Il piano segreto di Rajoy per la Catalogna: l'intervento militare

Le alte sfere dell'esercito spagnolo solo già state avvertite: il piano "Cota de Malla" prevede l'occupazione di infrastrutture strategiche se la Catalogna dovesse insorgere

C'è anche l'intervento militare fra le opzioni allo studio del governo di Mariano Rajoy per gestire le conseguenze della crisi catalana. Il nome in codice, svela il quotidiano madrileno El Pais, è "Cota de Malla": la serie di misure di emergenza da adottare nel caso la situazione in Catalogna dovesse degenerare.

Nel caso che la regione di Barcellona dovesse dichiarare unilateralmente l'indipendenza, mettendo in atto tutte le mosse per renderla effettiva, il governo spagnolo sarebbe pronto a inviare l'esercito con compiti ben precisi: presidio di infrastrutture strategiche come autostrade, centrali energetiche porti e aeroporti, rimuovendo eventuali ostacoli o barricate erette dai rivoltosi. Il compito di affrontare le sommosse di piazza, invece, verrebbe lasciato, fin quando possibile, agli uomini della Guardia Civil.

I piani di intervento saranno in parte mutuati da quelli approntati per rispondere a situazioni di emergenza derivanti da attentati terroristici o catastrofi naturali. Ma le forze armate - ricordarlo pare superfluo eppure è importante farlo - tengono a chiarire che "non interverranno se non su ordine del governo centrale". Altrimenti, sottolinea il tenente generale Pedro Pitarch, "sarebbe un golpe di Stato".

I militari però si tengono pronti: alcuni reparti sono stati posti in pre-allerta per raggiungere la Catalogna, perché gli uomini presenti sul territorio potrebbero non essere abbastanza.

Già una settimana fa il ministero della Difesa di Madrid aveva inviato verso Barcellona alcune unità di supporto alla Guardia Civil e alla polizia. Ma in quel caso si era trattato di una missione partita esclusivamente con compiti di supporto logistico. Questa volta, se la situazione dovesse sfuggire di mano, le cose potrebbero essere diverse.

Commenti

Libertà75

Mer, 11/10/2017 - 12:10

un piano segreto che sanno tutti? nella prossima puntata vi sveleremo dov'è ubicato il Colosseo

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 11/10/2017 - 12:41

(1 di 2) - BASTA CON QUESTO SUDICIUME, SUDICIUME DI UNA SPAGNA AUTORITARIA CHE IMPONE IL SUO DOMINIO SOPRA LA CATALOGNA FIN DAL 11 SETTEMBRE DEL 1714 DATA DELLA CADUTA DI BARCELONA IN MANO DELLE TRUPPE BORBONICHE AL COMANDO DEL DUCA DI BERWICK, E SUDICIUME DI UN EUROPA SENZA IDEALI DI LIBERTÁ DOVE I SOLI PRINCIPI CHE VALGONO SONO QUELLO DELLA PREPOTENZA E QUELLO DEL MAGNA MAGNA DI UNA RIPUGNANTE CASTA DI BUROCRATI PARASSITI …

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 11/10/2017 - 12:42

(2 di 2) ... Sentenza del 22 luglio 2010 del tribunale internazionale dell´Haia: “Dichiariamo che non esiste nel Diritto Internazionale nessuna norma che proibisce la dichiarazione unilaterale d´indipendenza. Dichiariamo che quando c´é contraddizione tra la legalitá constituzionale di uno Stato e la volontá democratica é questa seconda che deve prevalere. Dichiariamo che in una societá democratica, a differenza di una dittatura, non é la la Legge che determina la volontá dei cittadini, se non che é questa quella che crea e modifica quanto é necessario la legalitá vigente”.

umbertoleoni

Mer, 11/10/2017 - 12:45

beh... l'entusiasmo de IL GIORNALE per "la mancata dichiarazione di indipendenza" stamattina si è spenta: purtroppo (per il giornale) l'indipendenza E' STATA DICHIARATA ECCOME! Le persone serie, lo avevano già capito ASCOLTANDO IN TRADUZIONE DIRETTA il discorso del presidente catalano mistificato DALL'INTERO ESTABLISHMENT DELL'INFORMAZIONE ad uso dei poteri forti della UE. Ora non resta da vedere come Madrid (CON L'APPOGGIO DELLA MALEFICA UE) intende procedere alla " normalizzazione" : potrebbe chiedere ai generali russi ancora vivi che organizzarono l'invasione della Cecoslovacchia...

