Siria, schierati gli S300 VM: Putin impone nuova no fly zone

Il sistema anti-missile volto a scoraggiare qualsiasi potenziale attacco da parte della Coalizione a guisa Usa contro le posizioni di Bashar al-Assad in Siria. È la prima volta che i russi schierano l'SA-23 fuori da loro confini.

Putin ha inviato in Siria un nuovo sistema anti-missile a supporto delle operazioni militari a sostegno del presidente Bashar al-Assad. L'asset è potenzialmente in grado di contrastare i missili da crociera americani. Componenti del sistemi S-300VM/SA-23, secondo quanto confermato dal Pentagono a FoxNews, sono giunti nel week end appena trascorso sulle banchine del base navale russa di Tartus. E’ la prima volta che i russi schierano i sistemi SA-23 fuori da loro confini. Missili e componenti sarebbero ancora imballati e non ancora operativi. Nelle settimane scorse, diverse agenzie di intelligence paventavano l’imminente schieramento dei sistemi S-300 VM in Siria. Mosca non ha ancora confermato la presenza del nuovo asset, ma appare evidente il ruolo dei SA-23, volti a scoraggiare qualsiasi potenziale attacco da parte della Coalizione a guisa Usa.

Le specifiche del sistema SA-23

L’S-300VM Antey-2500, denominazione Nato SA-23 Gladiator \ Giant, è un sistema mobile di difesa aerea multicanale a medio-lungo raggio della Almaz – Antey. E’ progettato per contrastare minace stratificate come missili balistici e piattaforme strategiche a bassa osservabilità. Può rilevare bersagli fino a 250 km ad un altitudine compresa dai 250 metri ai 30 chilometri. L’Antey può contemporaneamente impegnare 24 piattaforme, comprese quelle a bassa osservabilità o 16 missili balistici con una RCS, sezione equivalente radar, di 0,02 metri. La velocità massima di intercettazione è di 4500 metri al secondo. L’Antey-2500 può proteggere efficacemente una superficie massima di 2.500 mq. L’SA-23 lancia due tipi di missili altamente manovrabili: il 9M82M ed il 9M83M. Il primo è progettato per intercettare missili balistici a medio raggio ad una distanza massima di 200 km. Il missile 9M83M è ritenuto in grado di contrastare le minacce a corto raggio. Le due varianti possono essere configurate nella medesima batteria. Un battaglione SA-23 in configurazione standard include sei missili 9M82M (Giant) e 24 9M83M (Gladiator). I radar conferiscono una diversa copertura in azimuth ed emisferica in elevazione: la differenza dipende dal tipo di schermatura primaria e secondaria. Secondo Mosca, l’S-300VM Antey-2500 ha una probabilità di intercettare un obiettivo balistico pari al 98%.

Commenti
Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mar, 04/10/2016 - 12:43

Il livello di tensione si alza..non provo nemmeno ad immaginare cosa succederebbe se gli americani pensassero di commettere un'altro "errore" bombardando nuovamente una base siriana!..I Russi non scherzano...speriamo che si diano tutti una calmata!

Keplero17

Mar, 04/10/2016 - 12:57

Eh sì adesso la vedo brutta per l'isis in Siria, nonostante tutti i piagnistei per Aleppo la grande coalizione anti Assad sta facendo una figura squallida, con i famosi sbagli. Andarono per mazziare e furono mazziati.

Ritratto di marmolada

marmolada

Mar, 04/10/2016 - 13:02

Che dire? Forza Putin!! Finchè gli USA e i loro compagni di merende armano i terroristi, la speranza del mondo libero sta tutta nelle mani della Russia del grande Putin!

Ritratto di T1000

T1000

Mar, 04/10/2016 - 13:14

Ora voglio vedere come farà l'Isis senza il supporto dell'aviazione USA

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mar, 04/10/2016 - 13:40

il premio nobel per la pace, l'abbronzato, va ricoverato. Insieme alla malata Clinton ha superato il segno -bisogna fermarli.

agosvac

Mar, 04/10/2016 - 13:40

E' semplicemente demenziale che gli Usa si siano dimenticati che la guerra reale è contro l'isis. Assad e Putin stanno combattendo il terrorismo islamico dell'isis, gli Usa sembra stiano combattendo solo contro Assad e Putin!!! Neanche riesco ad immaginarmi cosa succederebbe nel mondo se al Governo degli Usa ci andasse la signora clinton che è ancora più guerrafondaia di obama!!!