"Ucciso da una torsione al collo". Martedì le esequie di Giulio Regeni

Dall'autopsia nuovi dettagli sulle brutali torture a cui il ricercatore è stato sottoposto. Il ministroe egiziano: "Ora basta illazioni"

La tortura c'è stata e sono molte le fratture trovate dall'autopsia sul corpo di Giulio Regeni. Sono fonti medico-legali a far trapelare nuovi dettagli, dopo che la salma del 28enne ricercatore italiano di Cambridge è tornata in Italia ieri, insieme alla famiglia, accolta a Fiumicino dalle autorità.

Il corpo del giovane scomparso al Cairo il 25 gennaio, ritrovato solo dopo essere stato barbaramente ucciso, ha su di sé i segni della tortura, ma secondo l'autopsia si potrebbe escludere almeno una violenza sessuale. Martedì il corpo di Giulio sarà sepolto, nella sua Fiumicello. Intanto si ragiona sull'opportunità di funerali di Stato, un'opzione su cui - ha ribadito questa mattina il ministro dell'Interno, Angelino Alfano - la decisione spetta al presidente del Consiglio.

Con gli investigatori italiani al Cairo - l'Italia ha chiesto fin da subito un'inchiesta congiunta - nuovi dettagli, tutti da verificare, spuntano sulla stampa locale. Al Ahram, storico quotidiano egiziano su posizioni filo-governative, sostiene che prima di sparire Regeni si fosse recato alla festa di un amico. Fino a oggi si era scritto invece che a quel party nel centro della città non ci era mai arrivata.

Intanto la procura di Giza, che sta passando al setaccio le ultime telefonate partite dal telefono del ragazzo, sostiene che non è ancora arrivato nessun ordine in merito a un'indagine da coordinarsi con gli italiani, su cui si è espresso anche l'ambasciatore al Cairo, Maurizio Massari, dicendo che nel giro di poche settimane "capiremo come si sta sviluppando la collaborazione". Nel mentre il ministro degli Esteri egiziano, Sameh Shoukry, intervistato dal Corriere della Sera, ha negato con forza l'ipotesi di un arresto in Egitto di Regeni.

"Sono illazioni ingiustificate", ha commentato il ministro. Ma l'idea che il giovane italiano sia stato ucciso da uomini delle forze di sicurezza è finora quella più probabile, considerata anche la pessima reputazione di cui godono e le frequenti denunce per l'utilizzo di metodi molto poco ortodossi.

La sua morte "è stata un pugno nello stomaco", un qualcosa di "inumano, animalesco", ha commentato il ministro dell'Interno Angelino Alfano all'Intervista su Sky Tg24.

Commenti

moshe

Dom, 07/02/2016 - 15:02

ricercatore ..... ..... ..... sarebbe meglio scrivere "komunista ricercatore di rogne" ..... e le ha trovate ! non tutti i paesi tollerano l'intromissione di certe persone come le tollera la povera italietta !

linoalo1

Dom, 07/02/2016 - 15:58

Mi pare ovvio!Al Cairo sanno la verità!!!Non si è voluto pagare il riscatto e questa è la conseguenza!!!!

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 07/02/2016 - 16:00

Con al governo i cialtroni sinistri...anche i loro "adepti" non sono al sicuro...

Libero1

Dom, 07/02/2016 - 16:04

Il caso regeni diventa sempre piu' un mistero.Dopo la figuraccia rimediata da tre governi fasulli e quattro ministri degli esteri che non sono stati capaci di riportare i maro' in in italia, ecco che arriva la figuraccia con l'Egitto.Il Pidiota gentiloni e il presidente mattarella invece di fare le vitteme ci dovrebbero dire cosa ci facesse regeni tra i piantagrana egiziani che protestavano in quella piazza.Forse credeva di trovarsi in italia dov'e' permesso di bruciare macchine e rompere vetrine.Si vede che il suo nome era tra quelli che la polizia egiziana aveva scritto "persona non grata".

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 07/02/2016 - 16:19

Fare il foreign fighter, anche se della penna, in casa d'altri può comportare qualche rischio...

paco51

Dom, 07/02/2016 - 16:30

secondo me se ne doveva stare a casa sua dove si può fare ( da parte della sinistra) tutto in piazza anche lanciare bombe carta. Comunque è un rebus: !1) avviso all'Itaglia:noi facciamo come ci pare..2) AlSissi non controlla tutto il Cairo il che è grave. 3) Poichè l'ex generale gioca a fare il politico qualcuno che deve tornare in gioco gli ha procurato una grana come avviso. Io posso dire che al Cairo di notte non si gira e questo quando c'era Mubarak figurati oggi .... Gentiloni al massimo può racogliere in mazzo di margherite!

