Presentata la richiesta di impeachment contro Trump

Il deputato democratico della California Brad Sherman, con il sostegno del texano Al Green, ha presentato una richiesta di impeachment contro Trump, che si basa su accuse di ostruzione alla giustizia legate al licenziamento del capo dell'Fbi James Comey

Il presidente Donald Trump fa sapere che non era stato informato dell’incontro dello scorso giugno tra suo figlio, Donald Jr, e l’avvocato Natalia Veselnitskaya, che ha offerto informazioni compromettenti su Hillary Clinton. "No, non l’ho saputo fino ad un paio di giorni fa", ha detto Trump in un’intervista a Reuters. Il presidente ha poi difeso il figlio affermando che in molti avrebbero agito nello stesso modo: "Molte persone avrebbero avuto quell’incontro". Intanto, con il presidente a Parigi per le celebrazioni del 14 luglio, a Washington si alza il livello dello scontro per il Russiagate.

Un deputato, il democratico Brad Sherman, ha presentato al Congresso una proposta di impeachment nei confronti del presidente. Accusa il commander-in-chief di ostruzione alla giustizia durante le indagini federali sulle presunte interferenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016. Sherman cita come motivazione il licenziamento di James Comey dalla direzione dell'Fbi, che guidava le indagini sul Russiagate, e "altri crimini e reati minori" nel corso delle indagini sul sospetto di collusione tra il team elettorale di Trump e il governo russo.

La richiesta di Sherman è stata sostenuta dal deputato democratico Al Green, del Texas. È difficile che la richiesta passi, visto che la Camera è a maggioranza repubblicana. Alcuni leader democratici, tra l'altro, hanno preso le distanze dall'iniziativa: "L'introduzione degli Articles of Impeachment ha due esiti possibili. Primo, ho la debole speranza che ispiri un 'intervento' nella Casa Bianca", "secondo, e più probabile, (...) sarà il primo passo di una lunga strada", ha scritto Sherman in una dichiarazione. Aggiunge: "Introduco la proposta per iniziare un lungo processo con cui proteggere il nostro Paese da abuso di potere, ostruzione alla giustizia, e incompetenza impulsiva e ignorante".

La proposta di impeachment arriva il giorno dopo che il figlio del presidente, Donald Trump Jr, ha ammesso di aver incontrato un'avvocata russa per ottenere informazioni scomode sulla Clinton. Il New York Times ha descritto l'avvocata come "collegata al Cremlino", che ha però negato di aver mai avuto contatti con la donna.

La Cnn pubblica un video con i protagonisti dello scandalo

Nemica giurata del presidente, la Cnn ha mandato in onda un video in cui si vede Trump a cena quattro anni fa con tutte le figure chiave dello scandalo sulle presunte ingerenze della Russia nelle elezioni presidenziali americane del 2016. Nel video, datato 15 giugno 2013, si scorge il tycoon impegnato in un’animata conversazione con il magnate russo di origine azera, Aras Agalarov, divenuto più suo partner commerciale a Las Vegas, suo figlio (star del pop) Emin e il suo produttore, il britannico Rob Goldstone. Cnn presenta il filmato parlando di "nuovi dettagli sullo stretto rapporto tra Trump e gli Agalarov", che poi fecero un accordo milionario con l’immobiliarista newyorkese per portare il concorso di Miss Universo a Mosca nel 2013.

Il miliardario di origine azera è proprietario fra l’altro di una delle sale per eventi più grandi di Mosca, il Crocus City Hall, e suo figlio Emin, 37enne, è una popstar famosa in tutta l’ex Urss. Secondo quanto emerso dallo scambio di email tra Donald Jr Trump, il figlio maggiore del capo della Casa Bianca, e Goldstone, proprio gli Agalarov si misero a disposizione per facilitare da parte russa l’incontro alla Trump Tower, avvenuto a giugno del 2016, tra Trump jr e l’avvocatessa Natalia Veselnitskaya, con presunti legami col governo di Mosca. Agalarov ha smentito di avere una frequentazione con Goldstone. "A stento lo conosco: ha lavorato come manager di Emin per un periodo, quando si promuoveva negli Usa"

Commenti

mister_B

Gio, 13/07/2017 - 10:48

a questo punto, quando non si sa che dire per difendere l'indifendibile, si parla di assalto giudiziario. manca solo la giustizia ad orologeria. in usa i giornalisti fanno il loro mestiere. in italia ci meritiamo dei lacché come sacchelli

Ritratto di deep purple

deep purple

Gio, 13/07/2017 - 10:48

I democratici sembrano il pd, la cnn sembra rai tre, i giornali sembrano tutti la "repubblica" e "il corriere della sera" e la magistratura sembra magistratura democratica. In America si sono italianizzati alla grande.

