Sopravvissuta a Shoah trovata carbonizzata, i pm: è antisemitismo

L'85enne reduce dalla Shoah trovata carbonizzata nella sua casa di Parigi. I pm indagano per omicidio con movente antisemita

È stata trovata senza vita e parzialmente carbonizzata nella sua casa di Parigi. Ma per la morte di Mireille Knoll, l'85enne reduce delal Shoah, la procura ha ora aperto un'inchiesta per omicidio con movente antisemita.

Secondo fonti giudiziarie, la polizia avrebbe già individuato due sospetti che potrebbero essere incriminati per "omicidio sulla base della reale o presunta appartenenza della vittima a una fede religiosa".

Nata nl 1932 a Parigi, la Knoll scampò al rastrallamento del Velodromo d'Inverno del luglio 1942, la più grande retata in Francia durante la seconda guerra mondiale. Venerdì scorso, poco prima delle 19, è stata trovata senza vita, uccisa a colpi di arma da fuoco e pugnalate e poi data alle fiamme.

Solo un mese fa un magistrato ha riconosciuto il movente dell'antisemitismo nell'indagine sull'uccisione di un'insegnante pensionata di religione ebraica, Sara Halimi. Nell'aprile 2017 la donna era stata gettata dalla finestra del suo appartamento al terzo piano da un giovane vicino di casa di religione musulmana. Le organizzazioni ebraiche avevano protestato con forza davanti all'iniziale decisione degli inquirenti di non considerare l'aggravante dell'antisemitismo nell'uccisione della donna.

Commenti

Massimom

Lun, 26/03/2018 - 20:41

Se sei islamico o comunista puoi!