Schiaffo dei democratici a Trump: bloccata la nomina del giudice Neil Gorsuch

È guerra in Congresso tra democratici e amministrazione Trump: i primi bloccano la nomina del giudice Neil Gorsuch alla Corte Suprema, i repubblicani annunciano un cambio di regole

I democratici hanno bloccato la nomina del giudice Neil Gorsuch alla Corte Suprema, in quella che può essere considerata una dichiarazioe di guerra all'amministrazione Trump.

Dopo giorni di palpabile tensione, la votazione si è conclusa con 55 sì e 45 no, insufficienti a confermare la nomina di Gorsuch che, secondo le regole attuali, ha bisogno di almeno 60 voti a favore. In risposta i repubblicani hanno annunciato un cambio delle regole relative alla maggioranza necessaria per confermare la nomina.

Stasera si preannuncia un durissimo scontro in Congresso: la cosiddetta "nuclear option", infatti, scatterà già stasera, il che vuol dire che, grazie alle nuove regole che introducono una maggioranza semplice, il giudice Gorsuch potrebbe essere confermato già domani.

Il voto del Senato si inserisce in un clima già tesissimo: proprio stamattina sono arrivate le dimissioni del repubblicano Devin Nunes da presidente della commissione d'inchiesta del Congresso sul Russiagate, dopo che il Comitato etico ha annunciato l'apertura di un'indagine formale nei suoi confronti.

Nunes era sotto il tiro incrociato dei democratici e di alcuni repubblicani già da giorni. L'opposizione democratica chiedeva le sue dimissioni per condotta politicizzata dell'indagine. Lui si è sempre dichiarato innocente e ha parlato di "notizie false", accusando "gruppi di attivisti di sinistra" di volerlo allontanare.

Alla fine però ha ceduto, dando l'ennesimo duro colpo all'amministrazione del presidente Donald Trump, che ha già perso il consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn, sempre a causa dello scandalo legato al Russiagate.

Commenti

Atlantico

Gio, 06/04/2017 - 19:35

Eppure io sono convinto che Trump prima o poi ne azzeccherà una. Per caso.

glasnost

Gio, 06/04/2017 - 19:35

Molti nemici molto onore! Go Donald go

ILpiciul

Gio, 06/04/2017 - 19:39

Mr. President, passi all'azione che è meglio, veloce.

Arch_Stanton

Gio, 06/04/2017 - 20:06

Non posso pensare ad un nome migliore di Gorsuch, è perfetto. I "democratici" voterebbero contro chiunque a priori perché scelto da Trump.

giovanni951

Gio, 06/04/2017 - 20:15

tanti tanti anni al Carosello fa c'era una pubblicitá che diceva " dúra minga, düra no, non puó durare"; ecco, se va avanti cosi lo costringeranno a lasciare.

vinvince

Gio, 06/04/2017 - 20:37

I democratici sempre meno democratici .... come in italia.

rokko

Gio, 06/04/2017 - 21:48

Ah ah questo non ne azzecca una...

giomag42

Ven, 07/04/2017 - 01:01

Caro "beniformato"...ci risiamo. Ma lo sai, o fai finta di non saperlo, che la votazione odierna era largamente prevista, tenuto conto del branco di pecore dei cosiddetti "democratici". Il senato a maggioranza repubblicana votera' la "nuclear action" (la conosci, "beninformato"?) e Gorsuch sara' eletto, probabilmente domani, "a maggioranza semplice". Con buona pace di chi gli "schiaffi" li vuole tirare.

Andrea De Benedetti

Ven, 07/04/2017 - 01:29

Bei tempi quando Alberto Pasolini Zanelli era il corrispondente del Giornale dagli Stati Uniti. Che tristezza oggi.

Mannik

Ven, 07/04/2017 - 08:30

Grande spirito democratico i repubblicani: cambiano le regole per riuscire nel loro intento. È proprio l'essenza della democrazia.

antipifferaio

Ven, 07/04/2017 - 09:41

Non si può fare affidamento sulle "notizie e umori" riportate da questo come dal 99,99% dei giornali occidentali. Ricordate che siamo sotto dittatura della finanza la quale ha deciso per la sostituzione etnica, per la sottomissione fino allo schiavismo dei popoli. Trump sta combattendo contro un sistema incancrenito che sta collassando. Il popolo, americani in primis, sta con lui ed è questo che terrorizza l'establishment sempre più isolato e arrogante. Se si votasse oggi Trump prenderebbe persino più voti di prima. L'italia è invece un caso patologico per via della mentalità distorta della gente...ma credo che quanto prima la doccia fredda per i politici arriverà anche qui...

Cinele

Ven, 07/04/2017 - 10:04

Vinvince, "i democratici sempre meno democratici". Ma perché scusi non è proprio in democrazia che io voto a favore o contro secondo come la penso? Da quando votare non è più democratico? Piuttosto mi chiederei come votano i repubblicani?