Rajoy è determinato: "Riformare Costituzione? Ci dicano come"

Il premier spagnolo mette in chiaro che non si può rompere la sovranità nazionale

Mariano Rajoy al comizio del Partito popolare della Catalogna (PPC) a Barcellona

C'è tanta determinazione, ma anche una lieve apertura nelle parole del premier spagnolo Mariano Rajoy, che in un'intervista a Repubblica (paywall) si esprime sugli ultimi sviluppi della questione catalana, sostenendo che "ora regna una maggiore tranquillità" con il potere "nelle mani del governo spagnolo", con le autorità locali destituite dopo la dichiarazioni unilaterale d'indipendenza.

"Sono certo che dopo le elezioni inizierà una fase di normalità", sostiene Rajoy, che metter però in chiaro come il numero di soluzioni possibili sia estremamente limitato. "Soltanto una: il rispetto della Costituzione". E se non esclude che il testo stilato nel 1978 possa essere rivisto - "È stata riformata in due occasioni con l'appoggio del mio partito" - però dice anche che "nessuno finora ha indicato chiaramente quale sarebbe l'oggetto di questa riforma, quindi sono vane parole".

Sottolineando come l'Unione Europea abbia tenuto una posizione "esemplare", schierandosi fin da subito con Madrid. "In Catalogna godono di un autogoverno autonomo elevatissimo", ribadisce Rajoy, che però assicura: "Non sono disposto a rompere la sovranità nazionale".

E sul futuro le idee del premier spagnolo sono altrettanto chiare. "Questa storia ha creato polarizzazioni e divisioni profonde. Ora dobbiamo agire insieme per cicatrizzare queste ferite e fare in modo che non accada più niente del genere in futuro".

Commenti
Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mer, 22/11/2017 - 11:39

Il caudillo Rajoy vuole riformare la costituzione... a colpi di manganello e gas lacrimogeno. Beh, il generale Francisco Franco, dopo la sanguinosa guerra civile scatenata dai komunisti (non dimentichiamolo), riuscì a tener la Spagna fuori dal secondo conflitto mondiale. Il generalino Rajoy richia, invece, di precipitare la Spagna in una guerra civile. Fate vobis (come diceva Peppone) potenza coloniale di Bruxelles!

fj

Mer, 22/11/2017 - 12:00

Sbaglia Mariano a dire non concedero' mai la secessione della Catalogna. Non e' lui che deve decidere, e nemmeno gli abitanti della Catalogna,ma tutto il popolo che sta sotto il nome di Spagna.Se tutti gli spagnoli dicono: I Catalano se ne possono andare, allora i Catalani se ne possono andare.

Egli

Mer, 22/11/2017 - 13:39

Fa bene Rajoy a stroncare I fascistelli catalani.

agosvac

Mer, 22/11/2017 - 15:16

La soluzione sarebbe semplice: rendere la Spagna una confederazione di Stati indipendenti ma che rispondano ad un'autorità centrale. Non credo che Catalani o Baschi avrebbero obiezioni in questo senso.

Ritratto di Svevus

Svevus

Mer, 22/11/2017 - 16:11

Dopo il voto per la EMA della Spagna contro l' Italia rendiamo alla Spagna pan per focaccia : sosteniamo tutti la Catalogna ed anche i Paesi Baschi ! W la Catalogna ! W i Paesi Baschi !

Ritratto di giubra63

giubra63

Mer, 22/11/2017 - 16:37

W il Re. W la Spagna unita, no alla secessione voluta dai Soros e da mondialisti vari