Pena di morte, un governatore cattolico contro il Papa

In Nebraska Pete Ricketts ha detto che, "pur rispettando la prospettiva del Papa, la pena capitale rimane la volontà della gente e la legge dello Stato. È uno strumento importante per proteggere la sicurezza pubblica"

Sulla pena di morte, recentemente esclusa dalla riformulazione di un numero del Catechismo della Chiesa Cattolica, è arrivata anche la presa di posizione del governatore cattolico del Nebraska.

Pete Ricketts, il 40esimo governatore dello Stato, si è schierato contro il Papa e ha detto che "pur rispettando la prospettiva del papa, la pena capitale rimane la volontà della gente e la legge dello stato del Nebraska. È uno strumento importante per proteggere la sicurezza pubblica. Lo stato continui a eseguire le sentenze ordinate dal tribunale".

Ricketts, un repubblicano cattolico, membro dei Cavalieri di Colombo e Cavaliere del Santo Sepolcro, ha sfruttato la sua fortuna di famiglia (offrendo 300 mila dollari) per finanziare un referendum (poi vinto nel 2016, quando il 61 percento degli elettori lo approvò) per ripristinare la pena di morte nel Nebraska, una misura contro cui altri cattolici dello stato si sono opposti con veemenza.

"I Nebraskani sono fedeli e credono nella chiesa e nelle unità familiari forti, e credono nelle persone che pagano per i loro crimini, ma non necessariamente nelle loro vite", ha dichiarato Ricketts.

Il prossimo 14 agosto in Nebraska è prevista l'esecuzione di Carey Dean Moore, che è stato condannato per gli omicidi di due tassisti di Omaha, Reuel Van Ness Jr. e Maynard Helgeland, durante un periodo di cinque giorni nel 1979.

Si tratterebbe della prima esecuzione pratica dallo Stato negli ultimi 21 anni. Moore, che è rimasto nel braccio della morte per 38 anni, più a lungo di qualsiasi altro prigioniero sul suolo statunitense, ha ammesso le uccisioni, ha chiarito che è pronto a morire, ha licenziato i suoi avvocati, si è rifiutato di prendere parte agli sforzi per risparmiare la sua vita e ha detto al suo pastore Geoff Gonifas di essere diventato un cristiano rinato, credendo che dopo la sua morte comparirà alla presenza di Dio e i suoi peccati saranno perdonati.

Il Nebraska, che usava ancora la sedia elettrica l'ultima volta che ha giustiziato qualcuno (nel 1997), per giustiziare Moore adesso utilizzerà l'iniezione letale, usando una combinazione di quattro farmaci, incluso quel fentanil, un potente oppioide sintetico, che è stato al centro di diversi crisi di overdose registrate negli Stati Uniti.

Per ottenere la sospensione dell’esecuzione di Moore sono state e saranno organizzate delle veglie quotidiane fuori la villa del governatore. I vescovi cattolici del Nebraska hanno esortato le persone a contattare i funzionari statali per fermare l'esecuzione programmata ed hanno citato il nuovo insegnamento del Papa. "In poche parole, la pena di morte non è più necessaria o moralmente giustificata in Nebraska", hanno scritto i vescovi.

Il governatore Ricketts, co-proprietario dei Chicago Cubs di baseball, sta rendendo la pena di morte una vicenda emblematica mentre cerca un secondo mandato come governatore per il prossimo autunno (anche se ha affermato che "abbassare le tasse sulla proprietà" sarà la sua preoccupazione principale).

Ricketts, un conservatore che si oppone al matrimonio omosessuale e all'aborto, nel 2015 aveva detto che la sua posizione a favore delle esecuzioni era in linea con i principi della sua fede cattolica. Adesso, dopo il cambiamento voluto da papa Francesco, dovrà trovare altri supporti ai quali aggrapparsi...

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/08/2018 - 19:40

Tra l'altro Bergoglio per molti cristiani non è neanche Papa, ma solo un usurpatore comunista. Lunga vita a Benedetto XVI.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/08/2018 - 20:26

Per la costituzione italiana se il Presidente della Repubblica si macchiasse di alto tradimento dovrebbe essere soppresso, ma così il Bergoglio perderebbe il protettore, e mon potrebbe piú commettere le frodi finanziarie di cui é sospettato. Dunque non bisogna dare retta alle sue parole perché sono chiacchiere interessate.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/08/2018 - 20:28

Se Papa Benedetto tace, vuol dire che la pena di morte ci vuole... Alla faccia del Bergoglio.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/08/2018 - 21:07

Bergoglio parla a titolo personale.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/08/2018 - 21:30

Specialmente sulla pena di morte, il Bergoglio parla a titolo personale...

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 07/08/2018 - 00:24

se Gesu non fosse stato condannato alla crocefissione cosa ne sarebbe di tutte le religioni Cristiane?