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 11/10/2017 - 12:53

E comunque, conoscendo il governo spagnolo, ce lo immaginavamo! Ma poi che fanno lasciano la Catalunya in stato di assedio permanente?

lele2138

Mer, 11/10/2017 - 12:54

avanti con l'eurofascismo

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 11/10/2017 - 13:01

Cara destra rappresentata da questo giornalino, a te con il sudiciume delle tue censure non interessa la Veritá, hai assunto come proprio il sudiciume leninista "Tutti i mezzi sono leciti per la conquista del potere" ... É SEMPLICEMENTE PER QUESTO CHE IN ITALIA FINO A QUANDO DURA IL TUO SUDICIUME SARÁ IL SUDICIUME DELLA SINISTRA A IMPORSI AL POTERE ... L´ORIGINALITÁ DEL MOTTO LENINISTA APPARTIENE INNANZI TUTTO A LORO, VOI VE NE SIETE APPROPRIATI

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 11/10/2017 - 13:10

Arrestare i capi politici, che anziche' amministrare la regione autonoma per il bene dei cittadini, hanno preferito giocare la carta dell'ambizione personale. Vogliono essere statisti, sono solo dei personaggi piccoli piccoli. In piu` proclamano l'indipendenza ma la sospendono...Che nano politico. Nel frattempo hanno distrutto la reputazione della Catalogna, il suo turismo, persino il calcio. In galera per alto tradimento e` l'unica soluzione.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 11/10/2017 - 13:18

CADAQUES 12:42 - Boiate! Per la Legge Spagnola questo referendum e questa indipendenza sono ILLEGALI. E comunque la "volonta` democratica" e` dall'altra parte: il risultato del 90% su 42% di votanti la dice lunga sulla vera volonta` del popolo Catalano. Per non parlare poi delle evidenti irregolarita` del voto, gente che votava online chissa` come, che usava scatoloni non ufficiali, o che addirittura andava al seggio piu` di una volta (c'e` il video di un blogger che documenta la sua doppia votazione). Questa e` una pagliacciata che va repressa come si deve.

Libertà75

Mer, 11/10/2017 - 13:32

prestare attenzione ai diversamente onesti, il nostro omar il mukkaiolo tifa per i catalani perché trattasi di comunità antifascista, non ha neanche capito di cosa si stratta... ma la Catalogna fa bene, la Lombardia e il Veneto invece fanno male, perché? ma solo perché non sono regioni rosse, ovvio... ma avremo mai un suo commento intelligente? ai posteri l'ardua sentenza

martinsvensk

Mer, 11/10/2017 - 14:32

Umberto leoncino. Il tuo ributtante razzismo antimeridionale non meriterebbe non dico una risposta ma neanche un pensiero qualsiasi. Per tua regola, non che la cosa ti riguardi, non sono meridionale ( se lo fossi non ci sarebbe niente di male) e non lo è neanche la Spagna, paese libero e democratico , evoluto e ospitale. Semmai sono i catalani che mostrano il vero volto della Sinistra, razzista e irresponsabile che farà sprofondare la Catalogna nel decimo Mondo. Con questo concludo lo scambio ideale con te tue idee perché oltre perderei di dignitá e di tempo prezioso.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 11/10/2017 - 15:16

Umbertoleoni e Cadaques avete una vita felice? Mi e' sempre piu' difficle comprendere l'offesa gratuita. Capisco che l'assenza di una preparazione di fondo e la mancanza di argomenti non aiuti, ma e' il caso di "spottichiare" costantemente senza conoscere e con tanta agressivita'?

Libertà75

Mer, 11/10/2017 - 16:41

@umbertoleoni, sei pesante fratello! L'indipendentismo non è un principio giuridico internazionale riconosciuto a nessuna provincia - regione o comunità locale. L'unico escamotage è la guerra civile poiché l'interesse maggiore della pacificazione dell'area porta a storture giuridiche. Il punto è che la Catalogna non è una "repubblica federata" alla Spagna, ma una regione autonoma. Non si possono aprire parallellismi con Scozia o Crimea, sono casi diversi. Ciao.