Risparmia sul carburante dell'aereo: miliardario muore con la sua fidanzata

La coppia precipitò un anno e mezzo fa con l'aereo privato. L'inchiesta ha chiarito che il ricco albergatore voleva risparmiare sul carburante

Precipitò un anno e mezzo fa con un aereo privato. Nell'incidente morirono il ricco albergatore Gary Vickers, 58 anni, e la sua fidanzata, Kay Clarke, 42. Solo oggi l'inchiesta ha chiarito che la tragedia si sarebbe potuta evitare: la causa dello schianto fu l’insufficienza di carburante. I serbatoi non erano pieni perché il miliardario voleva risparmiare.

Secondo quanto emerso, infatti, Vickers avrebbe deciso di partire da Parigi riempiendo solo parzialmente i serbatoi, in attesa di fare il pieno ad un prezzo inferiore nel Regno Unito, all’aeroporto di Hawarden, nei pressi di Chester.

Ma i calcoli fatti sulla quantità di carburante necessario si rivelarono errati: Lo schianto al suolo uccise la coppia.

Vickers, divorziato e padre di due figli ormai adulti, viveva con la compagna Kay Clarke vivevano in una casa da 800mila sterline a Chester, avevano immobili tra Andorra e Gibilterra. La loro relazione andava avanti da sette anni, dopo il loro primo appuntamento nell’albergo di famiglia di Vickers, il Mill Hotel and Spa a Chester.