Silvio B Parodi

Dom, 07/02/2016 - 16:50

vorrei sapere chi gli ha montato la testa a questo ragazzo..?? il manifesto?? I comunistoidi? la famiglia? chiunque sia stato ce l'avete sulla coscienza, e chi gli ha detto o mandato in Egitto??? la propaganda comunista e' come la propaganda dell'Isis mandano a morire I giovani.

beowulfagate

Dom, 07/02/2016 - 17:18

La verità è che l'ha ucciso la sua intelligenza sotto zero.E per quanto riguarda il caso diplomatico,andrà a finire che saremo presi a pesci in faccia come sempre.E tutto per colpa di questo emerito mentecatto.

yulbrynner

Dom, 07/02/2016 - 17:21

moshe ognuno pensi alle sue di rogne io alle mie tu alle tue.. non si giudica la vita altrui dall ideologia politica perché x gl ialtri lo stronzone potresti essere tu... e la storia del cane che si morde la coda t'e capi?

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 07/02/2016 - 17:28

Bravo Memphis35! Mi chiedo perché questi grandi ricercatori... di rogne... non vadano mai a sfrugugliare negli affari interni di paesi come cina, cuba, nord-korea e similari. Forse perché là durerebbero pochi giorni? L'equilibrio dell'Egitto è molto delicato e non sta certo a noi creare un altro caso come quello della Libia, che avrebbe conseguenze ancora più devastanti. Al-Sisi non sarà forse un campione di democrazia (parola peraltro ignota da quelle parti), ma l'alternativa al suo governo è l'estremismo islamico più radicale. Meglio che ci diamo tutti una calmata e, anziché piangere sulle sorti di un simpatizzante dell'islam più estremista, cerchiamo di evitare che i nostri concittadini vadano a fare gli agitatori dove non sono graditi e ce li teniamo in casa.

buri

Dom, 07/02/2016 - 17:36

cosa si aspettava il governo ? poter andare in un paese straniero ad investigare sulla morte di un nostro concittadino, non esistono norme del diritto interbazionale che lo prevedono,e poi se Jiulio non andava lì a ficcare il naso negli affari interni dell'Egitto non hli capitava

Ritratto di Sniper

Sniper

Dom, 07/02/2016 - 17:45

moshe, la cagna che ti ha nutrito fin da piccolo ti ha insegnato questo comportamento? Dubito, gli animali sono molto piu` tolleranti. Si vede che il latte era avariato, e ha leso organi vitali (dai, rinraziami, almeno ti ho trovato una buona scusa per giustificare la produzione fognaria che ci propini quotidianamente). A proposito, codardo che non sei altro, perche' non vai a dire queste cose di persona alla famiglia Regeni, pezzo di codardo di fogna?

Aegnor

Dom, 07/02/2016 - 17:57

Funerali di Stato? Non si corre il rischio di offendere gli islamici?

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Dom, 07/02/2016 - 18:07

Grazie a questi FALLITI rappresentanti di questa NAZIONE senza più IDENTITA', prendiamo schiffi e mexxa da tutti: INDIA e ora EGITTO!!! FATE SOLO SCHIFO e poi ci prendono per fascisti se parliamo di LUI!!!

moshe

Dom, 07/02/2016 - 18:33

yulbrynner, tutti quelli che qua scrivono, giudicano i fatti o le persone, se non ti va di leggere quello che scrivo io, fanne pure a meno, non può che farmi piacere.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 07/02/2016 - 18:41

C'è poco da dire se non che questo SPROVVEDUTO, pensava di essere in Italia, dove TUTTI, dai FINTI PROFUGHI ai BLAK BLOC, possono venire,far casino,sfasciare tutto ecc senza che gli succeda niente. Ma negli altri paesi NON è proprio cosi. Chi gli ha messo in testa di andare a far valere le sue ragioni in casa degli altri è il VERO COLPEVOLE. Pax vobiscum.

MassimoR

Dom, 07/02/2016 - 19:13

soliti italiani: si può escludere la violenza sessuale... chissá ci fosse stata solo quella...

ex d.c.

