Il sosia di "Una notte da leoni" guadagnava 250mila euro per bere alle feste

Un’azienda di pubblicità lo ingaggia per fare il sosia di Alan, Zach Galifianakis, nei party di Las Vegas

Per tutto era Alan, il protagonista della saga Una notte da leoni. E per questo, faceva la bella vita ed un lavoro da sogno: guadagnare 250mila dollari in un anno frequentando le feste più belle e sfrenate, all’insegna del divertimento e delle belle donne, senza dimenticare le sbronze. In realtà, però, Thaddeus Kalinoski, a parte la somiglianza fisica, non aveva nulla a che fare con l’attore e comico Zach Galifianakis, che nel film interpreta Allan, appunto. Eppure, il sosia era stato assunto da un’agenzia di pubblicità proprio per andare alle feste, ubriacarsi ed essere molesto, ricalcando il personaggio del film.

Thaddeus Kalinoski era il direttore di un ristorante ma, secondo quanto scritto dal Daily Mail, perse il lavoro e fu abbandonato dalla moglie. Un periodo difficile che lo porta ad ingrassare e a lasciarsi andare con la barba sempre più lunga. Eppure, qualcuno comincia a notarlo, iniziando a fermarlo per strada chiedendogli se fosse proprio Zach Galifianakis, l’uomo che ha interpretato il personaggio di Alan.

Thaddeus decide di "far fruttare" quella incredibile somiglianza. Si trasferisce ad Atlantic City dove comincia a fare alcune serate nei panni di Alan e guadagnando qualcosina. Ma la sua vita cambia completamente quando a Las Vegas, un’azienda di pubblicità lo ingaggia con un contratto di 250mila dollari all’anno per fare il sosia di Alan su richiesta: alle feste, agli addii al celibato, ai matrimoni, alle cene. Ironia della sorte: Thaddeus Kalinoski è stato ingaggiato come controfigura di Zach Galifianakis per un eventuale sequel del film.

Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 10/07/2016 - 23:54

Per interpretare il ruolo di qualcuno ci vuole "fisico" e in certe "condizioni" tanta fortuna per non schiattare dallo sforzo imposto a se stessi. Comunque buon divertimento e che la fortuna lo assista.