Quando lo sceicco dell'Isis se la intendeva con le nuove Br

Il reclutatore passato dall'Italia era in contatto con gli estremisti di casa nostra

Moez Ben Adelkader al Fezzani

Si firmava come "il vostro povero amico Moez", ricordando di quelle torture subite nelle carceri americane, che ancora lo svegliavano "alle 2 per parlare da solo come un pazzo".

È il Corriere della Sera a ripescare dagli archivi una storia che ha a che fare con le intersezioni tra il brigatismo italiano e il terrorismo di matrice islamica, e una lettera indirizzata all’associazione "Ampi orizzonti" e inserita nel bollettino anti-carcerario degli anarchici milanesi.

Il "povero amico" altri non era che Fezzani Moez Ben Abdelkader, il colonnello tunisino dell'Isis che passò dall'Italia e qui si radicalizzò. E che ora sarebbe nelle mani delle milizie libiche, arrestato dagli uomini di Zintan mentre cercava di tornare nel suo Paese d'origine.

Espulso dall'Italia nel 2013, l'uomo, conosciuto anche come Abu Nasim, era partito prima per la guerra in Bosnia e poi si era fatto conoscere come reclutatore per Al Qaida, per inviare i mujahidin in Afghanistan.

In Pakistan lo avevano fermato gli americani, che lo avevano poi spedito a Bagram per sette anni. Nel 2010, prima dell'espulsione, Abu Nasim era in contatto con gli ambienti anarchici e comunisti italiani e a loro raccontava dell'esperienza in carcere.

Pur divisi sul piano delle idee, le nuove Br e i terroristi islamisti condividevano - spiega ancora il quotidiano di via Solferino - l'odio per "l'imperialismo americano" e per il regime d'isolamento delle carceri italiane.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Ven, 19/08/2016 - 11:13

Ma va'...non ci posso credere!!! terroristi amici di estremisti italioti,no border, antagonisti e via di rumenta...

ANTONIO1956

Ven, 19/08/2016 - 11:28

E certo... tutta gentaglia della stessa sinistra .... continuate a votare gli ex comunisti ...

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 19/08/2016 - 12:54

----se c'è una piccolissima particella ideologica comune --quella e solo quella---sta nell'odio nei confronti dell' "imperialismo americano"--che la vera sinistra ha sempre avuto nei confronti degli states----ma oggi anche le destre italiane--che si sono tolte finalmente le fette di prosciutto dagli occhi--cominciano a capire cosa sia veramente l'america e quali danni possa fare al globo terracqueo anche in combutta con gli amici di avventura israeliani----oggi i destri sono diventati amici di putin più di quanto lo sia la vera sinistra--che è si pro-russia ma un pò meno pro-putin----hasta siempre

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 19/08/2016 - 16:47

@Elkid: forse ha sbagliato blog, qui si sta parlando di un reclutatore e di sceicco Isis che se la intendeva con le BR. Leggere il titolo, abbassare il bicchiere di vino o grappino, concordare con se stesso su cosa si vuole esprimere, rileggere poi quanto scritto. Alla fine, nel suo caso, cancellare il tutto ed andare su giornali color rosso, per non fare figure di ..... alla Emilio Fede

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 19/08/2016 - 18:35

---------Leonida55----ti dico quale rigo devi leggere--perchè è difficile parlare con molti di voi--che dite di essere italiani e poi non conoscete la vostra lingua---questo è il rigo---"Pur divisi sul piano delle idee, le nuove Br e i terroristi islamisti condividevano - spiega ancora il quotidiano di via Solferino - l'odio per "l'imperialismo americano" ----ma nei giorni nostri--questo odio per gli americani non è forse diventato anche un patrimonio della destra italiana??-----ci arrivi?--o ti mando un taxi?----hasta siempre

Ritratto di gangelini

gangelini

Ven, 19/08/2016 - 19:26

I sinistri, i rossi ed il solito sporco vizietto: a morte dei ricchi e dei padroni, a protezione dei terroristi, dei delinquenti, degli assassini e della lotta armata macchiata di sangue di poveri innocenti donne, vecchi, bambini. Però i rossi sinistri si professano 'i buoni', mentre gli onesti imprenditori e professionisti (non di sinistra) che producono ricchezza sono etichettati come 'i cattivi'. SVEGLIA ITALIOTI, tutti quelli che nella loro ingenuità e malafede votano i sinistri PD !!!

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Ven, 19/08/2016 - 21:04

Dalle 09:39 fino a questo momento, sono le 20:46, solo 4 commenti; eppure l’argomento e di quelli caldi tra i commentatori del “Giornale”. Temo che ci sia stata una massiccia censura da parte dei moderatori. Per me, lettore fin dal primo numero del “Giornale nuovo” di Montanelli, c’è qualcosa d’irritante in questo forum, da quando regna l’acchiappa tutto Renzi. Volete criticare la sinistra? Fattelo in modo grossolano, screditando da soli quel che scrivete. Vi pubblicano tutto. Non azzardatevi a fare ragionamenti più campiti, sulla base di decenni di storia italiana; vi cestineranno. L’impressione è che ci siano più nervi scoperti su “il Giornale”, quando si critica la sinistra, di quanti ce ne sono a “L’unità”. Mala tempora currunt.

opinione-critica

Ven, 19/08/2016 - 22:19

Non è una novità che gli estremisti di sinistra e non solo gli estremisti, fanno di tutto per favorire gli ingressi e la permanenza di questi personaggi. La novità sarebbe che le forze dell'ordine tengano sotto controllo questi sinistri: intanto i barconi li vanno a prendere e i soldi per i clandestini finiscono nelle loro tasche

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 20/08/2016 - 01:15

Questo dimostra quanto siano pericolosi ed al tempo stesso ALLOCCHI questi nipotini delle BR travestiti da "No Global" "No Tav" "No Border" "Black Bloc" "Anarcolesi" e via discorrendo che si RINTANANO NEI CENTRI ANTISOCIALI. Basta che un qualsiasi furbacchione terrorista si presenti loro con la patetica lagna del "POVERO VOSTRO AMICO MOEZ" che subito vanno in brodo di giuggiole. Il loro spugnoso cervello assorbe anche la fetenzia islamica.