Paura nei cieli dell'Indonesia: disperso aereo con 162 passeggeri

Un Airbus A320 della compagnia aerea low cost malese AirAsia è sparito. Stava volando verso Singapore. Il pilota aveva chiesto di "deviare" dal piano di volo a causa del maltempo

Torna la paura nei cieli asiatici. Un Airbus A320 della compagnia aerea low cost malese AirAsia è sparito nella notte mentre stava volando verso Singapore. "Il volo - ha precisato il direttore generale dell’aviazione civile indonesiana, Djoko Murjatmodjo - trasportava sette membri d’equipaggio e 155 passeggeri, tra i quali sedici bambini e un neonato". Il pilota aveva chiesto di "deviare" dal piano di volo a causa delle cattive condizioni del tempo.

"Giacarta ha perso il contatto con il volo AirAsia fra Surabaya e Singapore alle 7:55 ora locale (l’1:55 in Italia)", ha detto un portavoce del ministero indonesiano dei Trasporti, J.A. Barata. L'ultimo contatto con l'autorità di controllo è avvenuto quando il pilota "ha chiesto di evitare le nuvole virando a sinistra e salendo a 34mila piedi". Erano passati 42 minuti dal decollo e mancava ancora un'ora all'arrivo previsto a Singapore. "Nessun segnale di emergenza - ha sottolineato il direttore generale dei trasporti indonesiani Djoko Murjatmodjo - è arrivato dal volo". Il volo QZ8501 ha lasciato l’aeroporto internazionale Juanda di Surabaya, sull’isola indonesiana di Giava, alle 5:20 ora locale (le 23:20 in Italia) e doveva atterrare all'aeroporto Changi di Singapore alle 8:30 locali (le 2:30 italiane). Secondo un comunicato della direzione dell’aviazione civile di Singapore, è stato perso contatto col velivolo mentre si trovava nello spazio aereo indonesiano, "a 200 miglia nautiche (circa 350 chilometri, ndr) a sudest della frontiera fra le zone di volo di Giacarta e Singapore".

L'aereo aveva due piloti. Il capitano al comando aveva un totale di 6.100 ore di volo, un numero significativo, mentre il primo ufficiale ne aveva 2.275. Secondo Flightradar24, sito che traccia i voli, l'aereo era stato consegnato nel 2008, quindi avrebbe otto anni. La compagnia malese, che per anni ha dominato il settore dei viaggi low cost nella regione, prima d'ora non ha mai perso un aereo. AirAsia Malaysia possiede il 49% della sussidiaria indonesiana. "Per il momento - ha riferito la compagnia - non abbiamo purtroppo altre informazioni sulla situazione dei passeggeri e dei membri d’equipaggio a bordo". Le operazioni sono state avviate dal centro di ricerche e soccorso dell'isola di Bangka, nel Mar di Giava, secondo le autorità locali.

Mappa

Commenti

blackbird

Dom, 28/12/2014 - 09:51

L'appello al martirio dei lupi solitari, non riguarda solo pochi disperati, ma anche persone con alte qualifiche! L'Indonesia mi pare che sia lo stato islamico più popoloso al mondo, pertanto non ssrà difficile trovare qualche fedele che aderisca alla guerra santa anche tra i piloti.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 28/12/2014 - 10:49

non lo credo,un pilota della aviazione civile non è tanto ixxxxxxxe fino a questo punto

angelomaria

Dom, 28/12/2014 - 14:26

EDINUOVO ALTRA TRAGEDIA E MISTERO PERLOMENO STAVOLTA H comunicato un cambio rotta dovuto maltempo ma dove sono finiti!!!

angelomaria

Dom, 28/12/2014 - 14:29

chiamala sfiga ke mie sincere condolianze a chi purtroppo no potra'riabbracciare piu'i loro cari ed un pensioro alle famiglie che sperano

angelomaria

Dom, 28/12/2014 - 14:31

MA NON PUOI NON CHIEDERI COME SIA POSSIBILE???2014/5!

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 28/12/2014 - 16:09

Un aereo può essere un caso, due aerei non è più possibile parlare di "caso", è evidente che nell'aeroporto malese opera qualche cellula terroristica islamica. A questo punto dovrebbero prendere l'elenco di tutti gli operatori dell'aeroporto che hanno avuto a che fare con entrambi gli aerei, tecnici revisionisti, rifornitori carburante, rifornitori bevande o cibi, e chiunque altro si sia avvicinato o salito sui due aerei, perfino gli "amici", i conoscenti, parenti di piloti, stewart e hostess e cercare chi è stato presente in entrambi gli aerei. E' evidente che in uno scalo islamico, come quello malese e indonesiano, i rischi di terrorismo sono centuplicati.

Raoul Pontalti

Dom, 28/12/2014 - 17:56

Che perfidi questi islamici....Sanno approfittare anche del maltempo per dileguarsi con un aereo (che naturalmente rispunterà per colpire un'altra torre gemella...).

Linucs

Dom, 28/12/2014 - 19:05

Sul SITE di Rita Katz ho letto che gli aerei scomparsi verranno utilizzati per diffondere volantini che negano l'olocausto sopra tutta l'Europa, in modo da contaminare le deboli menti dei cittadini europei che dovranno quindi essere abbattuti. Vittoria trasversale del terrorismo islamico.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 29/12/2014 - 08:36

Airasia è una compagnia seria, sicura, con una flotta modernissima costituita di soli Airbus. 170 morti su 230 milioni trasportati è una statistica in linea con l'incidentalità tipica del trasporto aereo.

Ritratto di giordano

giordano

Lun, 29/12/2014 - 10:32

per piacere, lasciamo da parte il terrorismo, almeno quando non centra. ps, a tutti i giornalisti un po' cosi', andatevi a vedere" lo sciacallo"cosi' almeno vi renderete conto di cosa potra' pensare di voi un cittadino che legge notizie gonfiate o costruite

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 29/12/2014 - 13:58

VERGOGNOSA la stampa di regime.... prendete Rai3: ci dice "l'America di Obama offre aiuto".... già ma non dice che anche Cina e altri paesi hanno offerto aiuto e l'hanno già dato. Scandalosi SERVI.

Linucs

Lun, 29/12/2014 - 14:25

E' giusto dire "l'America di Obama", ad ulteriore testimonianza che il Congresso non conta più una sega.

FRANZJOSEFF

Lun, 29/12/2014 - 14:45

UN AEREO PUO' PRECIPARE PER CAUSA DI UN SOLO STRUMENTO ANDATO IN AVARIA O IL RADAR GUASTO CHE INDICA FALSA DIREZIONE IL JP MAGARI SPORCO, SCARSA MANUTENZIONE. FINO A QUANDO NON SI SCOPRE LA CAUSA O LE CAUSE TUTTE LE SUPPOSIZIONI SONO VALIDE. SPERIAMO CHE PARLANO DI UFO. FORSE GLI UFO CI SONO O CI SAREBBERO (CHI LO SA?) MA ABBATTERE 2 AEREI DELLA STESSA COMPAGNIA CI VUOLE FANTASIA. NEANCHE SE SONO CREDITORI DI QUESTA COMPAGNIA. I PILOTI POSSONO ESSERE INDOTTRINATI (SONO PERSONE FISICHE) RICORDATEVI I PILOTI GIAPPONESI DELLA 2 GUERRA E I PILOTI ARABI TERRORISTI