Medvedev: "Ankara protegge l'Isis. Ora i nostri rapporti sono a rischio"

Il primo ministro russo accusa Ankara dopo l'abbattimento del jet sul confine siriano. "A rischio i progetti comuni"

Continua la protesta, in Russia, dopo l'aereo abbattuto dalla Turchia. Dopo l'ambasciata di Ankara a Mosca, la protesta è giunta anche a Ulyanovosk, nella parte sud del Paese. I cittadini hanno staccato la bandiera turca dall'edificio della fabbrica della Efes, una grande compagnia produttrice di birra, e l'hanno bersagliata con uova.

Al posto della bandiera turca è stata issita quella della Russia e dell'aviazione militare della Federazione. Il fatto, secondo i media, è avvenuto sotto gli occhi delle forze di sicurezza, che non hanno fatto nulla per fermare i manifestanti. Intanto, sulla questione del jet russo ha parlato anche il primo ministro, Dmitrij Medvedev.

"Le lunghe relazioni di buon vicinato tra Russia e Turchia sono state minate, in particolare nella sfera economica e umanitaria" ha affermato, aggiungendo che ci saranno "conseguenze dirette, come la rinuncia a una serie di importanti progetti comuni e la perdita di posizione nel mercato russo da parte delle compagnie turche". Molte aziende di origine turca sono presenti nel mercato dell'ex Urss si passa dall'ortofrutta all'edilizia. Per non parlare dei progetti comuni, come il gasdotto Turkish Stream.

Medvedev non risparmia le accuse: "La Turchia ha dimostrato ora con le sue azioni di proteggere i militanti dell'Isis". E osserva che "questo non sorprende, considerando l'informazione sugli interessi finanziari diretti di certi dirigenti turchi nella fornitura di prodotti petroliferi realizzati dagli impianti dell'Isis". E per quanto riguarda i rapporti con la Nato, "le azioni sconsiderate e criminali delle autorità turche hanno causato una pericolosa escalation nelle relazioni tra Russia e Nato, che non sono giustificabili da alcun interesse, nemmeno dalla protezione dei confini statali".

La Russia "rivaluterà seriamente" le sue relazioni con la Turchia, dopo l'abbattimento dell'aereo da guerra di Mosca. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov. Le parole di Medvedev sono confermate dalla denuncia del ministro: "Sul territorio turco sono presenti troppi fenomeni, che rappresentano una minaccia terroristica ai nostri cittadini e non solo ai nostri". La Russia reagirà all'accaduto ma "non intende fare guerra alla Turchia" anche perche, come vuol far notare Lavrov, "non vogliamo creare inutili problemi per i nostri cittadini, per le nostre compagnie che collaborano con la parte turca". Nel frattempo, Mosca fa sapere che non ci sarà nessun incontro tra Lavrov e il ministro degli Esteri della Turchia, Mevlut Cavusoglu. Durante un colloquio telefonico tra i due, il russo ha rifutato più volte le offerte di meeting provenienti dal collega turco. La portavoce di Lavrov, Maria Zakharov, ha fatto sapere che "nel corso della conversazione telefonica tra Lavrov e il ministro degli Esteri turco, il ministro russo non ha acconsentito a nessuna delle numerose offerte di incontro"

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/11/2015 - 10:17

Erdogan...e non solo. Tutta ancora da definire la condotta dell' "afroamericano" criptoislamico.

sbrigati

Mer, 25/11/2015 - 10:40

Vi immaginate cosa sarebbe successo se fosse accaduto il contrario? Proteste cortei, scioperi, manifestazioni in tutto l'occidente, scontri e morti nei paesi islamici.

buri

Mer, 25/11/2015 - 11:02

non c'è fa stupirsi, il doppiogioco della Turchia p smascherato e potrebbe avere grace ripercussioni sull'economia turca

Ritratto di Scassa

Scassa

Mer, 25/11/2015 - 11:42

scassa mercoledì 25 novembre 2015 Perbacco si ricomincia con " mamma lì Turchi " ??? Vedo che a certa gente le lezioni non servano ! Ma attenzione ,temo che questa volta la Turchia abbia pestato una me...,perché Putin non è mica tanto ....diciamo comprensivo ...insomma non è un VIGLIACCO MODERNO ,NON VENDE IL SUO PAESE ....LUI!!!!!!!scassa.

