Francia, il primo incidente mortale dai tempi del Concorde

Negli ultimi quindici anni nessun passeggero era morto in uno schianto aereo. Allora la tragedia del Concorde fece 113 vittime

Era il 2000 quando un Concorde della Air France precipitò a pochi metri da un albergo di Gonesse. Un incidente aereo che provocò 113 morti (4 al suolo), nonché l'abbandono dei cieli da parte del modello franco-britannico, che tuttora detiene il record di velocità per un aereo commerciale.

Un nastro di titanio staccatosi da un Dc-10 della Continental Airlines, decollato alcuni minuti prima del Concorde, provocò il grave incidente all'aero supersonico. Da allora, era il 25 luglio del 2000, nessun incidente mortale si verificò nei cieli francesi.

Prima ancora, nel 1992, un Airbus 320 si schiantò non lontano da Strasburgo, sul monte Sainte-Odile. Il bilancio fu di 87 morti e 9 sopravvissuti.

Oggi a schiantarsi un altro Airbus 320, della compagnia low cost German Wings, in volo tra Barcellona e Dusseldorf. Questo modello è il più utilizzato sui cieli europei e generalmente considerato molto sicuro.