Ritratto di massacrato

massacrato

Gio, 13/07/2017 - 11:16

Buonismo ipocrita e correttezza politica a parole. Basterà un secolo per tornare uomini tutti di un pezzo? O non ce ne sono mai stati?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 13/07/2017 - 11:53

Le buone relazioni col Governo di Mosca sono un deterrente alla guerra nucleare, perciò sono un merito di pace di Donald Trump, ragion per cui egli era eletto democraticamente a primavera, per cui le insolenze di "incompetenza impulsiva e ignorante" offendono il Popolo Americano.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 13/07/2017 - 11:53

Le buone relazioni col Governo di Mosca sono un deterrente alla guerra nucleare, perciò sono un merito di pace di Donald Trump, ragion per cui egli era eletto democraticamente a primavera, per cui le insolenze di "incompetenza impulsiva e ignorante" offendono il Popolo Americano.

Giorgio Colomba

Gio, 13/07/2017 - 12:03

Assistere ai quotidiani, scomposti isterismi dei rosiconi contro Donald ci ripaga finalmente degli otto anni di purgatorio (inferno?) con l'abbronzato islamico.

alfa553

Gio, 13/07/2017 - 12:09

A me Trump no e' simpatico, ma neanche quegli altri ed ormai e una loro prerogativa, persino nella patria della democrazia, fare fuori chi vince le elezioni, d'altra parte da stupidi quali sono, mi chiedo nell'urna c'era putin a fare la crocetta? in un mondo globalizzato, che io non sopporto, gli americani si sono arricchiti usando la rete a loro uso e consumo, e quando qualcosa va storto(per essi ,ovvio) ed allora.........questa e lordura, si vergognasse quella clinton,si deve vergognare e tutti quelli come lei.

greg

Gio, 13/07/2017 - 12:10

Negli USA circolano dei conteggi che ovviamente non vengono citato dalla stampa si sinistra liberal, quella che supportava, e supporta ancora l'ectopalsma di Obama e che supportava, e selvaggiamente ora attacca, per riportare i democratici, con la corrottissima Clinton, a dominare alla Casa Bianca, e nel mondo degli affari della politica liberal (che significa corruzione dilagante): da quando Trump ha vinto le elezioni i Clinton hanno visto sfumare milioni di dollari a decine, che erano già in predicato di entrare nella loro fondazione, e tanti altri personaggi che si intascavano milioni di dollari a quantità stratosferiche, e che improvvisamente si sono trovati con i rubinetti chiusi. Si vocifera che anche il criminale George Soros sia fra questi e che abbia visto il suo patrimonio impoverisrsi di alcuni miliardi di dollari. Mai come in questo caso di Trump si può dire: tanti nemici, tanto onore

nopolcorrect

Gio, 13/07/2017 - 12:31

Bene, Una previsione? Finirà a pernacchie contro i promotori della ridicola proposta di impeachment, per la disperazine di Luca Caracciolo,Furio Colombo e Lilli Gruber...

alox

Gio, 13/07/2017 - 13:25

Se Trump dovesse agire e fare quello che crede sarebbe gia’ empeached: ha fatto (o meglio gli hanno fatto fare) la giravolta di 180 gradi rispetto a Russia e NATO in modo che la maggior parte dei Repubblicani, in casi come questa mozione di impeachemnt, voteranno a protezione del presidente…comunque Trump prova e vorrebbe ridurre le sanzioni alla Russia ma prende ripetiuti NO dal congresso: e’ una testa dura e la pazienza ha un limite!

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 13/07/2017 - 13:46

Sembra di essere in itaglia con B. I metodi della sinistra sono gli stessi. Inventarsi accuse, ribaltare i governi leggitimamente eletti tramite magistratura corrotra e compiacente.

il corsaro nero

Gio, 13/07/2017 - 13:48

@mister_B: invece Hillary, che per tutti i crimini che ha commesso meriterebbe 100 anni di galera, la proclamiamo santa? Meno male che i giornalisti USA fanno il loro mestiere, perchè i due della CNN che avevano accusato Trump, si sono dovuti dimettere perchè hanno divulgato notizie false!!! Sei patetico!

ziobeppe1951

Gio, 13/07/2017 - 13:57

alox...tieni duro che ce la fai!...sappimi dire

ILpiciul

Gio, 13/07/2017 - 14:12

Premesso che, a mio parere, trattasi di vere e proprie pippe mentali dei "progressisti" veri oscurantisti nulla facens, il Presidente ELETTO può stare tranquillo perché è sufficiente che minacci, prove alla mano, di informare il globo terrestre di ciò che conosce in merito alla candidata perdente, non eletta e la bolla di sapone farebbe: Pluff. Secondo me, il Presidente è il più sveglio di tutto il condominio di uoscinton.

Mannik

Gio, 13/07/2017 - 16:38

Non l'ho saputo fino ad un paio di giorni fa..." Come comico avrebbe un futuro.

Mannik

Gio, 13/07/2017 - 16:44

Corsaro, si sta scrivendo di Trump, non faccia il whataboutista. Il motivo per cui i tre giornalisti della CNN sono stati allontanati non c'entra con il discorso elezioni, ma con una notizia, rivelatasi poi inesatta, su un presunto investimento di Trump in Russia. Lei confonde mele e pere.

alox

Ven, 14/07/2017 - 01:45

Ziobeppe prego prego, le cose sono li' da vedere e sentire...e PS Rob Muller sta' ancora indagando e Christopher Wray, il nuovo FBI director nominato DA TRUMP e accettato a destra e sinistra, ha gia' dato ragione a Comey...