altri e l'aborto perchè non si possono fare figli se non si ha come mantenerli. Lasciamo che la jungla si riprenda la natura addomesticata dell'uomo. E tutto si risolverà nel modo più "naturale"! Anche se Dante ci vuole ricordare che "fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"! Ma che vuoi che ne sappia Dante che è vissuto nel medio evo?

stogu

Dom, 20/09/2015 - 12:07

Tra dittatori ci si intende. Lasciate che i pargoli vengano a me e spegnete la luce. Hasta la vista, compagneros y agua i bocca.

gurgone giuseppe

Dom, 20/09/2015 - 12:51

Non fatevi infinocchiare dalla propaganda mediatica che avvolge questo papa. Queste "riconciliazioni", compresa quella con l'Iran, sono funzionali all'isolamento della Russia in vista di una possibile guerra. Il Vaticano vi ha parte attiva perchè i suoi interessi economici collimano con quelli delle potenze occidentali. Stupisce come questo papa sia immischiato in giochi internazionali ambigui che poco hanno a che fare con la pace.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 20/09/2015 - 13:00

Che un "abbronzato" (grande SILVIO, con una semplice parola lo ha marchiato per sempre!), che di nome fa Hussein tradisca i principi ispiratori della civiltà occidentale e ne abbandoni i valori etici e religiosi passi, ma che il simbolo della civiltà cattolica si avvicini ad una regime anticattolico, anticristiano, comunista, che opprime ed affama il suo popolo con la più atroce delle dittature, mi sembra un po' troppo. Siamo davvero alla fine dei tempi?

entropy

Dom, 20/09/2015 - 13:18

Riconciliazioni una sega. E' mero business. Compravan tutto da europa e cina.

spina65

Dom, 20/09/2015 - 13:29

Piersilvio, ma ti rendi conto di essere un emerito cxxxxxo? non ti potevi scegliere nik migliore per evidenziarlo

Ritratto di Fanfulla

Fanfulla

Dom, 20/09/2015 - 13:34

Ma quale rinconciliazione, i fratelli Castro vogliono solamente i dollari che l'operazione porta. Caro Papa, non ti sprechi richiedenzo la liberazione dei dissidenti? Tra progressisti non si litiga ?!?!??

HappyFuture

Dom, 20/09/2015 - 21:28

Il Papa sull'aereo per Cuba ha detto ai giornalisti che il mondo è assetato di PACE! Ma il Giornale, con i suoi titoli, è assetato di PACE? A PARTE IL GOVERNO RENZI, chi altro vuole lo scontro? A chi state servendo?