La polizia era sulle tracce di Amri ma non potè arrestarlo

Gli inquirenti sapevano che Amri voleva realizzare un attentato ma il tunisino fu salvato grazie ad alcuni cavilli di legge

Ci sarebbe un'incredibile catena di errori, incompetenza e imbecillità dietro alle circostanze che portarono Anis Amri a poter realizzare l'attentato terroristico che il 19 dicembre scorso causò la morte di dodici persone che passeggiavano per i mercatini natalizi a Berlino.

Una sequela di passi falsi commessi dai vari apparati di sicurezza tedeschi, dalla magistratura alla polizia. Oggi due importanti testate giornalistiche teutoniche pubblicano nuove rivelazioni che contribuiscono a definire il quadro che permise ad Amri di agire indisturbato. Le intenzioni criminali del terrorista tunisino sarebbero state ben note, ma il sospetto non venne arrestato a causa di alcuni cavilli di legge.

Gli infiltrati nella cellula di Abu Walaa

La polizia tedesca, ad esempio, sarebbe da tempo stata sulle tracce della cellula di Abu Walaa, predicatore radicale operante in Nord Reno-Westfalia a cui Amri faceva riferimento e che è stato arrestato lo scorso novembre. Le autorità germaniche avrebbero ottenuto informazioni preziose grazie a due infiltrati: si sapeva, infatti, che i jihadisti stavano studiando un attentato terroristico da realizzare con un tir imbottito di esplosivo da lanciare sulla folla.

Secondo il quotidiano di Colonia Kolner Stadt Anzeiger, nel dicembre 2015 Amri avrebbe partecipato a una marcia di esercitazione con un pesante bagaglio sulle spalle, nell'ambito di un programma di esercitazioni alla jihaad - sempre promosso da Abu Walaa - a cui prendevano parte molti giovani aspiranti jihadisti. Una sorta di indottrinamento alla guerra santa, con tanto di lezioni di arabo e prove pratiche.

Amri inoltre avrebbe addirittura cercato istruzioni su come costruire bombe su internet. Nel luglio 2016, un agente sotto copertura del Land del Nord Reno Westfalia avrebbe addirittura riportato che Amri si era vantato di essere pronto a fare una strage. Minacce poi ripetute in più occasioni.

Le pastoie della legge impedirono l'arresto di Amri

Niente di tutto questo, però, sarebbe bastato ad espellerlo dal Paese o anche solo ad arrestarlo. Secondo la legge tedesca, infatti, occorrono prove molto più pesanti per convincere i tribunali della pericolosità di un soggetto e della necessità di porlo sotto custodia cautelare.

Così l'unico appiglio per sbarazzarsi del pericolo sarebbe stato quello di rimpatriarlo in Tunisia, di dove era originario: ma il Paese nordafricano, riporta la Suddeutsche Zeitung, avrebbe cercato di rimandare il più possibile il rimpatrio di quel connazionale pericoloso proprio perché sapevano che si trattava di un soggetto a rischio.

Così le procedure per allontanare Amri dalla Germania si sono concluse solo il 21 dicembre, due giorni dopo la strage di Berlino, quando la Tunisia ha finalmente inviato a Berlino i documenti necessari per il rimpatrio, dopo esservi stata costretta dal confronto delle impronte digitali, che provavano la nazionalità del ventiquattrenne.

Ma le mancanze delle autorità tunisine non possono comunque far passare in secondo piano l'incredibile sequenza di passi falsi di quelle tedesche: basti pensare che da marzo a settembre del 2016 il telefono di Amri era sotto controllo perché sospettato di essere coinvolto in un traffico di droga. Oltre quel periodo, però, le intercettazioni non furono prolungate perché per i casi di spaccio la legge tedesca consente intercettazioni per un periodo massimo di sei mesi.

Commenti

blackindustry

Gio, 05/01/2017 - 16:06

Anche i crucchi hanno i loro "compagni" che infestano la giustizia tedesca...

