Siria, la minaccia dell'Arabia Saudita: "Putin non riuscirà a salvare Assad"

La minaccia dei sauditi: "Putin non riuscirà a salvare Assad". L'Iran avverte Riad: "Niente truppe sul terreno". Telefonata Obama-Putin: "Collaborare per il cessate il fuoico e la lotta al terrorismo"

La Russia "fallirà nel suo tentativo di salvare Bashar al Assad", così come l’Iran. A dirlo, in una conferenza stampa a Riad, è il ministro degli Esteri saudita, Adel al-Jubeir, citato dai media panarabi. Mosca "deve fermare i suoi raid aerei contro l’opposizione moderata siriana", ha aggiunto l’alto responsabile saudita. La caduta di Assad "è solo questione di tempo, prima o dopo il regime cadrà, aprendo la strada per una nuova Siria senza Assad". E all’indomani del dispiegamento dei caccia di Riad in Turchia, l'Iran mette in guardia i sauditi: "Non consentiremo certamente che la situazione in Siria evolva in linea con la volontà dei Paesi ribelli. Prenderemo le misure necessarie a tempo debito", ha detto il generale di brigata, Masoud Jazayeri, vice del caop di Stato maggiore delle forze armate iraniane. Jazayeri rispondeva alla domanda se l’Iran pensa di mandare altri consiglieri militari in Siria nel caso i sauditi dovessero inviare truppe sul terreno. Intanto, in una lettera inviata dal governo di Damasco alle Nazioni unite, si legge che i bombardamenti della Turchia contro le postazioni dell'Ypg curdo nel nord della Siria sono un diretto sostegno di Ankara ai militanti.

Disgelo tra Obama e Putin

Il presidente russo Vladimir Putin e quello statunitense Barack Obama hanno avuto un colloquio telefonico per discutere delle questioni relative alla risoluzione del conflitto in Siria. Lo ha reso noto il Cremlino in una nota. I due leader hanno concordato sull'opportunità intensificare diplomatica e altre forme di cooperazione per trovare un accordo sulla Siria.

Mogherini: "Niente soluzione militare"

In Siria non c’è "soluzione puramente militare", dice Federica Mogherini in un’intervista al Corriere della Sera. L'Alto rappresentante Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza sottolinea che "c'’è stata una presa di responsabilità della comunità internazionale, che in un momento di stallo dei negoziati, avviati e sospesi a Ginevra, ha assunto su di sé il compito di dare una spinta a tradurre in pratica accordi già presi, verificando con le parti internazionali e regionali le condizioni per far cessare le ostilità e sbloccare l’accesso agli aiuti umanitari". E prosegue: "Serviva che tutti, da Stati Uniti e Russia fino a Turchia e Arabia Saudita, si impegnassero in tal senso. Lo abbiamo fatto giovedì notte con la creazione di due task force". Per Mogherini è "prematuro parlare di successo", ma l’incontro del Gruppo internazionale di supporto sulla Siria "non è stato un fallimento", anzi. "Credo che sarà più facile, anche se non scontato, far arrivare l’aiuto umanitario. Quanto al cessate il fuoco è più problematico ma non sono del tutto pessimista", sottolinea. Il compito più difficile, aggiunge, è quello della task force per la tregua, "che comporta un coordinamento politico e militare tra i principali attori sul terreno per fissare le modalità del cessate il fuoco, quindi identificare i target da evitare e le linee di demarcazione sul territorio". Mogherini interviene anche sulla linea dell’Italia in Europa. Il nostro Paese, afferma, "ha capito benissimo che per salvare il processo di integrazione c’è bisogno di cambiare la nostra Unione. In questo anno e mezzo di lavoro in Commissione e in Consiglio ho visto un’Italia protagonista di battaglie forti e importanti non a beneficio suo ma di tutta l’Europa".

Annunci
Commenti

tormalinaner

Dom, 14/02/2016 - 14:15

Ma quella prugna secca della Mogherini che parla a fare tanto non l'ascolta nessuno perchè non conta niente!

carpa1

Dom, 14/02/2016 - 14:27

Mogherini: questa nullità, voce sempre fuori dal coro, che ha ampiamente dimostrato in tutte le occasioni in quale considerazione sono tenuti i rappresentanti italiani nel consesso internazionale, perchè non si limita a starsene zitta che farebbe più bella figura? Oltre a Renzi, Mogherini, Gentiloni, Pinotti, tanto per citarne alcuni, se limitassero o meglio non facessero esternazioni, si potrebbe quantomeno puntare sul fatto che qualcuno li potrebbe, anche se non ci credo, ritenere rappresentanti degni di una qualche considerazione. Invece no per cui, nella migliore delle ipotesi, vengono totalmente ignorati se non addirittura smentiti dai fatti.