Dom, 07/02/2016 - 19:19

Dobbiamo per forza farne un martire ed un eroe? Dobbiamo per forza cercare problemi e crearne al altri Paesi? Ce ne sono di ben più gravi. Una volta tanto non copriamoci di ridicolo!

Libero1

Dom, 07/02/2016 - 19:22

Rivedo la commozione quando fu pagato con le tasse pagate dagli italiani il PIZZO per liberate due sciagurate idiote che si avventurarono in zone poche sicure. Ora ci mancherebbe solo che gli facessero anche un funerale di stato.

Anonimo (non verificato)

franco-a-trier-D

Dom, 07/02/2016 - 19:40

boicottate quel paese chiamato Egitto.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 07/02/2016 - 20:07

Un ixxxxxxxe di sinistra che se l'è andata a cercare.

Maura S.

Dom, 07/02/2016 - 20:46

X franco-a-trier-de = voglio ricordargli che El Sissi di quel paese chiamato Egitto a suo tempo mandò l'abbronzato in quel posto. Ciò quando gli fu ordinato dagli USA di rimettere il morsi sullo scranno altrimenti negandogli il miliardo e passa con cui compravano il paese. Vorrei vedere come i nostri al governo come si sarebbero comportati.

Tuthankamon

Dom, 07/02/2016 - 20:55

Non poteva andare diversamente!

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 07/02/2016 - 21:04

Cara Maura S.20e46, a lavare la testa all'asino, si spreca tempo, acqua e sapone!!!! Saludos cordiales dal Nicaragua.

ambrogiomau

Dom, 07/02/2016 - 21:26

Da chi era finanziato Giulio Regeni? Che tipo di ricerca doveva fare e per conto di chi? ancora una volta esce fuori il pragmatismo inglese che non si fa scrupolo ad usare persone di tutte le ideologie per costruire le sue informazioni e costruire una rete di contatti e protezione a futura memoria .

brunog

Dom, 07/02/2016 - 21:50

Collaboratore del Manifesto, e' noto che quelli del Manifesto sono contestatori di professione, poi se vanno all'estero e si metteno nei guai devono solo recriminare se stessi.

antipodo

Dom, 07/02/2016 - 22:10

Ancora una volta un connazionale di sinistra che va a ficcare il naso in casa altrui e costera' parecchi quattrini alla comunita'. Poi saranno chiamati eroi, vittime, e per mesi e mesi ci faranno un inutile lavaggio di mente. Basta! Quei paesi di religione islamica lasciamoli in pace e che si trucidino tra di loro. Esperienze decennali hanno dimostrato che nessun intervento abbia risolto un bel nulla. Dove c'e' l'islam non esiste democrazia in nessuna parte del mondo. Percio' se volete diventare MARTIRE , fate pure ma poi non rompete!!!!!!!! Grazie!

antipodo

Dom, 07/02/2016 - 22:16

Sniper perche' non ci vai tu dalla sua famiglia e gli dici che loro, sono in parte responsabili della morte del loro figlio?

antipodo

Dom, 07/02/2016 - 22:19

Chi va in vacanza in quel paese e sa' quel che rischia faccia pure, viva la libera scelta, pero' poi non ci rompete le cosi dette pelotas GRAZIE!!!!!!!!!

yulbrynner

Dom, 07/02/2016 - 22:22

Jasper l'unica nota positiva e' l'immagine di un gatto nel tuo profilo ... moshe... una persona intelligente prima di insultare gli altri guarda dentro te stesso si vede che x te l'intelligenza non era compresa nemmeno nella lista degli optional a caro prezzo quando sei stato "fabbricato"

Ritratto di marmolada

marmolada

Dom, 07/02/2016 - 22:31

Sniper ...mi chiedo come mai leggi questo giornale e continui a vomitare parole insulse... sei un komunista di me..a! Fuori dalle balle questa non è casa tua! Detto questo, anche se umanamente dispiace, va ricordato che a rovistare in un nido di vespe...facile che ti pungano!!

ViaPontaltidalG...

