Puntura uccide il figlio, genitori tentano suicidio

Madre e padre, sconvolti dall'accidentale morte del figlio, compiono un gesto estremo

In Brasile un bimbo di 4 anni è stato punto da uno scorpione, trovando così la morte. I genitori, afflitti dal dolore per la perdita del piccolo, decidono così di avvelenarsi, tentando il suicidio.

La tragedia è avvenuta a Sao Josè do Rio Preto, vicino a San Paolo. Il piccolo, Lucas Josè da Silva, ha trovato la morte in seguito alla puntura di uno scorpione. I genitori, Lucas Sanches e Natalia Fernandes, scovolti dal dolore, hanno provato a togliersi la vita ingerendo del veleno. Purtroppo il padre del bimbo non è riuscito a sopravvivere ed è stato quindi sepolto insieme al piccolo nel cimitero di Ibirà. La mamma versa in pessime condizioni in ospedale.

I due avevano confessato ai parenti che, dopo la morte del bambino, la loro vita era "oramai finita".

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Mer, 04/11/2015 - 20:23

Un vincolo d'amore familiare come non se ne vedono più. Le nostre esistenze vengono legate a degli obiettivi. C'è chi si rivolge all'ultra terreno per sopportare l'esistenza terrena e chi semplicemente al vincolo che lega una famiglia, la forma più vicina alla natura.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 06/11/2015 - 12:30

pazzia è..