Il racconto di Ashleigh Roscow: "Così mi hanno violentata in un cimitero"

Lo stupratore si chiama Adam Riding. L'uomo ha violentato la ragazza all'interno di un cimitero di Southport

Stuprata dentro il cimitero. E' questa la storia di Ashleigh Roscow, 18enne di Southport (Stati Uniti), che ha voluto raccontare a tutto il mondo la sua drammatica avventura, per invitare altre vittime di stupri ad uscire dall'anonimato. Lo stupratore si chiama Adam Riding. L'uomo ha violentato la ragazza all'interno di un cimitero di Southport lo scorso 17 maggio.

"L'ho incrociato per la strada e ha cercato di baciarmi, ma io non volevo e l'ho respinto. Lui mi ha inseguita e mi ha fatto svenire dandomi un pugno dietro la testa, da dietro. Così mi ha trascinata nel cimitero. Ero privo di sensi. Quando mi sono svegliata mi stava violentando, è stato orribile. Mi ha costretta a chiamarlo 'maestro', 'padrone', mentre mi stuprava. Lui mi insultava mentre lo faceva, diceva che ero solo una 'cicciona'. Ho pensato che stavo per morire". Dopo la denuncia di Ashleigh, l'uomo è stato catturato e arrestato: ora è stato condannato a 10 anni e mezzo di carcere.