Il pugno di Erdogan sui gay: al Pride arrestati e costretti a sentire il Corano

Secondo gli attivisti Lgbt, durante la manifestazione vietata di oggi, la polizia avrebbe costretto gli arrestati ad ascoltare il Corano nelle macchine di servizio

Il Gay Pride di Istanbul è finito nel peggiore dei modi, come nessuno avrebbe voluto che finisse ma come in tanti sospettavano che sarebbe andata.

La polizia turca ha interrotto la manifestazione - che non era autorizzata - e fermato almeno 22 persone nei pressi della Istiklal Caddesi, la grande via nel centro di Beyoglu che parte da piazza Taksim. Qui le associazioni Lgbt della città avevano annunciato la propria intenzione di tenere comunque la parata dell'orgoglio omosessuale, nonostante il divieto delle autorità, ufficialmente per motivi di sicurezza.

Quest'anno il mondo gay sperava di poter tornare a sfilare, dopo due anni di divieti. Il Gay Pride più importante di Turchia si è celebrato per la prima volta nel 2003 e da allora è sempre stato un appuntamento irrinunciabile per chiunque volesse riaffermare l'anima laica del Paese. Tuttavia a partire dal 2015, in concomitanza con l'ondata islamizzatrice che sembra ormai penetrare ogni latitudine della società, la festa è stata cancellata. Quest'anno sembrava che le cose potessero andare meglio ma alla fine la decisione delle autorità è stata contraria.

Secondo il comitato organizzatore della Settimana dell'Orgoglio Gay di Istanbul, gli arrestati sono stati obbligati a sentire preghiere del Corano nelle auto della polizia. Gli agenti avrebbero utilizzato anche proiettili di gomma per disperdere i dimostranti, sparando anche alcuni candelotti lacrimogeni.

Commenti

ziobeppe1951

Dom, 25/06/2017 - 21:03

eh eh eh ...come la mettiamo cari procioni?...questo Erdogan comincia a piacermi

finedelmondo

Dom, 25/06/2017 - 21:04

ma no, ce l'hanno insegnato loro, l'islam è religione di pace, il Corano è un libro di pace e quindi lo avranno ascoltato volentieri.

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Dom, 25/06/2017 - 21:04

hahaha questa volta sono in sintonia con il sultano

fisis

Dom, 25/06/2017 - 21:21

Non si può dire che non siano coraggiosi a manifestare in un paese islamico, rischiando la propria vita.

ammazzalupi

Dom, 25/06/2017 - 22:02

I frocioni turchi volevano sentire il CUL-ANO e, invece, sono stati costretti ad ascoltare il COR-ANO! Che ridere....!!!

LostileFurio

Dom, 25/06/2017 - 22:02

... li in Turchia cartelli con scritto ' w la f... ' non ce ne erano ? Non c'erano i Carabinieri a far smettere la PROVOCAZIONE ? ... Ma pensa... !

Il-Discrimine

Dom, 25/06/2017 - 22:02

Era l'ora che qualcuno randellasse le testoline malate di questi pervertiti.

Divoll

Dom, 25/06/2017 - 22:12

Ascoltare il Corano? Una vera punizione...

Anonimo (non verificato)

venco

Dom, 25/06/2017 - 22:39

E qui sono d'accordo coi musulmani, se passa.

roseg

Dom, 25/06/2017 - 23:08

AHAHAHAHAH STO MORENDO DALLE RISATE AHAHAHAHAH

uberalles

Dom, 25/06/2017 - 23:20

cor -ANO: Erdogan lo ha fatto per loro, mi pare ovvio!!

cgf

Dom, 25/06/2017 - 23:27

andata bene, ma che vi serva di lezione, oggi non è ancora come da altre parti, tra qualche anno ANCHE in turchia vi getteranno da un altro edificio.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 25/06/2017 - 23:40

In confronto è niente mentre qua tutte quelle fregne della politica ci fanno mandare a ca gare noi e le generazioni future.

Anonimo (non verificato)

Totonno58

Lun, 26/06/2017 - 00:59

Titolo farlocco...in realtà questi coraggiosi hanno infranto il divieto di fare la manifestazione!...cosa vogliamo che sia ascoltare il Corano per dei musulmani (magari non proprio osservanti al 100%) a confronto di un po' di sana disobbedienza ad un divieto?!:)

Anticomunista75

Lun, 26/06/2017 - 01:03

non siate maligni su, si sa che i culi\LGBT sono sempre in prime linea per dire "No to Islamophobia".

Anticomunista75

Lun, 26/06/2017 - 01:09

si vocifera che dopo aver appreso la notizia il neurone in cancrena di Boldracchia e il mezzo neurone della Ministro dell'Istruzzzione siano andati in totale affanno. Qualcuno ne sa qualcosa?

Polgab

Lun, 26/06/2017 - 07:01

Sfilare per le strade sventolando il nostro sesso sarebbe l'equivalente della gaypride per gli eterosessuali. Se lo facessimo ce lo impedirebbero, ora perché scandalizzarsi se in Turchia la gaypride non è la benvenuta?

brac

Lun, 26/06/2017 - 09:13

Vedere che c'è chi prende le difese di un dittatore pazzo e sanguinario pur di esternare la propria omofobia fa capire quanta strada ci sia ancora da percorrere in questo Paese. Sono omosessuale, liberale di destra, contrario alla deriva filoislamica, e leggendo questi commenti felice di aver sfilato sabato al Pride di Milano.

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 26/06/2017 - 10:07

@brac (09.13) l'omofobia viene alimentata dall'opprimente campagna omofila. Le insulse sfilate gaypride sono come un fertilizzante per la presunta lamentata "omofobia". Orgogliosi de che?

Ritratto di The_Paladin

The_Paladin

Lun, 26/06/2017 - 10:12

Egregio Brac, io, magari a torto, credo che nessuno difenda dittatori pazzi o sia contro gay, lesbiche o quant'altro, credo invece che la gente normale, compresa quella che scrive qui, si sia stancata di alzarsi ogni mattina, andare a lavorare, pagare le tasse e accorgersi poi che le categorie protette sono sempre categorie minoritarie che però hanno sempre la maggioranza buonista dalla loro (vedi lgbt, extracomunitari, clandestini, delinquenti ecc...). Quindi signor brac, non si illuda, nessuno ce l'ha con la sua categoria, è solo che probabilmente la gente si è davvero rotta le scatole.

jenab

Lun, 26/06/2017 - 10:40

coraggio o follia? non saprei come definire una manifestazione di questo tipo,in un paese mussulmano.

killkoms

Lun, 26/06/2017 - 10:40

mica come da noi,dove i carabinieri,ove era in corso una festa omogenea, hanno fatto rimuovere uno striscione su u edifico privato,inneggiante alla f.!

Cheyenne

Lun, 26/06/2017 - 10:44

HA FATTO BENISSIMO NON SE NE PUO' PIU' DI QUESTI INDIVIDUI

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Lun, 26/06/2017 - 10:50

Dai commenti si intuisce ancora una volta chiaramente la correlazione "pensiero di destra-islam". Siete uguali: per questo vi odiate. E' solo un fatto di bandiera: un po' come il derby.