Site, Rita Katz minacciata di morte: sul suo profilo foto con decapitazioni

Lei stessa lancia l'allarme: "Asawatiri ha lanciato una campagna sul web contro di me"

Rita Katz nel mirino dell'Isis. Sul profilo twitter di Site, il sito che monitora i video e le minacce dei jihadisti dell'Isis, sono arrivate alcune minacce di morte abbastanza eloquenti per la Katz. Lei stessa lancia l'allarme: "Asawatiri ha lanciato una campagna sul web contro di me". La Katz si riferisce ad uno dei leader dell'Isis e mostra su Twitter le minaccce ricevute dai jihadisti con alcune foto cruente di decapitazioni e con messaggi di questo tenore: "Farai la stessa fine pure tu". Ecco qui di seguito una delle minacce che ha ricevuto

Il gruppo di intelligence di Katz, fondato nel 2002 con il collega Josh Devon, si chiama Search for International Terrorist Entities ('Site') ed è diventato in poco tempo un vero e proprio punto di riferimento per chiunque si occupi di estremismo islamico. Soprattutto ora, con l'emergere del Califfato. ''La nostra abilita' nel trovare cosi' in fretta materiali jihadisti - ha detto Katz in un'intervista concessa l'anno scorso al sito del quotidiano Yedioth Ahronot, 'Ynet' - non arriva dalla fortuna. Tracciarli e' una scienza''. Dal monitoraggio dei siti in cui avviene la condivisione di file, dei forum islamisti e da altre zone ''oscure e protette da password'' di internet, Site ritiene di aver ricostruito un quadro preciso di come l'Isis e gruppi simili operino online. Mentre i militanti hanno a lungo usato video e web per condividere i loro messaggi o le loro minacce - spiegava la Katz a Ynet - l'Isis si è concentrato sui social media come nessun altro gruppo jihadista avesse mai fatto finora: ha numerosi sostenitori che postano messaggi e contenuti su Twitter, Google, Youtube e altrove"