Persino in Marocco il burkini è già vietato

Le regole nel parco acquatico di Marrakech. Niente accesso in piscina: "Motivi igienici"

Mentre in Francia infuria la polemica sul burkini, tra le ordinanze dei sindaci che lo hanno bandito dalle spiagge di Nizza e Cannes perché contrario alla morale e ai valori laici del Paese, e una sentenza del Consiglio di Stato che ha dichiarato illegittimo lo stesso divieto, in Marocco, nazione a maggioranza musulmana, il costume da bagno per le donne islamiche è già proibito. All’ingresso del famoso parco acquatico Oasiria di Marrakech (nella foto) ci si imbatte in un cartello che vieta l’accesso alle piscine in burkini per motivi di «igiene». Un abbigliamento, quello che lascia scoperto soltanto il viso, non consono alle regole del complesso turistico, che ammette esclusivamente chi indossa costumi da bagno tradizionali.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 30/08/2016 - 09:29

Fai quello che dico, ma non fare quello che faccio.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 30/08/2016 - 10:25

Grazie all'imbecillità, tutta europea, del politically correct dobbiamo pure prendere lezione di igiene dai paesei arabi.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mar, 30/08/2016 - 10:54

Quanto me scoccia prenne lezioni dai marocchini!

PatrickC

Mar, 30/08/2016 - 10:58

Il problema non e' il burkini che in fin dei conti dava accesso alle spiagge ed al mare alle donne mussulmane, senza il pericolo di affogare. Il problema e' questa legge del doverlo mettere per forza perche' lo dice la tua cultura o religione. a tal punto che quando integrale non si sappia manco chi siano.

Libertà75

Mar, 30/08/2016 - 11:03

il bello è che Tunisia in primis e a seguire Marocco, sono stati laicizzati dai socialisti italo-francesi... tanto basta per dire che in Europa non esiste più una sinistra moderata, laica, riformatrice, democratica e internazionalista

VittorioMar

Mar, 30/08/2016 - 11:23

...ora è chiaro il perché vengono tutti da noi!!...

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 30/08/2016 - 12:27

Giusto; se non altro è un problema d'igiene.

PerQuelCheServe

Mar, 30/08/2016 - 14:12

ISIS attacca la Tunisia e loro chiudono 80 moschee. Arriva l'estate e i marocchini vietano il burkini nei loro parchi acquatici. Noi - o meglio i sinistri nostrani - tornano invece sulle barricate (si vede che odiano la pace) e invocano il diritto degli islamici a coprire le loro donne con un tappeto: questo di pomeriggio, perché la mattina la occupano a scaramellare la uallera con le quote rosa, la parità degli stipendi e ad urlare "l'utero è mio". Invocano il rispetto per le religioni altrui, MANCANDO completamente di rispetto alla religione del NOSTRO paese. Guai a risentirci se LORO fanno girare in tappeto le loro donne; però guai anche a fare i canti di Natale perché se no loro si offendono. Sempre in bilico sull'asse d'equilibrio, i nostri sinistri; ma come dice sempre un mio carissimo amico "abbi pena per loro: è DURA la vita dei CERCHIOBOTTAI".

Mannik

Mar, 30/08/2016 - 15:43

Un problema di igiene? Ma siete impazziti? Per quale motivo? Non sono mica gli indumenti che si portano anche in strada... E poi sono curioso di vedere come si arrampicano sugli specchi coloro che hanno giustificato il divieto del burkini in Europa con il fatto che nei paesi islamici dopo tutto le donne devono adeguarsi ai loro usi e non possono portare il bikini... siete tutti uno spasso!