Scarpe costano troppo poco. E al ristorante chic non lo fanno entrare

Micheal Farrell, un inglese di Manchester, si è visto rifiutare l'ingresso in un ristorante vicino Marbella perché le sue scarpe da 340 euro erano "da ginnastica"

Succede anche questo quando si sceglie un ristorante troppo di lusso. Che se non si rispettano i loro standard, ti vietano l'ingresso. È quanto avvenuto all'Olivia's La Cala, a 20 chilometri da Marbella. Il ristorante è noto per essere teatro di un reality show. Per questo motivo, Michael Farrell, di Manchester, ha voluto portare lì a cena la moglie prenotando addirittura sei mesi prima.

Pochi giorni prima dell'arrivo, la prima avvisaglia. I gestori del locale inviano all'uomo una mail chiedendogli l'abbigliamento scelto per la serata. L'uomo manda direttamente la foto dei vestiti, anche delle scarpe. E così, è arrivata la bocciatura del ristorante: "Sfortunatamente le scarpe nella sua fotografia, secondo la politica del dress code di Olivia's sarebbero classificate come scarpe da ginnastica. A causa di questo, purtroppo non possiamo permetterle di prenotare la cena". Queste le parole riportate da Il Messaggero. Scarpe che gli erano costate la bellezza di 340 euro.

Una mail arrivata quasi alla partenza per Marbella e che ha ovviamente distrutto i piani della coppia. Specialmente dell'uomo, che aveva fatto di tutto per far felice la moglie, appassionata del reality che viene girato in quella location. Michael non si è dato subito per vinto: ma alla fine è stata la moglie a voler desistere per ripicca dopo quella bocciatura dell'Olivia's.

Per i proprietari del ristorante la motivazione è molto semplice: "Le sue calzature non rispettavano il nostro rigoroso dress code del ristorante. È irrilevante quanto costino le sue scarpe" ha spiegato Elliott Wright. "Continueremo con la nostra rigorosa politica in materia di dress code e continueremo a garantire che i nostri meravigliosi clienti continuino ad avere un'esperienza eccezionale qui a Olivia's tra cibo, bevande e intrattenimento" ha aggiunto.

Commenti
Ritratto di sekhmet

sekhmet

Lun, 15/10/2018 - 21:19

Il titolo è fuorviante: il diniego non è causato dal prezzo dalle scarpe, ma dalla loro destinazione, la ginnastica. Magari il soggetto in questione è un originalone che va a fare sub con gli scarponi da sci... D'altra parte, anche a me è stato impedito di entrare in palestra con scarpe da passeggio, però nessuno ha mai scritto un articolo indignato sull'accaduto. Sekhmet.