Il riscaldamento globale "apre" il passaggio a nord-ovest

L'aumento delle temperature ha causato una riduzione della distesa ghiacciata aprendo due passaggi nel nord. Si può fare concorrenza a Panama

È stato un mito per secoli. Centinaia di marinai ed esploratori sono morti nel tentativo di creare una via nel profondo nord, ora il Passaggio a nord-ovest potrebbe diventare realtà. Una rotta che alternativa per la navigazione che faccia risparmiare tutto il tempo persone nell'attraversare il canale di Panama, che ora, nonostante il preannunciato allargamento, potrebbe avere un nuovo rivale a nord.

Il riscaldamento globale ha causato una progressiva diminuzione della calotta Artica, scoprendo le mitiche rotte del nord. Il Passaggio in realtà non è uno solo sono due. Il primo è quello meridionale aperto e libero dai ghiacci per gran parte di quest'estate e che consente il passaggio a navi di piccole e medie dimensioni. Il secondo, che passa per il canale Parry sarebbe quello adatto ai grandi commerci. Sempre secondo le rilevazioni dei satelliti si vede che parte del ghiaccio si è sciolto e potrebbe essere attraversato senza particolari difficoltà. Dal 2012 il governo del Canada ha rilevato un progressivo aumento del traffico marittimo nella zona anche se ha avvisato che l'area rimane a rischio per la presenza di innumerevoli iceberg.

Commenti

obiettore

Dom, 13/09/2015 - 18:36

Ho sentito alla TV che i russi hanno ben 48 rompighiaccio al Polo Nord per aprire/mantenere aperte rotte fra i ghiacci e gli Usa, con solo 2, ne vogliono costruire altri (tanti) per far fronte alla supremazia russa. Forse se andassero a pescare sgombri in Atlantico i ghiacci resterebbero più interi.