La Polonia nel mirino dell'Ue

Varsavia sta subendo un attacco politico e mediatico capeggiato da Bruxelles

La Commissione europea ha stilato la lista dei “buoni” propositi per il nuovo anno. Tra questi vi è l’auspicio, per Bruxelles, che la Polonia rientri nei ranghi dell’Unione europea. Varsavia sta infatti subendo un attacco politico e mediatico capeggiato da Bruxelles.

Nel 2016 è stata addirittura avviata un’inchiesta, per conto Ue, all’interno del Paese per verificare il rispetto delle linee guida democratiche espresse all’interno del Trattato di Lisbona, ovvero quello che vorrebbe essere la Costituzione europea. Ciò che viene rimproverato al partito al Governo, Diritto e Giustizia, sarebbero le recenti riforme in ambito mediatico e giuridico.

Come riportato dalla Reuters, l’opposizione polacca ha organizzato una protesta all’interno del Parlamento contro la decisione governativa di porre restrizioni sui media nazionali. La contestazione dell’opposizione riguardava anche la riforma giudiziaria che secondo i critici “comprometterebbe l’indipendenza del sistema giudiziario polacco”.

La Commissione europea ha riproposto lo stesso pacchetto di critiche già rivolte al Presidente ungherese Viktor Orban, colpevole anch’egli di non rispettare i canoni democratici bruxelliani. La minaccia europea ha però assunto dei contorni precisi, perché la Commissione ha fatto specifico riferimento alla possibilità di ricorrere all’articolo 7.1 del Trattato di Lisbona. Questo prevede l’applicazione di sanzioni economiche nel caso in cui la Polonia non dovesse rispondere entro due mesi dall’inizio dell’inchiesta. Il governo polacco pare però non voglia sentire ragioni riguardo ad un eventuale passo indietro sulla sua politica. Anzi. Il partito al Governo, Diritto e Giustizia, è al potere dall’ottobre 2015, dopo aver ottenuto un’ampia maggioranza alle elezioni. Può vantare infatti 235 seggi in Parlamento contro i 138 del secondo classificato, Piattaforma Civica.

Diritto e Giustizia ha da sempre una forte impronta di destra, conservatrice, ma soprattutto euroscettica. Un punto che sicuramente non ha creato simpatie negli ambienti di Bruxelles. Uno dei più noti esponenti di Diritto e Giustizia, Jarosław Kaczyński, ex Primo Ministro polacco, avrebbe una spiegazione “alternativa” alla vulgata tradizionale per spiegare l’avversione dell’Ue.

Kaczyński ha innanzitutto definito “una commedia assoluta” l’inchiesta avviata dalla Commissione europea perché “non c’è nulla in Polonia che stia infrangendo le leggi democratiche”. L’ex Primo Ministro polacco punterebbe il dito più sulle scelte economiche attuate dal Governo, piuttosto che su eventuali violazioni di democrazia. Come riportava la Reuters, il nuovo Governo in carica avrebbe da un anno attuato una forte statalizzazione dell’economia, che avrebbe portato alla riduzione del rating polacco stilato dall’agenzia Standard and Poor’s.

Ciò che secondo Kaczyński non va giù a Bruxelles sarebbe proprio la lotta alle privatizzazioni selvagge che dal crollo dell’Urss avevano dominato l’agenda economica del Paese. “Stiamo vedendo una rivolta contro questo fatto, ovvero che stiamo togliendo i soldi che le elitès hanno saccheggiato e li stiamo ridistribuendo”, questa è la spiegazione dell’ex Primo Ministro e Presidente di Diritto e Giustizia. Segnale del cambio di rotta economico sarebbe la riduzione della crescita del PIL, passata in un anno dal 3.9 al 2.5%. Segnale della riduzione degli investimenti stranieri nel Paese. La Polonia entra così nella lista degli “stati canaglia” all’interno dell’Ue, affiancando l’Ungheria. L’isolamento di Bruxelles potrebbe però avvicinare i “dissidenti” sempre più a Mosca.