VESPA50

Mer, 25/11/2015 - 12:53

quanta incapacità stanno dimostrando questi servi dell'America che si muovono come marionette manovrate dall afroamericano. Nessuna nazione europea ha speso una parola per condannare il vile comportamento di Erdogan presidente di una nazione altrettanto vile e subdola. Ma tutti pronti a scherarsi con l'abbronzato incapace che in questi anni di presidenza è solo riuscito a destabilizzare tutto il medioriente

agosvac

Mer, 25/11/2015 - 12:55

Se Erdogan ha avuto il "coraggio" di abbattere un aereo Russo ben sapendo della differenza bellica tra lui e la Russia, è chiaro che ha avuto l'appoggio di Obama! Tempo fa mi chiedevo se Obama sarebbe riuscito, prima della fine del suo mandato, a fare grossi danni: forse ci sta riuscendo!!! Probabilmente Obama passerà alla storia non come il primo presidente Usa di pelle nera ma come il primo presidente Usa che ha causato grossi guai alla nazione. Tutti ricorderanno Reagan come il Presidente che ha posto fine alla guerra fredda, probabilmente tutti ricorderanno Obama come il Presidente che ha ricominciato la guerra fredda, sempre sperando che non riesca a farla diventare addirittura "calda".

agosvac

Mer, 25/11/2015 - 13:04

Egregio Scassa, vedo che lei ricorda il vecchio avvertimento o grido di dolore "mamma, li turchi". E' risuonato per tutto il tardo medio evo ed oltre. Significava che i pirati turchi si stavano avvicinando alle coste italiane per venire a distruggere, depredare, rapire donne e bambini!!! Fu tutta la Cristianità unita a reagire sconfiggendo i turchi prima a Lepanto e successivamente alle porte di Vienna. Purtroppo oggi l'UE ha rinnegato la propria Cristianità ed è indifesa contro gli ultimi attacchi dei "turchi".

Ritratto di Rames

Rames

Mer, 25/11/2015 - 14:13

La Turchia deve essere punita.

cdg58

Mer, 25/11/2015 - 14:14

Per Scassa: ha dimenticato di aggiungere che l'80% dei Russi è dalla parte del suo presidente...

cdg58

Mer, 25/11/2015 - 14:16

Agosvac scusi, ma di quali attacchi alla UE sta parlando?

tRHC

Mer, 25/11/2015 - 15:46

Erdogan e CHIUNQUE ALTRO!!! Se accarezzano anche da lontano le lodi dell'isis,devono essere isolati SENZA SE E SENZA MA!!! Questo e' un modo costruttivo di fare la guerra all'isis. Il bimbominkia e i suoi compari di mollica ne avranno le palle? Vedremo!!!

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 25/11/2015 - 17:12

Purtroppo i russi hanno scombinato i piani della cricca del malaffare Arabia, Turchia, Usa e Quatar, grandi sostenitori dell'isis, quindi cominciano a fargli la guerra. Il problema e' che i Russi non hanno il senso dell'umorismo, ed e' garantito che l'islamico di Ankara la paghera'.

acam

Mer, 25/11/2015 - 17:27

per adesso Vladimir vede pesa incarta e porta a casa poi si vedrà

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 25/11/2015 - 17:33

Il consenso in Russia di Putin è più alto dell'80%. Le ultime rilevazioni lo danno a oltre il 90%. I russi si uniscono nel momento del bisogno. Al contrario degli italiani.

agosvac

Mer, 25/11/2015 - 17:35

Egregio cdg58, sto parlando degli attacchi terroristici che, se non provengono direttamente dalla Turchia, provengono certamente da fonti dell'integralismo islamico. Mi meraviglio che non sia riuscito a capirlo!

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 25/11/2015 - 18:01

Il 57% del gas che la turchia (volutamente minuscolo)usa, viene dalla Russia. Putin, CHIUDI IL GAS e che si arrangino! I turchi chiedano aiuto al loro allah al bar....

brunicione

Mer, 25/11/2015 - 18:23

Erdogan è musulmano, la turchia è a maggioranza mussulmana, mi pare ovvio e normale che proteggano l'ISIS. Se Erdogan non lo fa, non lo votano !!!!

Ritratto di bingo bongo

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 25/11/2015 - 19:04

Turchia stato terrorista !!!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 18/12/2015 - 16:02

Obama avrà detto alla Turchia, tentar non nuoce ma così non fu, nuoce eccome nuoce, questo è appena l'inizio.. ,