Lo "speaker" della Camera Boehner è pronto a rassegnare le dimissioni

A fine ottobre il politico mollerà la carica. Secondo indiscrezioni potrebbe anche lasciare il Congresso

I leader repubblicani di Camera e Senato, Boehner e McConnell

Da novembre gli Stati Uniti avranno un altro speaker della Camera dei rappresentanti. Pare ormai inevitabile, se davvero - come annunciato oggi dalla stampa americana - John Boehner lascerà il suo posto. Un comunicato che porta la firma di un portavoce chiarisce che comunque intendeva rimanere al suo posto soltanto fino a fine anno.

Nella nota si legge che Boehner è "fiero di quanto raggiunto da questa maggioranza e durante il periodo in cui è rimasto in carica, ma per il bene della Conference repubblicana e dell'istituzione, lascerà il suo posto e il seggio in Congresso, dal 30 ottobre".

Caustico il commento di Marco Rubio, uno dei candidati repubblicani per un posto nella corsa elettorale del prossimo anno. "È il momento di voltare pagina e lasciare spazio a una nuova generazione di leader", ha detto, ribadendo lo scontento per la gestione di Boehner sulla questione del bilancio e l'impressione che lo speaker non abbia fatto opposizione alla Casa Bianca.