Commenti
Ritratto di trinity

trinity

Mer, 11/01/2017 - 14:04

Jarosław Kaczyński fa bene, difende la sovranità del suo popolo contro la dittatura di Bruxelles, che vuole impoverire i popoli. Come bene fa anche Orban, altra pecora nera per la UE. Abbiamo solo da imparare da loro.

evuggio

Mer, 11/01/2017 - 14:53

Bruxelles riceve ordini da Berlino; e li di attacchi alla Polonia (e non solo) sono esperti!

MaxSelva

Mer, 11/01/2017 - 15:12

lavoro spesso con la Polonia... ho tanta stima per loro. lavorano sodo amano il loro paese lo vogliono forte e quando si passa dalla germania alla Polonia ci si rende conto che la germania e' diventata povera e decadente mentre la Polonia sta' avanzando a passi da gigante ed ha da tempo superato la germania. Dovremmo guardare alla Polonia come un esempio, meritevole di tutte le nostre lodi.

MaxSelva

Mer, 11/01/2017 - 15:14

addendum : in Polonia il governo ha appena varato un aiuto alle famiglie di 500zl per figlio. Che rispetto al costo della vita la valgono 500e Inoltre si stanno sobbarcando di rifugiati ukraini, con i quali condividono una parte di storia, cultura, religione e che lavorano sodo quanto loro.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 11/01/2017 - 15:48

UERSS. Sempre più palesemente una dittatura.

Ritratto di Quasar

Quasar

Mer, 11/01/2017 - 15:49

I bruxelliani ne usciranno sconfitti. Quello che conta e' la volonta' popolare dei polacchi e la sovranita' della Polonia, quella dei bruxelliani e' una azione repressiva della liberta'.

Ritratto di Quasar

Quasar

Mer, 11/01/2017 - 15:50

Berlino non occupera' altro suolo polacco.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 11/01/2017 - 15:51

MaxSelva - Rifugiati Ucraini? Ma come ? I media atlantici ci han detto che l'Ucraina dopo la rivoluzione a libro paga CIA per volere di Soros è un paradiso ...

glasnost

Mer, 11/01/2017 - 15:54

Voi polacchi, che sembra possiate farlo, lasciate in fretta questa associazione di dannosi burocrati che si chiama europa e diventate autonomi come la svizzera.

VittorioMar

Mer, 11/01/2017 - 16:38

...l' UE non ha capito che le imposizioni non sono gradite ,altrimenti arriva il LUPO CATTIVO SIBERIANO E SE LA MANGIA!!

ohibò44

Mer, 11/01/2017 - 17:06

“Linee guida democratiche” significato dal Dizionario della lingua UE : La UE è il tuo Dio economico e politico, non avrai altro dio economico e politico all’infuori della UE

piazzapulita52

Mer, 11/01/2017 - 17:25

Dobbiamo sperare che questa dittatura UE abbia fine. I popoli europei hanno perso la propria sovranità e subiscono la prepotenza dell'UE e dell'elite! Popoli europei liberi e sovrani! L'Ue e l'euro? Cose immonde da eliminare al piu' presto!

cir

Mer, 11/01/2017 - 17:38

difficile dimostrare che non c'e' possibilita' di vita al di fuori della ue. ( il minuscolo e' in segno di disperezzo )

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Mer, 11/01/2017 - 18:35

https://www.youtube.com/watch?v=nIqyemaht8E svegliatevi!!!

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Mer, 11/01/2017 - 19:08

Bruxelles è un sfasciacarrozza dittatoria...vuole togliere la sovranità ai polacchi...Jarosław Kaczyński fa benissimo a difendere i loro diritti e con una crescita del PIL da sogni oltre il 2,5%, evidentemente alla Commissione europea non gli sta bene!!!

Anonimo (non verificato)

Klotz1960

Mer, 11/01/2017 - 19:42

La Polonia non e' mai stata ne' mai sara' un Paese moderato ed equibrato. I Polacchi poi si ritengono una colonna portante dell'Occidente. In realta' sono sempre stati marginali, salvo creare guai e guerre in comtinuazione.

Cesare007

Gio, 12/01/2017 - 08:01

Klotz1960 sei ispirato da Goebbels!!!