"La scorta alla famiglia del tagliagole dell'Isis costa 7mila euro al giorno"

Dopo la polemica sulle cinque case, ora in Gran Bretagna scatta quella sulla scorta alla famiglia di Jihadi John. Sostieni il reportage

Non solo le cinque case, ma anche la scorta. Dopo le polemiche in Gran Bretagna (dopo che i media hanno messo in luce il fatto che la famiglia di Jihadi John, il "tagliagole" dell'Isis, è costata ai contribuenti 400.000 sterline (550.000 euro)), adesso se ne aggiunge un'altra. Infatti, come riportano i media britannici, la famiglia di Mohamed Emwazi, si trova sotto la protezione della polizia inglese in una operazione di sicurezza che costa ai contribuenti britannici più di 5mila sterline al giorno (circa 7mila euro).

La madre, il fratello e tre sorelle del terrorista sono stati trasferiti in una località sicura dopo la rivelazione dell’identità di Jihadi John. Sono stati incaricati della scorta agli Emwazi gli agenti di Scotland Yard: si temono ritorsioni nei confronti dei familiari, in particolare della madre di Mohamed, Ghaneya, che aveva riconosciuto il figlio subito dopo aver visto un documentario sulla decapitazione compiuta dall’Isis del giornalista americano James Foley.

Commenti

Tuvok

Ven, 06/03/2015 - 14:13

I 7 mila euro al giorno servono a mettere i grandi politici inglesi al sicuro da eventuali ritorsioni nei loro confronti. Poi, come effetto collaterale, proteggono anche la famiglia Emwazi.