Il ristorante che ha vietato l’accesso ai bambini

Un ristorante tedesco ha deciso di vietare l'accesso ai bambini per consentire ai loro clienti di poter mangiare in pace, senza schiamazzi di alcun tipo

Un ristorante tedesco ha vietato l'accesso ai bambini dal secondo pomeriggio poiché vogliono far sì che i clienti possano mangiare indisturbati e senza gli schiamazzi dei bimbi

Potrebbero piovere moltissime critiche sulla decisione del locale invece, stando a quanto dichiarato dal gestore del locale, questa decisione ha reso il ristorante molto popolare:"Gli ospiti si lamentavano che volevano passare una bella serata, con una cena e una bottiglia di vino, e che ogni volta i bambini rovinavano i loro piani". Il locale in questione è l'Oma’s Küch e si trova nel villaggio di Binz, in un isolotto tedesco che è bagnato dal Mar Baltico.

A chi lo critica risponde che:"È un locale dove poter mangiare, non un parco giochi". Rudolf Markl gestisce il locale da oltre 11 anni e durante la sua vita da ristoratore ha visto peggiorare l'educazione dei bambini tanto da essere costretto a "bandirli" dopo le cinque di sera. La decisione è arrivata dopo che un bambino, correndo per il locale, ha afferrato e distrutto una cornice antica e di estremo valore. Oltretutto, annuncia sempre Rudolf, nel locale spesso sono state ritrovate macchie e imbrattamenti della tappezzeria.

Markl ci tiene però a sottolineare che:"La colpa non è dei bambini ma di chi ha il dovere di educarli e controllarli".

Il divieto è rivolto a tutti i bambini sotto i 14 anni che, dopo le cinque di sera, non saranno ammessi nel locale. Un altro episodio si registrò in Italia, dove un gestore di un locale vietò l'ingresso a tutti i bambini sotto i 5 anni di età.

Commenti

seccatissimo

Sab, 08/09/2018 - 01:04

Condivido al 100% l'iniziativa e l'opinione di questo Rudolf Markl, gestore del locale !!!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 08/09/2018 - 07:51

condivido l'idea speriamo che questa decisione si estenda in tutta la Germania perchè ora quando vado in un ristorante qui a Trier in Germania ci sono bambini che giocano e corrono tra i tavoli...

Reziario

Sab, 08/09/2018 - 08:20

Si plaude al divieto di ingresso ai bambini, e ci si scandalizza per il divieto di ingresso ai cani. Perché è una bestemmia dire “è un ristorante, non un canile” e non lo è “è un ristorante non un parco giochi”. Una specie che odia i suoi cuccioli è al capolinea etologico-evolutivo.

Carlopi

Sab, 08/09/2018 - 08:36

Pienamente d'accordo col ristoratore. Bambini maleducati con genitori incapaci di educare ce ne sono anche in Germania evidentemente.