Suicida il sopravvissuto alla strage di Parkland: secondo in una settimana

Pochi giorni fa anche la 19enne Sydney Aiello si era tolta la vita, per i sensi di colpa

Si è tolto la vita uno degli studenti sopravvissuti alla strage nella scuola superiore di Parkland, in Florida, nella quale morirono 17 persone, tra alunni e insegnanti. La strage era stata compiuta nel settembre del 2018, per mano di uno studente.

È il secondo caso di suicidio in pochi giorni. Lo scorso fine settimana, infatti, anche Sydney Aiello, 19 anni, si era uccisa per il "senso di colpa del sopravvissuto": la ragazza non ha retto alla perdita dei due migliori amici, Meadow Pollack e Joaquin Oliver, perché non sopportava il fatto di essere scampata alla strage.

La polizia di Coral Springs ha riferito, secondo quanto riporta il quotidiano Miami Herald, che il ragazzo "morto per quello che sembra essere un suicidio" frequentava il secondo anno della Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland. La morte sarebbe avvenuta sabato sera, ma la notizia è stata resa nota solo adesso.

I funzionari locali stanno cercando di gestire l'emergenza e, a questo scopo, è stata convocata una riunione coi genitori dei ragazzi, per aiutarli a interagire coi loro figli, così da riuscire a capire quando qualcosa non va: la scuola, per esempio, fornirà ai genitori il Protocollo Columbia, una serie di 6 domande da porre ai propri figli.

Commenti

paolone67

Lun, 25/03/2019 - 14:05

Menti deboli.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 25/03/2019 - 14:50

" Sydney Aiello, 19 anni, si era uccisa per il "senso di colpa del sopravvissuto"" "La polizia di Coral Springs ha riferito, secondo quanto riporta il quotidiano Miami Herald, che il ragazzo "morto per quello che sembra essere un suicidio"". Sembra che qui, oltre a non rileggere quanto si scrive, SI COPI addirittura senza MINIMAMENTE USARE IL CERVELLO... Se non o capito male, si trattava DI UN RAGAZZO, NON DI UNA RAGAZZA. Sydney, d'altraa parte, fa ricordare Sydney Poitier, che sucurament NON ERA UNA RAGAZZA...

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 25/03/2019 - 14:52

" Sydney Aiello, 19 anni, si era uccisa per il "senso di colpa del sopravvissuto"" "La polizia di Coral Springs ha riferito, secondo quanto riporta il quotidiano Miami Herald, che il ragazzo "morto per quello che sembra essere un suicidio..."". Sembra che qui, oltre a non rileggere quanto si scrive, SI COPI addirittura senza MINIMAMENTE USARE IL CERVELLO... Se non ho capito male, si trattava DI UN RAGAZZO, NON DI UNA RAGAZZA. Sydney, d'altra parte, fa ricordare Sydney Poitier, che sicuramente NON ERA UNA RAGAZZA...

titina

Lun, 25/03/2019 - 17:25

x paolone67. secondo me troppo sensibili, hanno bisogno di aiuto psicologico

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 25/03/2019 - 18:36

non è la generazione del dopo guerra....non conoscono la parola , rinuncia e sacrifici, tutto presto e subito, ognuno è artefice del proprio destino

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 25/03/2019 - 19:56

Senso di colpa per essere sopravvissuto a un massacro ... chiedetelo ai "foreign fighter" dell'ISIS sopravvissuti alla debacle del Califfato come si fa a vivere una volta tornati al loro paesello di origine, simili reduci della Campagna di Russia, altro che sensi di colpa.

rosolina

Lun, 25/03/2019 - 22:09

Protocollo Columbia…"Bene...buon appetito...a proposito, ma non é che ti vorresti suicidare?" Ecco...non credo che la domanda la farei proprio mentre si mangia...un momento già delicato di suo...Per il resto se ci nutrissimo di cibi meno snaturati, forse i nostri neuroni sarebbero più o meno in ordine, così da poter restare più lucidi