"Qualcosa di marcio nell'Ukip". E Woolfe decide di dimettersi

L'eurodeputato ed ex candidato leader dell'Ukip, Steven Woolfe, ha deciso di dimettersi dal partito, a meno di due settimane dal suo ricovero in ospedale dopo una rissa nella sede del Parlamento di Strasburgo

L'eurodeputato ed ex candidato leader dell'Ukip, Steven Woolfe, ha deciso di dimettersi dal partito, a meno di due settimane dal suo ricovero in ospedale dopo una rissa nella sede del Parlamento di Strasburgo con il collega e compagno di partito Mike Hookem. "È con profondo dolore e rammarico che mi ritiro dalla corsa per la leadership del partito e che annuncio le mie dimissioni dall'UKIP con effetto immediato", ha fatto sapere Woolfe in un comunicato. "Credo che un partito forte possa controllare questo governo per assicurarsi una Brexit pulita - ha aggiunto - Tuttavia, sono giunto alla conclusione che l'Ukip è ingovernabile senza la leadership di Nigel Farage". Secondo l'eurodeputato, l'Ukip "è pieno di lotte intestine, e c'è qualcosa di marcio nel partito".