Pokemon Go, in Thailandia la polizia crea un'unità speciale: "Andiamo a caccia di cacciatori"

La polizia thailandese ha annunciato la creazione di un'unità speciale che andrà a caccia di quei giocatori di Pokemon Go che mettono a rischio la sicurezza stradale

La Pokemon Go mania ha preso proprio tutti in Thailandia e anche la polizia della capitale, Bangkok, ha deciso di andare a caccia. Non di pokemon, ma di tutti quei giocatori che con il loro comportamento minacciano la circolazione automobilistica della capitale. Da quando l'app per smartphone è stata rilasciata, la polizia locale ha registrato un aumento di incidenti stradali. Per questo si è deciso di prendere provvedimenti.

Lo riferisce il Bangkok Post che spiega che i poliziotti saranno attivi nelle dieci arterie principali della città: Sukhumvit, Phaya Thai, Rama I, Rama IV, Henri Dunant, Sathon, Phetchaburi, Phahon Yothin, Vibhavadi Rangsit, più la rotonda del Monumento alla vittoria.

In tutto l' "unità speciale" della polizia municipale sarà formata da 50 agenti. Saranno "armati" di telefoni cellulari con videocamera e dovranno fare in modo di prevenire gli incidenti provocati dai fanatici del gioco.

Il capo ad interim della polizia, Sanit Mahathavorn, ha annunciato che i cacciatori di pokemon, alla guida di veicoli e a piedi, che con i loro comportamenti minacceranno di causare disagi e incidenti saranno puniti con multe di mille bat (circa 25 euro). La caccia ai cacciatori (di pokemon) è partita.