vincenzo

Dom, 14/02/2016 - 14:29

Meno male che Mogherini c'è!Sennò come si potrebve arrivare a tanta saggezza....."comporta un coordinamento politico e militare tra i principali attori......."!Che parole assennat,che logica,che IQ!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Dom, 14/02/2016 - 14:44

Mogherini parla, sentenzia e dice : "Niente soluzione militare" ... sia lei sia quello che dice ormai fanno solo "tenerezza" . Speriamo che nessuno d'improvviso le dica la dura realtà perché potrebbe farle ... molto male anche da un punto di vista psicologico.

Ritratto di Valance

Valance

Dom, 14/02/2016 - 15:10

Isis, arabia saudita, ribelli anti assad e turchia sono esattamente la stessa cosa. Se fossero veramente i diritti umani la ragione di un intervento armato allora questo dovrebbe essere compiuto contro l’arabia saudita, perché è li che i diritti umani vengono meno rispettati. Assad non sarà un campione di democrazia, pero è certamente la migliore soluzione possibile per la Siria. La grande colpa di Assad è di avere buoni rapporti con la Russia.

Ritratto di marmolada

marmolada

Dom, 14/02/2016 - 15:14

I beduini pure minacciano.....a posto siamo!!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 14/02/2016 - 15:15

I sauditi hanno dato alla luce Osama Bin Laden,ricco saudita prestato al terrorismo in funzione anti Urss in Afghanistan per poi arrivare alle torri gemelle.L'integralismo islamico è cosa risaputa trova la patria nell'Arabia Saudita che sta ad Assad come il diavolo a San Pietro.La Turchia di Erdogan,che ha distrutto il laicismo voluto dal padre fondatore della moderna, è in sintonia con i sauditi,cosiccome in puro stile stelle a strisce,gli americani dell'abbronzato aprono sempre nuovi fronti per puro interesse politico-economico che poi ricadono sui paesi Ue che s'affacciano sul mediterraneo:la Libia come non unico esempio.Gli altri costruiscono reticolati ma nel mezzo del mare è impossibile costruirli. nopecoroni.it

nunavut

Dom, 14/02/2016 - 15:32

Dispiegamento dei caccia di Riad,prima incursione dei caccia turchi nel nord est della Siria,indovinate chi é stato bombardato!!! non l'Isis ma i combattenti Kurdi che con l'aiuto dei Russi sono fra i più efficaci contro l'Isis.Nessuno ne parla eh!!! siete solo capaci di sperperare l'inchiostro per Hamas e compagni vari appena qualcuno li tocca per i Kurdi nisba almeno loro normalmente attaccano i militari turchi non la popolazione turca.Scusate lo sfogo ma quando ci vuole ci vuole.

Libero1

Dom, 14/02/2016 - 15:49

Che la sardella mogherini e il bischero toscano in europa e nel mondo contasse meno di un fico secco non lo scopriamo oggi.Che la Pidiota ci voglia far credere che lei potrebbe decidere come risolvere il caos in Siria e dire a Putin come si deve comportare con Assad fa' ridere i polli.In nord africa ci sara' caos totale fin quando l'abbronzato corvo americano sara' presidente.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 14/02/2016 - 17:34

TERZA GUERRA MONDIALE IMMINENTE, PREPARATE I VOSTRI FIGLI PER IL FRONTE E RINGRAZIATE, OBAMA, LA NATO E L'UNIONE EUROPEA. LA STUPIDITA' UMANA RESTA INALTERATA NEI SECOLI, CAMBIA SOLO LO SCENARIO DIETRO DI ESSA.

unz

Dom, 14/02/2016 - 18:34

Desolante che US e Russia debbano combattersi per procura appoggiando fazioni sunnite contro fazioni sciite. Allucinante la miopia politica che fa dividere due paesi che dopo la fine della guerra fredda non hanno piu motivo di temersi, e che hanno in comune molto più di quello che li divide: le comuni radici cristiane.

TruthWarrior1

Dom, 14/02/2016 - 19:38

Aaah Mogherini, prendi na'scopa e mettiti a pulì in cucina e così ti troverai al tuo agio! Ma cosa pensi di essere? Al massimo, potevi fare la maestra d'asilo nella vita.

lorenzovan

Dom, 14/02/2016 - 19:47

ma come kamerati...quando i compagni si rifiutarono di consegnare ochalan..il capo dei curdi ai turchi,,,gridavate allo scandalo!!!!!ricordo bene gli articoli e i post!!!!! ora avete fatto inversione a 360 gradi??''

