Ruanda, plebiscito per Kagame: rieletto col 98% dei voti

Il presidente uscente del Ruanda, Paul Kagame, ottiene il terzo mandato, estendendo i suoi 17 anni al potere nel Paese africano

Tutto il Ruanda è per Paul Kagame: il presidente uscente è stato rieletto con un plebiscito (98,66% dei voti) nelle elezioni di venerdì, mentre il conteggio delle schede è all'80%. Ottiene così il terzo mandato, estendendo i suoi 17 anni al potere nel Paese africano. A fornire i dati è stato il segretario esecutivo della Commissione elettorale, Charles Munyaneza. Kagame ha avuto il plauso della comunità internazionale per la ripresa e la pacificazione seguite al genocidio del 1994, in cui morirono oltre 800mila persone di etnia tutsi e hutu moderati.

Ma al contempo Kagame è sempre più criticato per i diffusi abusi dei diritti umani, il bavaglio imposto ai media e la soppressione dell'opposizione politica.

Secondo la commissione elettorale, l'affluenza arriverà al 90% in un Paese che conta 12 milioni di persone. A sfidare Kagame erano il candidato dell'opposizione Frank Habineza e l'indipendente Phillippe Mpayimana. "Saranno altri sette anni in cui prendersi cura di questioni che riguardano i ruandesi e garantire che diventiamo davvero ruandesi con sviluppo economico", ha dichiarato il vincitore in un discorso trasmesso in diretta tv.

Commenti
Ritratto di robergug

robergug

Sab, 05/08/2017 - 15:34

Se il Ruanda vuole kagame, lasciamoli fare.

Ritratto di makko55

makko55

Sab, 05/08/2017 - 15:47

Bel faccino......rassicurante, 98 % dei voti ? Renzi con quella % si farebbe portare in giro con la portantina papale !

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 05/08/2017 - 15:50

Il Ruanda,nonostante il genocidio praticato dagli Hutu,20 anni fa a scapito dei Tutsi(con gli occhi bendati di Francia e Belgio...),è uno dei pochi Stati Africani,sulla "buona strada".Mi auguro che Kagame,continui nel percorso di "modernizzazione" e di progresso di questo sfortunato Paese,sperando che "qualche forza esterna",non ci metta lo zampino!!!

mauepicuro

Dom, 06/08/2017 - 10:27

Non ditelo a Napolitano, manderebbe le truppe per cacciarlo e far venire qua anche i ruandesi ........... ! !

blackindustry

Dom, 06/08/2017 - 12:05

Mi ricorda, seppure in altei scenari, il Duce, quando aveva estromesso le opposizioni politiche e controllava i mass-media, e nel contempo faceva marciare spedita l'Italia sulla via della grandezza industriale e sociale. Altra analogia, il mondo era in guerra e il Re Vitt.Em. III voleva partecipare per spartirsi il bottino con Hitler, Mussolini accetto' suo malgrado (chi conosce la Storia vera sa che il Duce disse ad Hitler che litalia aveva bisogno di pace fino almeno al 1946 per consentirci di cresceree prosperare nelle colonie e far consolidare le riforme sociali. Ma sappiamo bene come e' andata, il Duce obtorto collo ha dovuto accettare la guerra ed il regime ha dato la parvenza di grandiosita' alla dichiarazione di guerra pomposa e di facciata voluta, e poi dopo i casini della guerra andata male, tutto paga il Duce, secondo quanto dicono i comunisti dal 1945 ad oggi. Oggigiorno stessi scenari per guerra in Libia, voluta da Capo di Stato italiano (il comunistaccio emerita mummia maligna) accettata obtorto collo da Berlusconi, ed oggi, coi casini che sono successi, i comunisti cambiano la realta' e raccontano che la guerra in Libia e' stata voluta da Berlusconi. Che dire... la Storia si ripete... perlomeno fino a quando non si impara la lezione: i comunisti sono il male assoluto.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 06/08/2017 - 17:32

Non si può proprio dire che i ruandesi non l'abbiano Kagato!