Il premier Valls: "Salah è in fuga"

Le autorità francesi "non sanno" come Abdelhamid Abaaoud, la mente degli attentati di Parigi, sia entrato in Francia

Le autorità francesi "non sanno" come Abdelhamid Abaaoud, la mente degli attentati di Parigi, sia entrato in Francia. Lo ha ammesso il primo ministro francese Manuel Valls, intervistato da France2. "Non lo sappiamo", ha risposto il premier ad una domanda diretta, ricordando che il terrorista ucciso nel raid di ieri era ritenuto "l’ispiratore" di diversi progetti di attentati in Europa contro il quale era stato spiccato "un mandato d’arresto europeo ed internazionale". Ma Valls ha ribadito che la risposta a questo non può essere invocare il ritorno alle frontiere nazionali, ricordando che anche prima di Schengen in Francia ci sono stati attentati.

Come se non bastasse, Valls ha detto che la Francia non sa se l’ottavo attentatore di Parigi, Salah Abdesalam, sia in Francia o in Belgio. Adesso, sempre secondo il premier, il rischio è anche quello di attacchi chimici. Intanto il presidente francese, Francois Hollande, ha ordinato l’intensificazione dei raid aerei contro l’Isis in Iraq e in Siria. Hollande ha incontrato oggi ministri e i capi delle Forze armate francesi.

Commenti

goligo

Gio, 19/11/2015 - 22:56

E la sceneggiata continua.....

oicul44

Gio, 19/11/2015 - 23:35

ma lo vogliono cercare o serve solo per i giornalisti?