Russia, tentano di sorvolare il Cremlino con un drone

L'accusa è di "violazione dello spazio aereo"

Sono passati 28 anni da quando Mathias Rust atterrò indisturbato sulla Piazza Rossa di Mosca con il suo Cessna 172. Oggi due connazionali hanno tentato di emulare Rust, ma sono stati arrestati dalle forze dell'ordine. Questa volta niente aerei, ma un drone.

L'idea dei due aviatori era quella di utilizzare un piccolo drone quadricottero per sorvolare il Cremlino. I due volevano realizzare foto e video per descrivere il centro del potere russo ma - si legge in una nota dell'agenzia moscovita Interfax - sono stati fermati dalla polizia nei pressi della Vodovzvodnaya, la torre del Cremlino. Uno dei due è stato denunciato per "violazione delle regole per l'uso dello spazio aereo".

Commenti

alox

Ven, 18/09/2015 - 13:35

Pena di morte alle spie occidentali!

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 18/09/2015 - 14:16

Sono perfettamente d'accordo con l'arresto che i russi hanno effettuato. L'avevo già scritto che i droni non sono semplici "giocattoli". Possono essere usati sia per spiare, come in questo caso, sia per azioni terroristiche contro obiettivi irraggiungibili altrimenti, come le centrali nucleari, centri militari e scientifici, ecc. Nel caso di questo drone vi hanno messo una telecamera video ma immaginatevi se vi aggiungevano dell'esplosivo al plastico da far esplodere con telecomando. Cosa facilissima da farsi e i terroristi sarebbero introvabili o avrebbero una facile fuga, a danno effettuato.