Polonia, uccidono 4 figli neonati e li nascondono dentro una stufa

La sconcertante scoperta è avvenuta grazie ai vicini di casa della coppia; vedevano la donna sempre incinta, ma di bambini non c'era mai traccia. Marito e moglie rischiano seriamente l'ergastolo

Orrore in Polonia, dove una giovane coppia di Ciecierzyn, un paese facente parte del Voivodato di Lublino, è accusata dell'omicidio di ben 4 figli neonati. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti marito e moglie, di rispettivamente 37 e 27 anni, avrebbero ucciso i piccini solamente perchè dopo la nascita del loro primogenito, che oggi ha 6 anni, non volevano avere altri figli. Così ogni qualvolta la donna restava incinta partoriva nel bagno di casa e poi, con l'aiuto del marito, soffocava i neonati con un sacchetto di plastica, occultando i corpicini dentro ad una stufa oppure sotto un albero.

La sconcertante vicenda è venuta a galla grazie ai vicini di casa della coppia di assassini, insospettiti nel vedere la donna sempre incinta, ma senza mai traccia di bambini. Sempre secondo le autorità locali la 27enne era solita negare costantemente le gravidanze a chiunque le chiedesse se fosse in dolce attesa, giustificando il pancione con dei semplici problemi di stomaco.

Marito e moglie sono adesso accusati dalla polizia polacca, che li ha denunciati per omicidio ed occultamento di cadavere. I due, secondo le leggi della Polonia, rischiano seriamente l'ergastolo.