Quel predicatore "senza nome" che ha avvicinato Amri al jihad

Boban Simeonovic faceva parte della rete di Abu Walaa. Teorizzava lo "stato di guerra" in Germania. E aiutò Amri a partire per il jihad

Anis Amri viene ucciso nella notte di venerdì a Sesto San Giovanni e mentre si indaga sulle motivazioni che possono aver spinto il terrorista a ritornare in Italia, da dove aveva fatto perdere le sue tracce nel 2015, si apre un altro mistero legato al suo presunto coinquilino in Germania, un misterioso individuo di origine balcanica, con cittadinanza tedesca e serba, arrestato l’8 novembre assieme al predicatore iracheno Abu Wala e ad altri tre sospettati di terrorismo nel Nord Reno-Westfalia.

Inizialmente il soggetto veniva identificato soltanto come Boban S., 37 anni, in seguito iniziano però a emergere maggiori elementi.

La Cnn pubblicava alcune informazioni sul soggetto, identificato come Boban Simeonovic, 37 anni, di Dortmund, personaggio ritenuto tra i più radicali all’interno della rete di Abu Walaa. Il sospettato parlava spesso di “stato di guerra” in Germania e della necessità di combattere in Siria o di colpire in Europa, tanto che pare avesse cercato di aiutare Amri a partire per il jihad, tramite contatti nella moschea di Hildesheim. Simeonovic avrebbe inoltre portato Amri ed alcuni altri “confratelli” a fare esercizio fisico in montagna e avrebbe fornito al tunisino un nascondiglio.

Resta però da capire chi sia veramente Boban Simeonovic, visto che in Serbia c’è chi nutre dubbi al riguardo.

Dzevad Galijasevic, esperto serbo di terrorismo, rendeva noto che il nominativo Boban Simeonovic, veniva utilizzato in più occasioni come nome fasullo su passaporti contraffatti serbi usati da musulmani della Bosnia e del Sangiaccato come Abid Podbicanin, Izudin Crnovrsanin, Sejad Plojovic, Mirza Ganic, Eldar Kundakovic. Veniva inoltre messo in evidenza come si trattasse di un nominativo, quello di “Boban”, che i serbi non avrebbero mai utilizzato, aggiungendo che anche il macellaio di Kacanik, Lavdrim Muhaxheri, in un vecchio documento falso aveva utilizzato il nome “Boban” Debic.

Alcuni media serbi riuscivano invece a fare un collegamento tra il soggetto citato nell’articolo della CNN e il villaggio di Sarbanovac, nei pressi di Bor, nell’est della Serbia, da dove proverrebbero i genitori di un certo Boban Simeonovic, nato proprio a Dortmund e laureatosi in ingegneria biochimica. I genitori vivevano in Germania da circa quarant’anni e rientravano in Serbia prevalentemente in estate.

Cittadino tedesco, Boban si era convertito all’Islam radicale con il nome “Abdurrahman”. Testimoni di Sarbanovac spiegavano che nel 2015 l’uomo era tornato al villaggio dei genitori assieme alla seconda moglie, una tedesca anch’essa convertita all’Islam e con il velo (Boban aveva alle spalle un altro matrimonio con una donna ucraina).

L’uomo aveva dato nell’occhio nel villaggio, sia per il modo in cui era vestito che per la barba da salafita.

Secondo fonti di Belgrado, Boban non parlava fluentemente il serbo e in Germania aveva il compito di indottrinare e preparare psicologicamente all’azione i futuri attentatori.

Sarà fondamentale chiarire chi è veramente tale Boban Simeonovic e il suo effettivo ruolo all’interno della rete jihadista di Abu Walaa anche perché non è da escludere che Anis Amri da Sesto volesse poi continuare il suo viaggio verso i Balcani.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 24/12/2016 - 11:36

Se il pericolo sono i predicatori, basterebbe mettere al bando tutti i predicatori. Fino a nuovo ordine, finchè non si placa questo clima di odio.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 24/12/2016 - 12:47

Invece ai predicatori d'odio gli costruiscono le moschee con i nostri soldi per farli lavorare meglio.

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 24/12/2016 - 12:50

Fino a che l'Europa darà segnali di debolezza continuando nella politica indiscriminata sull' immigrazione questi assassini avranno gioco facile a progettare attentati. I politici europei hanno reso la giornata dei cittadini come una roulette russa.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 24/12/2016 - 13:37

Se fate caso ormai le fila le tirano sempre più GLI EUROPEI "CONVERTITI". Qui si parla di un tedesco originario della Serba. Ovvero di un paese Cristiano-Ortodosso, slavo e antislamico. Il fondatore della Polizia della Sharja, SVEN LAU, è un tedesco-tedesco-tedesco che più tedesco non si può. Il primo IMAM INDOTTRINATORE di questo Amri si chiama DOMENICO QUARANTA e guidava la preghiera (per l'appunto Imam) in un reparto dove erano ingabbiati gli islamisti in un carcere siciliano. Devo dirvi di quale paese è originario Domenico Quaranta?

Maura S.

Sab, 24/12/2016 - 14:31

My dear Omar, ancora poco poi I cristiani si organizzeranno per riprendere le crociate, allora saranno sorci verdi per quelli che pretendono di spadroneggiare nei nostri paesi. Chissà che nel prossimo futuro anche lei non si trovi nella lista degli infedeli, poiché allora saremo noi a riprenderci i nostri valori.

maurizio@rbbox.de

Sab, 24/12/2016 - 15:36

Non so di che paese sia Domenico Quaranta, so solo che è compare tuo!!! Eh Omar?! Tuo!.

Blueray

Sab, 24/12/2016 - 15:56

La rete del male di origine islamica è già talmente fitta che con estrema difficoltà si riesce a districarsi fra le sue trame sanguinarie. Continuando le operazioni di importazione, costruendo luoghi di culto e mollando la guardia su predicatori criminali, non sarà più materialmente possibile seguirne le mosse e tentare di arginare o seguire i soggetti pericolosi che già oggi danno un grandissimo daffare alle forze dell'ordine con costi e necessità di uomini in continua ascesa. Un motivo di più dunque per farla finita con questa politica scellerata dell'accoglienza. Divieto di sbarco alle navi delle Ong, la Marina resti in porto a Taranto, ai satellitari si sono scaricate le batterie, ed espulsione coatta EFFETTIVA per tutti gli irregolari, i clandestini e i delinquenti. Ci vuol tanto?

darthfener

Sab, 24/12/2016 - 17:18

speriamo che questo maiale vada all'inferno dove troverà tanti maiali della sua religione di mxxxa

darthfener

Sab, 24/12/2016 - 17:38

un maiale di meno sulla faccia della terra. e mi scuso profondamente con i maiali

pensaepoiagisci

Sab, 24/12/2016 - 20:01

TUTTI I SOSPETTATI FORA DI BALL