La band che suonava al Bataclan: "Si sono nascosti nel camerino"

Vice News ha raccolto la testimonianza dei fondatori degli Eagles Of Death Metal: "Erano tutti terrorizzati"

Uniti dal 1998, ora sono conosciuti come la band che è sopravvisuta al massacrato del Bataclan. Il gruppo degli Eagles Of Death Metal stava suonando nella nota sala concerti nel XI arrondissement di Parigi, quando un gruppo armato di terroristi ha aperto il fuoco sui fan presenti nella struttura. Un attacco che ha provocato la morte di 89 persone, compresa una ragazza italiana. Ora, grazie a Vice News, parlano i due fondatori della band Jesse Hughes e Josh Homme (assente al concerto al Bataclan). L'intervista completa andrà in onda questa settimana, per adesso è stato pubblicato solo un breve trailer.

In video appare un Hughes distrutto dagli eventi vissuti in prima persona intervistato dal fondatore di Vice Shane Smith. "Molte persone si sono nascoste nel nostro camerino, e gli assassini sono riusciti a entrare e li hanno uccisi tutti, tranne un ragazzo che si era nascosto sotto la mia giacca di pelle. In giro le persone si fingevano morte, erano tutti terrorizzati. Una delle ragioni principali che ha fatto salire il numero dei morti, è perché molte persone non volevano lasciare i proprio amici. Molte persone hanno fatto scudo con il proprio corpo per altre persone". I membri degli Eagles of Death Metal si sono salvati tutti, scappando da un’uscita a lato del palco pochi istanti dopo l’inizio degli spari.

Vice è riuscita a intervistare la band, conosciuta anche come Eodm, grazie al rapporto intimo e di fiducia che si è creato girando il documentario "The Redemption Of The Devil". Documentario che avrebbe dovuto essere presentato all'International Documentary Film Festival di Amsterdam ma che ora i produttori hanno deciso di ritirare in attesa di un momento più tranquillo.