MaxSelva

Gio, 05/01/2017 - 16:11

stanno cercando di sminuire la portata dell'attentato dicendo che hanno fatto una "disattenzione" una volta e non capitera' piu' ?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 05/01/2017 - 16:18

Quei cavilli di legge hanno sulla coscienza una dozzina di innocenti. Cambiare subito quella legge o quei cavilli, no? Bisogna andarsi a cercare altre vittime, e proseguire con l'immobilismo?

Happy1937

Gio, 05/01/2017 - 17:13

Europa smidollata e boldriniana!

Ritratto di nando49

nando49

Gio, 05/01/2017 - 17:14

Sono proprio i "cavilli" a rovinare l'esistenza della gente. E i cavilli li creano i politici e i burocrati. Naturalmente chi ne beneficia sono :terroristi,mafiosi,evasori ecc..

istituto

Gio, 05/01/2017 - 17:30

Cavilli di legge ! Ci penserà Alternative fur Deutschland quando arriverà a governare ( e se continua COSÌ tra accoglienza di massa e cavilli di legge buonisti non ci metterà molto) alle prossime ELEZIONI dell'autunno 2017 a sistemare i cavilli di legge ed a creare leggi durissime per l'espulsione immediata. Cara Merkel anche con queste leggi IMBECILLI ti stai ,politicamente parlando, scavando la fossa. Ed è meglio così.

Mobius

Gio, 05/01/2017 - 17:37

Dove si dimostra una volta di più che, in ultima analisi, a beneficiare della legge sono in primo luogo i delinquenti.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 05/01/2017 - 18:05

Sì perché invece noi con le Leggi che abbiamo, con chi le applica e interpreta stiamo tranquilli vero?

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Gio, 05/01/2017 - 18:16

Come al solito si parla del secondo livello, quello di coloro che debbono obbedire! Nessuna parola invece sulle decisioni prese dalla casta di potere: sinistra questa casta di potere! Tragiche le parole di un esponente, a livello continentale detto esponente bravo: Non ci faremo intimidire! E la gente è morta! Ma nulla è cambiato, quindi la gente continuerà morire! Ma per loro della casta nulla cambiano! A chi obbediscono questi signori della casta di potere! C'è un padrone oscuro che decide ed ordina? E questa sinistra casta di potere sinistro è tutta tesa alla obbedienza! Chi lo sa parli, ne va della vita di persone che solo ambiscono di stare in tranquillità a casa loro! Come te, come lui e come me! Loro della casta? Ah loro non si fanno intimidire! ... Libertà o cara

Silvio B Parodi

Gio, 05/01/2017 - 18:18

il buonismo uccide molto di piu' del terrorismo (Kafka)

uberalles

Gio, 05/01/2017 - 18:20

Vi siete mai chiesto perché i Tedeschi non hanno mai vinta una guerra? Sono dei faciloni, degli esecutori di ordini ma nessuno prende una iniziativa, ed ecco il risultato. Andate a raccontarlo alle famiglie delle vittime, imbecilli!!!

People

Gio, 05/01/2017 - 18:25

Lo Stato di diritto e la democrazia hanno fallito. Serve una svolta autoritaria che limiti le libertà a beneficio fella sicurezza. Chi non fosse d'accordo andrebbe semplicemente esiliato.

Una-mattina-mi-...

Gio, 05/01/2017 - 18:43

AHAHAHAH, E DOPO CI VENGONO A DIRE CHE SIAMO AL SICURO SOLO PERCHE' FANNO PASSEGGIARE NELLE PIAZZE DEI POVERI POLIZIOTTI AL FREDDO. La vera prevenzione non la vogliono fare, visto che le forze di Polizia sono composte da galantuomini frustrati dalle pastoie di leggi obsolete e inadatte. Spesso poi si cerca addirittura di imbavagliare la stampa quando denuncia i crimini dei vitelloni autocertificati. Ma dove vogliamo andare?

blackbird

Gio, 05/01/2017 - 18:43

Le nostre regole ci uccideranno! I terroristi e i criminali sono solo degli esecutori: la pistola che spara, ma il grilletto lo tira il nostro dito!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 05/01/2017 - 19:00

anche qui i cavilli hanno liberato boss dei più pericolosi. Ma si può essere più cxxxxxi di così?

