Regeni, l'analisi di Luttwak: "Gentiloni ha sbagliato"

Il politologo si scaglia contro il fallimento della diplomazia italiana

Il caso Giulio Regeni? Un fallimento della diplomazia italiana. Il politologo Edward Luttwak non ha dubbi e, in una intervista al Giorno, si scaglia contro quelli che lui ritiene i colpevoli italiani. Che sarebbero il ministro degli esteri Paolo Gentiloni e l’ambasciatore a Il Cairo Maurizio Massari.

"In questi casi, il silenzio è d’obbligo, è la premessa per una soluzione non traumatica. L’ambasciatore avrebbe dovuto evitare commenti. Il ministro invece avrebbe dovuto evitare di pubblicizzare la cristi. Niente discorsi. Nessun intervento in Parlamento. Nessun indiscrezione".

E su Gentiloni rincara la dose paragonandolo ai pm italiani che "prima formulano ipotesi di accusa che finiscono sui giornali. Poi fanno le indagini e l’indagato è già trattato da condannato, talvolta subisce la carcerazione preventiva. Segue il processo. Se e quando verrà prosciolto o assolto, nessuno se ne ricorda. Nessuno gli chiede scuola. Ma il danno è irreparabile".

Commenti

macchiapam

Mer, 20/04/2016 - 14:27

Bravo Luttwak: così si dice e ancora si dovrebbe dire.

buri

Mer, 20/04/2016 - 22:29

ha ragione Luttwak, ma cosa dire,la guerra si fa con i soldati che si ha, e nel nostro caso questi sono gli uomini che abbiamo.

cgf

Mer, 20/04/2016 - 23:33

ma cosa ne combinano i ns ministri? negl'ultimi anni l'Italia è lo zerbino di tutti.