Ritratto di marystip

marystip

Dom, 14/02/2016 - 19:55

Obama prima lascia la casa bianca e meglio è. Un filo islamico che prima ha combinato il caos terroristico in quella zona poi non fa nulla per trovare soluzioni. Se la prende con Putin che, avendo bastonato di santa ragione i terroristi, ora teme che la Russia possa diventare (e lo diventerà) il vero baluardo dell'occidente.

Algenor

Dom, 14/02/2016 - 20:09

Non é surreale che il rappresentante di una monarchia assoluta religiosamente fondamentalista, esprima sostegno ALL'OPPOSIZIONE MODERATA contro Assad!!? Cosa intendono i sauditi per "opposizione moderata"? Il Califfato?

Keplero17

Dom, 14/02/2016 - 20:17

Paesi come la Siria il Libano l'Iraq la Giordania sono il frutto di una spartizione fra Inghilterra e Francia avvenuta dopo la 1^ guerra mondiale sulle macerie dell'impero ottomano in disfacimento. Non hanno tenuto in nessuna considerazione le diverse popolazioni che ci vivevano. Così abbiamo i curdi un po' in Turchia, un po' in Iraq e un po' in Siria, gli sciiti un po' in Siria e un po' in Libano e via così.

sesterzio

Dom, 14/02/2016 - 20:20

La signora Moscerini conta come il due di picche a briscola spade.

Massimo25

Dom, 14/02/2016 - 20:30

I criminali Turchi stanno eseguendo gli ordini USA e NATO e stanno provocando un conflitto dagli eventi incontrollabili...La stampa Italiana naturalmente silenzio,cosi come le TV..da noi l'informazione é letame allo stato puro...vigliacchi..

Trifus

Dom, 14/02/2016 - 20:39

Mogherini chi? Ancora 9 mesi poi il premio Nobel se ne va. Speriamo che il prossimo presidente degli Stati Uniti collabori con la Russia per una stabilità e pace nel mondo. Però una bella bastonata da parte dei Curdi alla Turchia di Erdogan ci starebbe proprio bene. Il maiuscolo nella parola Curdi è voluto.

Kosimo

Dom, 14/02/2016 - 21:51

l'Europa riconquisti Costantinopoli

Ritratto di ermetere

ermetere

Dom, 14/02/2016 - 23:27

@Keplero17: Vero, ma occorre notare che la questione curda è diversa. Il Curdistan, esisteva già, ma non era un Paese, ma una regione. Conquistata e smembrata in 4 dai Paesi confinanti, Turchia, Siria, Irak e Iran. Corrisponde più o meno a quella che un tempo era l'Assiria (Nivive, oggi Mosul) ed una parte dei territori a nord di essa. Del resto, pure l'Armenia, era grande quasi il doppio dell'attuale. Problema risolto dai turchi eliminando gli armeni.

TruthWarrior1

Dom, 14/02/2016 - 23:29

Dragon Lord, mi dispiace dirlo, ma credo che tu l'abbia centrato.

vraie55

Lun, 15/02/2016 - 00:03

è come se nella stessa sala 2 formazioni musicali del tutto differenti suonassero musiche diversissime .. "tirar fuori" la bacchetta?

nunavut

Lun, 15/02/2016 - 00:15

@ Keplero17 finalmente una persona che addita le due potenze europee che si sono prese la libertà di tracciare le frontiere a loro piacere,creando delle ingiustizie e facendo nascere tutti i problemi che oggi distruggono il Medio Oriente. I Kurdi che avevano il loro stato Kurdistan si sono fatti tagliare a pezzi e nessuno o quasi li difende,anche ieri l'aviazione turca ha inviato la loro aviazione a bombardare i Kurdi nel nord-est della Siria altro che bomabardare l'Isis,Erdogan vuole sottomettere definitivamente il popolo Kurdo ( Armenia docet).

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 15/02/2016 - 00:28

L'Arabia Saudita vuole forse trasformare la Siria come la Libia? Vuole sostenere gruppi di sedicenti ribelli che alla fine fanno il gioco degli assassini islamici dell'ISIS? Sta appropriandosi di una lotta iniziata dal noto saudita Osama Bin Laden che ha dato origine a tutto questo sfacelo?

little hawks

Lun, 15/02/2016 - 11:16

Il sultano turco continua con il genocidio dei curdi fidando sulla connivenza di USA ed Europa.