Dom, 07/02/2016 - 22:44

https://disquisendo.wordpress.com/2016/02/05/giulio-regeni-era-un-agente-dellaise/

roliboni258

Dom, 07/02/2016 - 23:47

non si va a rompere i cxxxxxxi in Egitto, doveva stare a casa sua che i sindacati ci sono anche qui

roberto zanella

Dom, 07/02/2016 - 23:59

ha ragione Luigi Guelpa su Il Giornale di oggi . Il ragazzo friulano Tradito dalla sete di rivoluzione accompagnato dallo strano silenzio dei suoi giornali...quelle risposte del Manifesto mi sembrano un pò un menavia . Qui c'è qualcuno che si e offeso quando ho detto che è stato un pirla . Lo confermo , a meno che non lavorasse pure per i Serv.Segr. Italiani come qualcuno ha già affermato giorni fa senza ricevere smentite ela copertura quella del ricercatore . Comunque sia tu non vai a brigare con le opposizioni a far casino ingenuamente (?) in un'area dove c'è peggio di una guerra civile

Ritratto di Giandorico

Giandorico

Lun, 08/02/2016 - 00:20

Avrebbero ragione Moshe e Jasper, se fossero stati proprio i militari. Le repressioni militari che contrastano fasi di acuto terrorismo, vedi Sud America anni '70, non sono mai, non possono essere, operazioni condotte da gentiluomini; ci vuole stomaco di ferro. Potrebbe però anche essere che gli estremisti islamici, insospettiti per le frequentazioni del ragazzo con l'opposizione, l'abbiano preso per spia (gli arabi sanno che nessun occidentale normale parla la loro lingua, e uno che la parla è subito sospetto), l'abbiano torturato per farlo parlare e poi abbiano buttato il cadavere fra i piedi di Al-Sisi, sapendo bene che il regime avrebbe intortato qualche stupida scusa (incidente stradale) per evitare di ammettere che gli islamici spadroneggiano, rapendo e ammazzando a loro piacimento, e che questo sciocco riflesso di negazione-minimizzazione avrebbe invece fatto ricadere i sospetti sul regime stesso.

ESILIATO

Lun, 08/02/2016 - 01:16

Se se ne stava tranquillo e non andava arompere le palle agli egiziani non sarebbe finita cosi

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Lun, 08/02/2016 - 06:34

Quando ci si incontra con la dura realtà, quella vera, se non si è preparati, si finisce cosi. Molto meglio l'Italietta dove, per ora, puoi dire quello che vuoi e professare il credo che ti piace (per ora). Comunque gli italiani dovrebbero uscire gli "attributi" se ne hanno, affinché il loro paese non cada nella dura e vera realtà.

franco-a-trier-D

Lun, 08/02/2016 - 08:15

ma cosa faceva in Egitto cosa era un turista? Io sono stato in Egitto ma nessuno mi ha mai rotto il cassio.,

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 08/02/2016 - 08:52

Al di là della valutazione in merito all'opportunità che Regeni fosse li o meno due considerazioni: - Era un italiano ed anche se fosse stato scambiato per una "spia" una fine come quella che gli è capitata è un oltraggio al suo paese di appartenenza. A che l'Italia in ambito internazionale conti come il due di picche non è una novità, vedi caso Marò. Fosse stato francese o inglese forse non avrebbe avuto il medesimo trattamento... - Chiunque abbia fatto quello che ha fatto dà una idea abbastanza chiara di che razza di personcine ci siano dall'altra parte del Mediterraneo. Siamo cosi sicuri che sia una buona idea continuare ad "ospitarne" centinaia di migliaia ?

fisis

Lun, 08/02/2016 - 09:17

Mi duole constatare che molti commentatori non provino nessun sentimento di "pietas" nei confronti di un ragazzo che, al di là delle sue scelte personali, non aveva fatto male a nessuno ed è invece stato barbaramente ucciso.

fisis

Lun, 08/02/2016 - 09:21

Trovo bellissimo e straziante il sorriso di questo ragazzo, strappato crudelmente e prematuramente alla vita.

linoalo1

Lun, 08/02/2016 - 09:28

Non credo proprio che sia stato pestato a morte solo per dei nomi che,pur di non essere più torturato,avrebbe detto prima o poi!!!Sembra più una punizione esemplificativa verso chi non ha pagato un Riscatto!!!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 08/02/2016 - 16:07

antipodo lei ha perfettamente ragione! Torno a chiedermi perché quegli agitatori non vadano mai a ficcare il naso negli affari interni della cina, ad es. Lì la pena di morte c'è eccome! Eppure per i vari amici di Caino, quella non conta! Questo è solo una delle tantissime porcherie che fanno da quella parti... eppure nessuno osa andare a sfrugugliare negli affari di quella nazione. Forse perché hanno tanti soldi? O perché sono comunisti e loro sono "buoni" per postulato?