Ratificata l'adesione alla Nato: ​il Montenegro ora sfida Mosca

Il parlamento ratifica l'accordo per l'adesione alla Nato. Si chiude così il "cerchio" balcanico–adriatico. Una mossa tessuta dagli Usa in chiave anti Putin

Il parlamento del Montenegro ha approvato la legge sulla ratifica dell'accordo per l'adesione alla Nato. Si chiude così, come spiegava Mauro Indelicato tempo fa sugli Occhi della Guerra, il "cerchio" balcanico–adriatico. Tutti i Paesi della ex Jugoslavia, che hanno uno sbocco sul Mar Mediterraneo, adesso fanno parte della Nato e tutti i porti della federazione dissolta con le guerre degli anni Novanta sono diventati approdi sicuri a disposizione della flotta dei Paesi dell'Alleanza atlantica. Una mossa, tessuta a lungo dagli Stati Uniti, per puntellare la Russia di Vladimir Putin.

L'approvazione del parlamento montenegrino è arrivata con 46 voti favorevoli contro zero contrari. I parlamentari dell'opposizione hanno boicottato la seduta, mentre centinaia di manifestanti si sono riuniti fuori dal parlamento di Podgorica per esprimere il loro malcontento nei confronti della decisione. "La membership della Nato è un nuova opportunità per rendere più sicura la vita dei cittadini", ha dichiarato in aula il premier Dusko Markovic secondo cui, con l'adesione nell'Alleanza atlantica, il Paese avrà "una stabilizzazione della situazione nei Balcani occidentali" e, in qualità di nuovo Paese membro, il governo potrà sostenere "fortemente le aspirazioni degli altri paesi". Secondo quanto affermato da Markovic, l'ingresso nella Nato è stato una priorità della politica estera del Montenegro che "non ha alternativa". "L'adesione - ha concluso il premier - è una garanzia di sovranità integrità e sicurezza".

Come spiega Indelicato sugli Occhi della Guerra, "prendere il piccolo stato adriatico all’interno della Nato, per gli Stati Uniti e per il blocco atlantico vuol dire di fatto sbarrare le porte del Mediterraneo europeo alla Russia". Secondo molti analisti, è in atto un vero e proprio accerchiamento dei confini russi da parte della Nato dopo la caduta del Muro di Berlino. Dopo essersi assicurati i confini orientali, con l'ingresso delle repubbliche baltiche e di numerosi Paesi che prima facevano parte del Patto di Varsavia, l'Alleanza atlantica si "presa" - poco a poco - la maggior parte degli Stati adriatici della ex Jugoslavia. Tanto che molti pensano che la Serbia e la Macedonia possano essere i prossimi a entrare nella Nato. Al momento, però, i governi di Belgrado e Skopje sono più favorevoli all'integrazione con Mosca.

Commenti

VittorioMar

Ven, 28/04/2017 - 18:38

..SANNO CHE DEVONO "PAGARE" L'ADESIONE ???

Ritratto di Tanzus

Tanzus

Ven, 28/04/2017 - 19:44

Sempre più nazioni vogliono entrare sotto la protezione americana eppure sempre più filo Putin, filo palestinesi, filo no global, filo centri sociali, filo unioni gay, filo islamici insomma ex comunisti che sostengono che sono gli USA a colonizzarci ...

roberto zanella

Sab, 29/04/2017 - 00:36

La Serbia ha deciso di costruire un monumento alle vittime della NATO , nessuno lo dice e pure Il Giornale a cui avevo mandato una email . Il Governo Serbo ha approvato 20 gg fa la costruzione del monumento che accusa dei morti belgradesi , la NATO . Inoltre ha detto che per ora il suo ingresso UE si è raffreddato .

Divoll

Sab, 29/04/2017 - 02:51

La cosa "divertente" e' che a volere l'adesione alla Nato e' il governo macedone, mentre la stragrande maggioranza della popolazione e' contraria e ha fatto numerose manifestazioni negli ultimi mesi. Ma i loro governanti devono essere stati oliati ben benino da Washington e del volere del popolo non sanno che farsene.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 29/04/2017 - 03:07

ha ha ha ... che grande acquisto... grande paese, grande peso demografico, contributo decisivo. Ora sì che Russia, Cina e il resto del mondo non sottomesso agli USA tremano !

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 29/04/2017 - 03:09

L'"alleanza" (leggasi: la superpotenza morente e i suoi vassalli) ormai imbarca microbi. Tutti da lanciare come pedine sacrificabili in guerre ben lontane dagli USA

Ritratto di RomenoXPunizioneGiustizia

RomenoXPunizion...

Sab, 29/04/2017 - 13:11

ausonio... ma'nvuoi capire che ormai i russi stano andando via dal Mediterraneo? vano dai penguini le loro navi, raggiungereno la Flotta Artica.