Rasata a zero e picchiata dal marito: denuncia choc della donna pakistana

Una donna pakistana ha denunciato sui social di essere stata malmenata e rasata a zero dal marito per essersi rifiutata di ballare per lui e per gli amici di quest'ultimo: "Ha minacciato anche di impiccarmi nuda". L'uomo è stato arrestato

Ancora un caso di violenza sulle donne. Il Pakistan è sotto choc dopo la video denuncia pubblicata su Twitter da una donna pakistana che ha accusato il marito di averla picchiata e rasata a zero per essersi rifiutata di ballare di fronte a lui e ai suoi amici. Lo riporta la Bbc. La donna, Asma Aziz, di Lahore, è finita sulle prime pagine di tutti i giornali dopo avere mostrato al mondo il suo viso ricoperto di lividi e soprattutto la sua testa senza più capelli. Il marito, Mian Faisal, si trova agli arresti insieme a un domestico che lo avrebbe aiutato a picchiarla. Il filmato choc risale allo scorso 26 marzo, quando una commossa signora Aziz ha trovato il coraggio di raccontare in rete la sua scioccante esperienza.

Due giorni prima, il 24 marzo, si trovava a casa insieme al marito e agli amici di quest'ultimo, quando all'improvviso l'uomo avrebbe perso la testa. "Mi ha strappato i vestiti di dosso sotto gli occhi dei suoi domestici, che mi hanno tenuto ferma mentre lui mi tagliava i capelli e ci dava fuoco. I miei vestiti erano sanguinanti. E ha minacciato di impiccarmi nuda". Poi la donna ha raccontato di essersi rivolta alla polizia per denunciare l'accaduto, ma gli agenti avrebbero preso tempo - versione smentita - spiegandole di essere andati nell'abitazione della coppia per arrestare il marito, ma di non avere trovato nessuno in casa.

Le forze dell'ordine sono passate all'azione nel momento in cui il video è arrivato al ministro dell'Interno del Pakistan, Sheheryar Afridi, che ha ordinato alla polizia di registrare la denuncia della signora Aziz. Il marito, arrestato il giorno dopo insieme a uno dei domestici, si è difeso raccontando che in realtà era stata la moglie a tagliarsi i capelli dopo avere assunto con lui delle sostanze stupefacenti, e di averla solo aiutata a finire il lavoro.

Gli esami medici sul corpo della donna hanno evidenziato la presenza di lividi sparsi, edemi e arrossamenti su braccia, guance e attorno al suo occhio sinistro. Come spiega la Bbc, gli avvocati della signora Aziz hanno chiesto ai giudici di esaminare il caso in base alle leggi anti-terrorismo, senza seguire dunque la procedura penale ordinaria.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Gio, 04/04/2019 - 14:48

in primis come ha potuto usare lo !smartfonne" senza il permesso del marito!in secundis,in base alla sharija,deve avere 4 testimoni masculi se non è solo fuffa!inshallah!XD

lorenzovan

Gio, 04/04/2019 - 16:22

ollalla'! abbiamo uno specialista in Sharia...io lo manderei in Pakistan ( con i suoi commilitoni---) magari la' lo farebbero pure presidente della repubblica islamica bananiera