La Spagna chiede l'arresto di Puigdemont in Danimarca

La procura spagnola chiederà di emettere un nuovo mandato d'arresto

Arriva da Madrid la richiesta di un nuovo mandato d'arresto internazionale per Carles Puigdemont, ex presidente della Generalitat catalana, deposto dopo il referendum per la separazione dalla Spagna.

La procura che indaga sui tentativi secessionisti dei catalani ha chiesto il mandato nel caso in cui domani Puigdemont dovesse decidere di presentarsi in Danimarca, come ha già annunciato, per partecipare a una conferenza organizzata dall'università di Copenhagen.

Attualmente l'ex numero uno della Generalitat si trova in Belgio, dove era fuggito con alcuni dei membri dell'esecutivo catalano all'indomani della repressione da parte di Madrid del tentativo secessionista.

Se Puigdemont andrà in Danimarca, "la procura agirà subito per chiedere al giudice della Corte suprema di attivare il mandato europeo d'arresto", per "chiedere all'autorità giudiziaria della Danimarca l'arresto", ha comunicato la procura spagnola in una nota.

A Barcellona il fronte indipendentista continua a premere perché possa diventare di nuovo presidente, con un'investitura che dovrà per forza di cose arrivare per via telematica.