Quelle lettere del padre di Obama: "Voglio studiare in America, aiutatemi"

Una ventina di lettere scritte dal padre di Barack Obama oltre 50 anni fa sono state trovate nell'archivio di un centro per la cultura afroamericana di Harlem (New York)

Dal sito nytimes.com
Dal sito nytimes.com

Pare che Obama non le abbia mai lette. Si tratta di una ventina di lettere che suo padre avrebbe scritto, alla fine degli anni Cinquanta, per cercare di ottenere una borsa di studio (o altri aiuti) al fine studiare in un'università americana. Barack Hussein Obama senior, studente arrivato dal Kenya con un progetto di scambio, Non sapeva ancora cosa fare. In una missiva scrive: "Ho scoperto che mi piace l’ingegneria. Non ci sono architetti e ingegneri africani. È un peccato". Più avanti, invece, scriverà di voler fare l'economista.

Siamo nel 1958 e il padre del futuro presidente degli Stati Uniti si rivolge prima di tutto al capo dell’istituto per le relazioni afro-americane. Chiede consigli su quali atenei o fondazioni contattare. Cerca la sua strada e un aiuto per poterla percorrere. Quelle lettere oggi sono conservate allo Schomburg Center for Research in Black Culture ad Harlem (New York). Tra gli scritti troviamo quelli risalenti ai tempi dell’Università delle Hawaii e di Harvard, biglietti aerei dei viaggi Kenya-Usa (via Roma), biglietti dei pulmann usati per attraversare, da Est a Ovest, tutti gli States e persino alcune lettere di raccomandazione scritte da professori e assistenti. Da questo materiale emerge il ritratto del padre di Obama: un giovane estremamente determinato, apprezzato e stimato dai suoi professori per intelligenza e impegno.

Le ultime lettere risalgono al 1964, quando Obama padre ritornò in Kenya, lasciando la famiglia americana ed il figlio Barack di appena tre anni. Come ha scritto nel suo libro "Dreams from my father", Obama rivide il padre - che morì a Nairobi in un incidente stradale nel 1982 - solo una volta, quando aveva 10 anni, durante una sua visita di un mese nelle Hawaii.

Le prime lettere, invece, risalgono agli anni 1958-1959. Leggendole si capisce la fortissima motivazione di un ragazzo che vuole a tutti i costi studiare all’estero. Il giovane Obama scrive a professori, fondazioni ed enti. A tutti chiede un aiuto: "Mio padre non ha potuto pagarmi le ultime rate di scuola, ma io ho continuato a studiare da solo, leggendo tantissimo e di svariati argomenti".

Lo Schomburg Center ha invitato il presidente Obama, affinché possa leggere quelle tracce lasciate da suo padre. Obama, però, sino ad ora non l'ha fatto. Forse in lui la profonda ferita per quell'abbandono non si è ancora emarginata.

Commenti
Ritratto di Cobra31

Cobra31

Dom, 19/06/2016 - 12:43

"la profonda ferita .... non si è ancora emarginata". Ma non rileggete mai quello che scrivete?

alox

Dom, 19/06/2016 - 12:56

Ma con tutte le notizie di attualita' dell'UNICA SUPERPOTENZA MONDIALE (Putin) avete solo questa? Russian opposition leader writes to Putin demanding the right to run for office..hahhahha

alox

Dom, 19/06/2016 - 13:06

Pensare che 156 anni fa' Clotilda fu' l'ultima nave che trasporto' gli Africani come animali....e oggi c'e' un presidente Afro-americano! GRANDE GRANDE GRANDE USA unico paese sulla terra a dare rivincite storiche!

Maura S.

Dom, 19/06/2016 - 14:18

x alox = l'abbronzato grande, grande grande..... ma fammi il piacere, attenzione a quello che fumi!

cgf

Dom, 19/06/2016 - 14:56

un giovane estremamente determinato, apprezzato e stimato dai suoi professori per intelligenza e impegno il papà, peccato che non avesse mai chiaro cosa fare, prima l'ingegnere, poi l'economista, alla fine...

Plecnik

Dom, 19/06/2016 - 16:10

Adesso sembra di leggere "La Stampa"...

alox

Dom, 19/06/2016 - 16:36

Maura S: Gli USA sono il piu' Grande Paese al Mondo non Obama! Poi che ti piaccia o meno Obama e' li' per il voto di milioni di Americani...vuoi mettere quello che ha raggiunto in confronto ai suoi avi (schiavi)? Inoltre Oggi e' il peggior presidente vedremo fra qualche anno.....

beowulfagate

Dom, 19/06/2016 - 17:06

Qualcuno ha le idee un po' confuse.Obama è figlio di una bianca e di un keniano,proveniente cioè da un paese in cui i mercanti di schiavi europei non rapirono persone per mandarle oltreoceano.Se proprio volete alimentare la vostra sete di masturbazione mentale ,scegliete altri esempi,tipo Michael Jordan,Beyoncè,le sorelle Williams e tanti altri.Ma voi siete seguaci di un presidente del consiglio che non sa neppure qual è il verso giusto di tenere la nostra bandiera...

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Dom, 19/06/2016 - 18:07

A me pare che il padre di Obama oltre ad essere un miserabile dal punto di vista economico lo fosse anche dal punto di vista umano. In ogni caso ciò che è sicuro è che ha sfruttato la generosità dei bianchi americani per "studiare", purtroppo, si è lasciato dietro il suo bastardello che ha fatto danni in mezzo mondo ccome presidente USA.

-cavecanem-

Dom, 19/06/2016 - 18:55

Io ho seri dubbi che questo sia il vero padre di Obama. Alox l'America sarebbe potuta essere il piu' grande paese al mondo...il che e' diverso.

alox

Dom, 19/06/2016 - 21:35

@cavecanem ognuno ha le sue preferenze e le mie sono chiare, nonostante Obama, Trump o la Clinton.