La Romania scende in piazza contro la legge salva-corrotti

Centinaia di migliaia di persone per le strade: nel mirino c'è la nuova legge voluta dal governo per salvare i politici corrotti

Sono duecentomila le persone scese in piazza in tutta la Romania per protestare contro la nuova legge sulla corruzione voluta dal governo, che prevede la depenalizzazione dell'abuso d'ufficio e altri reati corruttivi. La misura, introdotta con decretazione d'urgenza pochi giorni fa, ha scatenato la furia popolare.

Ieri sera una grande manifestazione a Bucarest ha riportato nel Paese dell'Europa orientale dimostrazioni di massa che non si vedevano dai tempi della caduta di Nicolae Ceausescu. Almeno cinque persone sono rimaste ferite negli scontri con la polizia, mentre sessanta manifestanti sono stati fermati.

Le folle scese in strada protestano contro la corruzione dilagante e contro il tentativo della classe politica di autoassolversi con un "colpo di spugna" molto controverso. La polemica sta avendo contraccolpi anche a livello internazionale: sei Stati occidentali (Belgio, Canada, Francia, Germania, Olanda e Usa) si sono detti "molto preoccupati" per le mosse del governo di Bucarest, specificando che questa misura rischia di "minare la reputazione della Romania nella comunità internazionale e rischia di colpire la partnership basata su valori comuni". Anche il vicepresidente della Commissione Europea Timmermans ha parlato di "un passo indietro".

Il ministro per le imprese, Sorin Grindeanu, si è dimesso ieri per "ragioni etiche": "Il nostro Paese non merita quello che sta succedendo, i rumeni non lo meritano - ha spiegato - Cosa dirò a mia figlia fra qualche anno?". Contemporaneamente anche il ministro della Giustizia Florin Iordache ha "temporaneamente ceduto" i poteri al proprio vice.

In calo anche la divisa nazionale: il leu romeno ha perso oggi lo 0,21 per cento nei confronti dell'euro.

Commenti

global3000

Gio, 02/02/2017 - 15:56

anche i rumeni ci hanno batuti mostrando coraggio....vergongatevi paese di elfi italiani

venco

Gio, 02/02/2017 - 16:03

Politici come i nostri, non per niente questi sono di vecchia origine romana.

glasnost

Gio, 02/02/2017 - 16:06

Ma il sig. Grindeanu primo ministro rumeno, non è un tizio appartenente al partito socialdemocratico che ha vinto le elezioni con filippiche contro la corruzione ? sempre così questi sinistri parlare e fare sono due cose in contrapposizione per loro? Un po come l'Obama nobel per la pace che sgancia 26.000bombe????n

marco.olt

Gio, 02/02/2017 - 16:08

E' da queste cose che si vedono le "palle" e il cervello dei cittadini onesti, dove sono gli Italiani per i ladroni al Parlamento di casa nostra?? A guardare la TV?

Invictus

Gio, 02/02/2017 - 16:08

E in Italia tutti in piazza per festeggiare i Mondiali o lo scudetto ... magari in fila di notte per il nuovo Iphone ..... che tristezza.

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Gio, 02/02/2017 - 16:18

Altro grande paese fatto entrare in europa...

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 02/02/2017 - 16:20

ecco cari italiani , la romania è la patria di quelli che chiamiamo zingari , e ad occhi e croce mi sembrano più intelligenti e civili di noi .

27Adriano

Gio, 02/02/2017 - 16:22

I Romeni, ripeto i Romeni (non gli Zingari o Rom che dir si viglia) hanno le palle!

glasnost

Gio, 02/02/2017 - 16:45

A me piace la gente che lavora e va a votare per esprimere la propria opinione. Quelli che hanno il tempo di andare in piazza non so come campino,né chi li paga o li organizza. Quindi non mi piacciono affatto

att

Gio, 02/02/2017 - 18:14

@glasnost: lie legge gli articoli, oppure scrive tanto per sfogarsi, dato che nella vita reale nessuno le presta attenzione?..."Il ministro per le imprese, Sorin Grindeanu"....capito?... non il "primo ministro"!

att

Gio, 02/02/2017 - 18:15

@manganellomonello: alludeva all'Italia, vero?

moammhedd

Gio, 02/02/2017 - 18:16

invece noi strisciamo dietro una caterva di politici corrotti e la magistratura se ne impippa

maurizio50

Ven, 03/02/2017 - 08:21

Anche in Romania , evidentemente, sono andati al governo dei "sedicenti democratici"!!

glasnost

Ven, 03/02/2017 - 08:48

@att: Il Grindenau è primo ministro dal 4/1/2017. Tanto le dovevo....buona giornata e sia più civile anche nello scrivere