Raid americano fa strage di innocenti in Somalia

Crisi diplomatica tra Mogadiscio e Washington, dal momento che la Somalia accusa gli USA di aver sbagliato a condurre un raid e di aver ucciso durante il bombardamento 22 soldati somali

Un soldato del governo sulla scena di un'esplosione provocata da una bomba vicino a Mogadiscio

Cosa è successo veramente mercoledì a Galkayo in Somalia? Su chi hanno sganciato i propri missili i droni americani? Chi è morto in quel raid: degli jihadisti di Al Shabaab o invece a causa di un errore statunitense sono stati ammazzati 22 militari dell'esercito somalo?

Occorre andare con ordine per fare luce su una questione che sta portando a uno scontro diplomatico tra la Somalia e Washington.

Mercoledì gli Usa fanno sapere di aver compiuto un'incursione aerea contro alcuni miliziani di Al Shabaab asserragliati nel nord del paese, a Galkayo appunto, e di averne uccisi nove. Il report americano viene confermato in parte da quello del governo somalo, che attesta si il fatto che sia stata compiuta un'incursione aerea da parte degli States, ma stando a quanto scritto dal governo di Mogadiscio, ad essere uccisi non sarebbero stati 9 jihadisti, bensì 22 soldati dell'esercito somalo e altri 16 sarebbero rimasti feriti.

Interrogati allora sulle accuse mosse da parte della Somalia gli americani hanno negato tutto. Ma le voci che puntano il dito contro le stelle e strisce però, hanno iniziato ad aumentare considerevolmente già poche ore dopo i fatti.

Stando a quanto riportato dalla testata VOA, Osman Issue Nur, ministro della sicurezza della regione del Galmudug avrebbe dichiarato che a causa di informazioni sbagliate gli americani hanno bombardato e attaccato un gruppo di soldati somali che stavano perlustrando la regione per garantire la sicurezza ai pastori nomadi. Voci che trovano parziale conferma anche in quanto testimoniato dai giornalisti che si sono recati all'obitorio, dove dicono aver contato 14 corpi. Non 9 come dicono gli USA e neppure 22 come dice la Somalia.

E ad accusare il Pentagono di aver commesso un errore è stata la stessa organizzazione islamista Al Shabaab che ha fatto sapere di non avere uomini, al momento, dislocati nella regione. Dichiarazioni però quest' ultime che si contraddicono con quanto accaduto solo un mese fa proprio a Galkayo quando, un duplice attentato di Al Shabaab, ha provocato la morte di 20 persone.

Commenti

giampiroma

Sab, 01/10/2016 - 09:28

Crimine di guerra USA paese canaglia

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 01/10/2016 - 09:32

Gli USA, pensano che loro possono permetterselo, e nel frattempo attaccano i Russi che bombardano in Siria!!! """Cosè questo ? L`inizio della decadenza USA, oppure dobbiamo aspettarci una guerra nucleare"""???

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Sab, 01/10/2016 - 10:36

Gli americani anche in Somalia? Suvvia, saranno stati i russi e le truppe di Assad!

linoalo1

Sab, 01/10/2016 - 10:55

Colpa di Putin???

VittorioMar

Sab, 01/10/2016 - 11:07

....ancora?...di nuovo??...ma questi sbagliano sempre per imperizia o lo fanno per dare la colpa ad altri?...cosa dice il "pappagallo"coreano??....chi metterà sotto accusa per "CRIMINI DI GUERRA E CONTRO L'UMANITA'"??...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 01/10/2016 - 11:50

Obama, ma che azzo fai? Ti stracciano il Nobel per la pace. Per errore hai già fatto coricare 72 soldati siriani, ora continui? Ma non è che per caso combatti sotto false spoglie per l'Isis? Sai anche qui da noi ci sono parecchi collaborazionisti come i comunisti, o per lo meno simpatizzanti come l'argentino. Nessuno di costoro però urlerenno contro di te o ti daranno del razzista, xenofobo,fassssista, nazista, ecc. anzi diranno che hai fatto bene.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 01/10/2016 - 12:49

No, no, sono stati i russi, e' stato Putin, maledetto imperialista guarrafondaio........

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 01/10/2016 - 12:52

Gli Americani in Africa hanno sempre combinato disastri. Troppa improvvisazione senza coordinarsi per raggiungere un "target" ben definito.

lorenzovan

Sab, 01/10/2016 - 13:13

fosse la prima volta...lol...questi sono sempre stati tutti medaglie e distintivi..Hollywood e le serie tv hanno creato i miti dei soldati invincibili e infallibili...sin dalla nascita degli USA..senza il grande potere economico e la supremazia tecnica delle armi...avrebbero fatto la fine che fecero in corea e in vietnam..passando poi all'irak e all'afganistan...lololol

cgf

Sab, 01/10/2016 - 13:42

gli USA non sbagliano mai, lo dicono loro stessi. Sicuramente è colpa di Putin, sempre è colpa sua, altro ritornello yankee

Keplero17

Sab, 01/10/2016 - 14:00

Tranquilli le bombe solo per i maggiori di 14 anni, prima di esplodere chiedono la carta di identità.

Dordolio

Sab, 01/10/2016 - 14:00

Non è certo una novità. In Irak, Afghanistan ecc... hanno sterminato intere famiglie e non solo. Dove c'erano assembramenti (per matrimoni, feste o riunioni tribali di anziani ecc...) droni e missili piombavano come falchetti. Danni collaterali, capite... "Scusate ci siamo sbagliati"... Ma anche senza lo "scusate"..... E poi i responsabili della guida remota di questi ordigni - dall'altra parte della Terra - abbandonato il joystick tornano sereni a casetta loro a giocare in giardino coi figli e il cane.

swiller

Sab, 01/10/2016 - 14:33

Qui nessuno interviene niente ONU l'mam bergoglio tace l'Europa e complice la nato e criminale tanto quanto gli USA criminaliassassini.