Siria, l'Isis minaccia di distruggere Palmira

Il sito archeologico dichiarato dall'Unesco patrimonio dell'umanità è in serio pericolo

Un altro importante sito archeologico rischia di cadere nelle mani dell'Isis. Dopo averne devastati altri in Iraq, i jihadisti ora minacciano Palmira (Siria), dichiarata dall'Unesco patrimonio dell'umanità. L'allarme è stato lanciato dall'Osservatorio siriano per i diritti umani, dopo la sconfitta dei soldati del regime di Bashar al Assad nei pressi del sito archeologico. Come ha sottolineato il direttore dell'Ong, Rami Abdel Rahman, "Palmira è minacciata, l'Isis ha conquistato tutte le postazioni dell'esercito" tra Al-Sukhnah e il sito archeologico, ritrovandosi a meno di due chilometri dalle rovine, nella sua avanzata verso la cittadina.

Nel sito si trovano le rovine di una grande città, considerata uno dei principali centri culturali del mondo antico. I suoi templi e il colonnato, celebri in tutto il mondo, sono in pericolo se i jihadisti dovessero arrivarci, replicando le distruzioni compiute a Nimrud e Hatra in Iraq.

Si sta occupando del problema una conferenza internazionale in corso al Cairo. Il direttore delle antichità siriano, Maamoun Abdulkarim, ha confermato: "Se la città cade, sarà una catastrofe internazionale, una ripetizione delle barbarie e dei saccheggi che abbiamo visto a Nimrud, Hatra e Mosul". Attualmente la moderna città di Tadmur ospita 1.800 famiglie, scappate da Al-Sukhnah, caduta mercoledì nelle mani dei miliziani, tra ingenti perdite per entrambe le parti, con 70 morti per l'esercito siriano e 40 per l'Isis, tra cui due comandanti.

Secondo i siti web legati all'Isis, uno di questi è Abu Malik Anas al-Nashwan, apparso in un video in cui vengono decapitati 28 cristiani etiopi ed eritrei in Libia.

Almeno ventitre civili sarebbero già caduti sotto i colpi dei jihadisti nell'area delle rovine di Palmira. Tra questi ci sarebbero nove bambini, freddati da colpi d'arma da fuoco ad Amiriyeh, a nord di Palmira, o Tadmor come è chiamata in arabo.

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 14/05/2015 - 18:09

distruggete pure,in un mondo di bestie la civiltà e l'arte non servono.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Gio, 14/05/2015 - 18:46

L'invidia verso una civiltà superiore! Vi prego: riempite questo articolo di interventi indignati! Potete dire anche tutti la stessa cosa, ma non importa. Importa solo far vedere che siamo tanti a temere un disastro per la Storia dell'umanità e una provocazione inaccettabile per tutti quelli che amano la bellezza!

ClaudioB

Gio, 14/05/2015 - 19:20

Aiuto !!! Bisogna attivare una sorveglianza satellitare 24 ore su 24 e le prime milizie che si avvicinano alle rovine farle saltare in aria senza la minima esitazione.

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Gio, 14/05/2015 - 19:32

... E LE STELLE STANNO A GUARDARE...

Ritratto di calbert65

calbert65

Gio, 14/05/2015 - 20:04

ma si, ma chi se ne frega !!!.... sono dei beduini ignoranti: che tornino pure alle loro origini.... beduine appunto, cancellando ogni traccia dei loro momenti evoluti. L'importante è confinarli, anche a cannonate, a casa loro...

HopFrog65

Gio, 14/05/2015 - 20:22

Purtroppo, non importa niente a nessuno! certo, se ISIS distruggesse qualche stadio di calcio...beh, allora certamente ci sarebbe una sollevazione europea, con Italia in testa...ma delle rovine storiche, come detto, non importa una sega a nessuno!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 14/05/2015 - 23:46

La peste nera del nuovo millennio. Non si tratta di una vecchia malattia come la peste bubbonica. QUESTA È LA PESTE NERA DEGLI ASSASSINI ISLAMICI. Una peste che invade il cervello di gente sprovveduta e la trasforma in orrendi disumani robot suicidi. ORIANA FALLACI AVEVA VISTO GIUSTO. Quando lo capiranno gli irresponsabili messi al governo antidemocraticamente dal comunista Napolitano?

imhotep

Sab, 16/05/2015 - 06:46

I governanti STANNO gia facendo MOLTO, portano avanti il progetto dell europa unita, ovviamente nella nuova Europa NON c'è posto per le popolazioni autoctone, vanno sostituite con arabo-asiatici, che Ci piaccia o no . Siamo morti che camminano