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 05/01/2017 - 19:12

Oramai in tempo di guerra c'è l' equivalenza burocrazia=terrorismo

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Gio, 05/01/2017 - 19:13

Mah, guardate solo il sito web da cui sbuca fuori questo qua ...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 05/01/2017 - 19:41

Mi sovviene che il tanto decantato mondo industrializzato e sedicente civilizzato si stia suicidando con il concorso dell'inquinamento ambientale tant'è che studi medici appurano che detto inquinamento induce l'essere umano a una forma di demenza scatenata dalle sostanze inquinanti vedi scarico autoveicoli, industrie chimiche e quant'altro. Se poi i nostri affabili politici dopo comprovate situazioni di conflitto fra le leggi e i fatti delittuosi a cui le leggi stesse danno omertosa connivenza il cerchio si chiude. Se le leggi sono controproducenti per la garanzia della vita civile di un popolo perché non si opera tempestivamente a cambiare dette leggi e a proporre i dovuti rimedi? Mi sovviene che anche Tafazzi si esimerebbe dal continuare la sua opera distruttiva.

timoty martin

Gio, 05/01/2017 - 19:50

Fate sapere ai parenti/genitori delle vittime che hanno perso i loro cari per alcuni "cavilli di legge"....

honhil

Gio, 05/01/2017 - 21:15

Ci sono gli infiltrati. E gli infiltrati rischiamo la vita. Eppure chi se ne sta al calduccio e al sicuro dietro una scrivania e in un palazzo sorvegliatissimo, della vita degli infiltrati ne fa carta stralcia e ne frega altamente anche dei pericoli mortali che gli indifesi suoi connazionali possono correre. E corrono.

mariod6

Gio, 05/01/2017 - 23:45

Contro il terrorismo islamico servono leggi più severe. Se un caprone è sospettato di attività sovversive deve essere messo in galera e la chiave va buttata nel fiume. basta con tutti questi distinguo; i mussulmani se ne fregano delle nostre leggi ed anzi le usano per colpirci più duramente e senza conseguenze.

Jimisong007

Ven, 06/01/2017 - 00:54

Al tempo di Baader erano piú in gsmba

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 06/01/2017 - 08:19

PER; DIRE LA VERITÁ QUI IN GERMANIA PIU DEI CAVILLI DI LEGGE CI SONO I SERVIZI SEGRETI CHE NON COLLABORANO CON LA NORMALE POLIZIA; É SE LA POLIZIA NON PUO ARRESTARE UN PRESUNTO TERRORISTA COME FA LA GIUSTIZIA A GIUDICARLO?; CHE CON I PROFUGHI SONO ARRIVATI ANCHE I TERRORISTI IN EUROPA QUESTO ERA CHIARO A TUTTI;É SOLO I POLITICI IDIOTI CHE ABBIAMO NON LO HANNO CAPITO; MA IN ITALIA IL DISCORSO É DIVERSO DALLA GERMANIA; PERCHE QUI IN GERMANIA I PARTITI DI GOVERNO NON HANNO LE COOP DEL PDPCI É IL VATICANO CHE GUADAGNANO MILIARDI CON IL BUSINESS DEI PROFUGHI!.

Mannik

Ven, 06/01/2017 - 08:26

@Silvio - L'ha deciso lei che la sua è una citazione di Kafka? La parola buonismo non esisteva neppure ai suoi tempi inquanto è un neologismo.